Indicatore di legislatura: Aliquota fiscale delle amministrazioni pubbliche


Estratto dall’obiettivo 2: il regime fiscale deve essere reso compatibile con le esigenze sociali, economiche e ambientali, nonché rispettare in particolare i principi della giustizia, dell’efficienza, della semplicità e dell’attrattiva della piazza Svizzera.

Significato dell’indicatore: un onere fiscale contenuto aumenta l’attrattività di una piazza economica ed è pertanto auspicabile. La qualità di una piazza dipende anche da diversi fattori, tra i quali il sistema giuridico, la pace sociale e le qualifiche della manodopera potenziale. L’aliquota fiscale non consente di dedurre informazioni dirette sulla situazione finanziaria delle famiglie. A tal fine occorre confrontare l’onere fiscale con le prestazioni che i cittadini ricevono dallo Stato.
L’aliquota fiscale è la somma di tutte le imposte e di tutti i tributi pubblici versati alla Confederazione, ai Cantoni, ai Comuni nonché alle assicurazioni sociali pubbliche in rapporto al prodotto interno lordo a prezzi correnti. L’aliquota misura dunque l’onere fiscale aggregato.

Obiettivo quantificabile: per mantenere e aumentare l’attrattiva della piazza economica Svizzera è opportuno stabilizzare o diminuire l’aliquota d’imposizione rispetto al 2014 (aliquota d’imposizione [Stato]: 27,0%).

Commento

Nel complesso l’aliquota fiscale è relativamente stabile e dal 2001 oscilla intorno al 27%. Nel 2017 l'aliquota fiscale, attestatasi al 28,5% del PIL, era superiore rispetto all'anno precedente. Nel raffronto internazionale l’aliquota fiscale elvetica è bassa: rispetto ai Paesi dell’OCSE con un livello di sviluppo analogo alla Svizzera, solo gli Stati Uniti registrano un’aliquota fiscale inferiore. Ai fini del confronto internazionale sono esclusi i contributi nel campo della previdenza professionale (contributi alla cassa pensioni) e i premi dell’assicurazione malattie obbligatoria in Svizzera. In molti Stati questi tributi sono finanziati dal sistema fiscale.

I proventi fiscali sono impiegati per finanziare buona parte delle attività e delle spese dello Stato. Nel corso degli anni Novanta la quota d’incidenza della spesa pubblica, ossia il rapporto tra le spese totali delle amministrazioni pubbliche e il PIL, è cresciuta e nel 2002 ha raggiunto il livello record del 34,7%. Nel 2017, la quota d’incidenza della spesa pubblica ammontava al 32,9% del PIL, a un livello simile all’anno precedente (33,0%). Rispetto ad altri Paesi dell’OCSE, la Svizzera registra una delle quote d’incidenza della spesa pubblica più basse.

L’onere fiscale varia da un Cantone all’altro. Nell’anno di riferimento 2018, i valori più bassi dell’indice di sfruttamento fiscale sono stati registrati nei Cantoni della Svizzera centrale: ai primi tre posti della classifica figuravano infatti Svitto, Zugo e Nidvaldo, con Svitto mostrando il valore più basso. Ad aver segnato il valore più elevato è invece il Cantone di Ginevra, seguito da Vaud e Giura.


Tabelle

Metodologia

In Svizzera l’aliquota fiscale in rapporto al prodotto interno lordo a prezzi correnti comprende tutte le imposte e tutti i tributi pubblici versati a Confederazione, Cantoni e Comuni nonché i contributi sociali, ovvero i tributi versati dai lavoratori e dai datori di lavoro alle assicurazioni sociali pubbliche (AVS, AI, IPG e AD, assegni familiari nell’agricoltura e assicurazione maternità del Cantone di Ginevra). Sono esclusi i proventi da tasse e da interessi e altre entrate dello Stato come per esempio le multe. Nemmeno i contributi alle casse malati, alle assicurazioni contro gli infortuni e alle casse pensioni, nonostante la loro obbligatorietà, vengono considerati poiché dette istituzioni non rientrano nel settore delle amministrazioni pubbliche.

Per determinare l’aliquota fiscale, l’Amministrazione federale delle finanze (AFF) si fonda sui dati della statistica finanziaria, calcolati in base allo standard internazionale delle finanze statistiche del Fondo monetario internazionale (FMI), che corrispondono alle entrate fiscali pubblicate dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE). La comparabilità con le aliquote fiscali degli altri Paesi è quindi garantita. L’aliquota fiscale è pubblicata annualmente.

Definizioni

Prodotto interno lordo (PIL)
Il prodotto interno lordo (PIL) è l’aggregato di riferimento per misurare l’attività economica. Esso corrisponde alla somma dei valori aggiunti creati dai diversi agenti economici residenti, più le imposte e meno i contributi ai prodotti. Il PIL viene calcolato a prezzi correnti e ai prezzi dell’anno precedente. L’evoluzione ai prezzi dell’anno precedente corrisponde alla crescita economica.

Aliquota fiscale secondo FMI e OCSE
Entrate fiscali in % del PIL. L'aliquota fiscale comprende le imposte e i contributi sociali secondo le definizioni dello standard delle statistiche finanziarie del Fondo monetario internazionale (FMI). L'OCSE utilizza le stesse definizioni tecniche ma impiega una suddivisione delle categorie di imposta leggermente differente.

Indice di sfruttamento fiscale
L’indice di sfruttamento fiscale rispecchia l’onere fiscale complessivo in un Cantone. Esso fornisce indicazioni sull’imposizione fiscale del potenziale di risorse misurando la quota del valore aggiunto sfruttabile fiscalmente (redditi, utili e aumento della sostanza) dei contribuenti (persone fisiche e giuridiche) effettivamente gravata da imposte cantonali e comunali e quindi non più disponibile per il consumo privato.

Contatto

Ufficio federale di statistica Sezione Ambiente, sviluppo sostenibile, territorio
Espace de l'Europe 10
CH-2010 Neuchâtel
Svizzera

Contatto

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/statistiche/temi-trasversali/monitoraggio-programma-legislatura/indicatori/aliquota-fiscale.html