Indicatore di legislatura: Tasso di attività professionale delle donne


Estratto dall’obiettivo 6: stiamo valutando di promuovere il potenziale di manodopera nazionale e affrontare le sfide poste dai mutamenti demografici. Per conseguire questi obiettivi sono fondamentali le iniziative in materia di formazione continua e di riqualificazione di coloro che esercitano un’attività lucrativa nonché una migliore integrazione delle donne e dei disoccupati nel mercato del lavoro.

Significato dell’indicatore: per poter sfruttare il potenziale di manodopera disponibile, la Svizzera deve sforzarsi di integrare maggiormente le donne nel mercato del lavoro, in modo da poter attivare e impiegare in modo produttivo il capitale umano inutilizzato.
L’indicatore descrive il tasso di attività professionale delle donne tra i 15 e i 64 anni nel secondo trimestre dell’anno. Per tener conto dell’occupazione a tempo parziale, l’indicatore mostra il tasso di attività professionale delle donne in equivalenti a tempo pieno. L’indicatore rispecchia l’integrazione delle donne nel mercato del lavoro e fornisce indicazioni sulla misura in cui le donne costituiscono l’offerta di lavoro.

Obiettivo quantificabile: il potenziale di manodopera nazionale è sfruttato meglio. La quota di donne con un’attività lucrativa aumenta. 

Commento

Il tasso di attività delle donne tra i 15 e i 64 anni espresso in equivalenti a tempo pieno aumenta globalmente dalla fine degli anni Novanta. Nel secondo trimestre del 2018 era del 58,9%. Emerge una leggera differenza tra le donne straniere e le donne svizzere. Il tasso di attività in equivalenti a tempo pieno è più elevato tra gli uomini (85,4% nel secondo trimestre del 2018) che tra le donne.

Se non espresso in equivalenti a tempo pieno il tasso di attività risulta più elevato, sia per le donne (79,3%) sia per gli uomini (88,5%). Per le donne la differenza è maggiore: questo dato rispecchia in particolare il fatto che le donne lavorano più spesso a tempo parziale rispetto agli uomini.

La presenza di uno o più figli nell’economia domestica determina spesso nelle donne l’interruzione o una diminuzione significativa dell’attività professionale. Negli uomini questo fattore ha invece un’influenza marginale. Nel 2017, nelle economie domestiche con almeno un figlio di età inferiore ai 7 anni, il tasso di attività delle donne in equivalenti a tempo pieno ammontava in media al 42,5%. Nelle economie domestiche dove il figlio più giovane aveva un’età compresa tra i 7 e i 14 anni questa quota era del 54,8%, mentre corrispondeva al 64,1% in quelle senza figli di età inferiore ai 15 anni.

Il tasso di attività delle donne in equivalenti a tempo pieno tende ad aumentare anche in relazione al livello di formazione. Nel 2017 le donne aventi una formazione di grado terziario presentavano in genere un tasso di attività più elevato (69,2%) rispetto a quelle con un ciclo di studi di grado secondario II (58,1%) o senza una formazione post-obbligatoria (47,1%).


Tabelle

Metodologia

L’indicatore mostra il tasso di attività professionale in equivalenti a tempo pieno delle donne tra i 15 e i 64 anni rispetto alla popolazione residente permanente (numero di occupate e disoccupate ai sensi dell’ILO in percentuale della popolazione residente permanente) nel secondo trimestre dell’anno. Per la conversione in equivalenti a tempo pieno, per le disoccupate si tiene conto del grado di occupazione auspicato o ricercato.

Il tasso di attività professionale è calcolato e pubblicato trimestralmente (fino al 2009 annualmente nel secondo trimestre) dall’Ufficio federale di statistica (UST) nell’ambito della rilevazione sulle forze di lavoro in Svizzera (RIFOS). In seguito a una revisione della ponderazione della RIFOS, nel 2010 si è verificata un’interruzione della serie temporale.

Definizioni

Persone attive

Per persone attive si intende l’insieme degli occupati e dei disoccupati (ai sensi dell’ILO). Le persone attive costituiscono l’offerta di lavoro.

Disoccupati ai sensi dell’ILO (ILO = International Labour Organization)
Per disoccupati ai sensi dell’ILO si intendono le persone di età compresa tra i 15 e i 74 anni che

  • non erano occupate nel corso della settimana di riferimento e
  • hanno cercato attivamente un posto di lavoro nelle quattro settimane precedenti e
  • erano disponibili ad iniziare un'attività.

Questa definizione è conforme alle raccomandazioni dell’Ufficio internazionale del lavoro e dell’OCSE e alla definizione di EUROSTAT.

Occupati
Per occupati si intendono le persone di 15 anni e più che nella settimana di riferimento

  • hanno lavorato almeno un’ora dietro remunerazione o
  • continuavano ad avere un posto di lavoro come dipendenti o indipendenti, benché temporaneamente assenti dal lavoro (per malattia, vacanze, congedo maternità, servizio militare, ecc.) o
  • hanno collaborato presso l’azienda di famiglia senza percepire alcuna retribuzione.

Sono inclusi in questa definizione, indipendentemente dal luogo in cui esercitano la loro attività (in un’azienda, a domicilio o in un’economia domestica): i dipendenti, gli indipendenti, i familiari coadiuvanti in un’azienda di famiglia, gli apprendisti, le reclute, i sottufficiali e gli ufficiali che durante la scuola reclute o un corso d’avanzamento possono conservare il posto o il contratto di lavoro, gli allievi e gli studenti che esercitano un’attività parallelamente agli studi e i pensionati che continuano a lavorare. Sono invece escluse le persone che svolgono unicamente lavori domestici nella propria economia domestica, attività di aiuto di vicinato non remunerate o volontariato.

Tasso di attività ai sensi dell’ILO

Equivalenti a tempo pieno (ETP)
Un equivalente a tempo pieno corrisponde a un posto di lavoro occupato al 100% (un impiego al 50% corrisponde ad esempio a 0,5 ETP).

Fonti

Rilevazione

Contatto

Ufficio federale di statistica Sezione Ambiente, sviluppo sostenibile, territorio
Espace de l'Europe 10
CH-2010 Neuchâtel
Svizzera

Contatto

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/statistiche/temi-trasversali/monitoraggio-programma-legislatura/indicatori/tasso-attivita-professionale-donne.html