Indicatore di legislatura: Costi del sistema sanitario in percentuale del PIL


Estratto dall’obiettivo 13: al fine di salvaguardare l’elevata qualità di vita e di contenere i costi della salute intendiamo rafforzare la prevenzione, la promozione della salute e le competenze sanitarie coinvolgendo gli operatori privati. Ci attiviamo affinché vengano ridotte prestazioni inefficaci e inutili nonché medicamenti e procedure al fine di accrescere la qualità e ridurre i costi.

Significato dell’indicatore: le condizioni di salute influiscono sulla qualità di vita delle persone e rappresentano un fattore importante per la capacità economica di un Paese. Il compito della sanità pubblica è contribuire al mantenimento dello stato di salute della popolazione e curare nella misura del possibile gli ammalati o le vittime di infortuni. L’indicatore illustra quanto la società spende per il proprio sistema sanitario, senza tuttavia fare riferimento a disuguaglianze nella ripartizione delle risorse o all’efficienza con cui vengono utilizzate.
I costi della sanità pubblica vengono indicati in percentuale rispetto al prodotto interno lordo (PIL).

Obiettivo quantificabile: l’aumento della spesa sanitaria non è più elevato di quello della legislatura 2011–2015.

Commento

Il rapporto tra i costi della sanità pubblica e il PIL è aumentato fino al 2004 per attestarsi all’11,0%. Dal 2004 al 2007, a causa della crescita economica, il rapporto tra i costi e il PIL ha subito una leggera flessione per poi aumentare di nuovo. Nel 2016 questi costi hanno rappresentato il 12,2% del PIL. Sebbene siano aumentati a oltre 80 miliardi di franchi, il loro rapporto rispetto al PIL si è mantenuto relativamente stabile per via della crescita economica.

Nel 2016 oltre la metà dei costi per beni e prestazioni del sistema sanitario era imputabile ai fornitori di prestazioni stazionarie, ovvero gli ospedali (35,4%), le case di cura (12,2%) e gli altri istituti medico-sociali (4%). I fornitori di prestazioni ambulatoriali, ovvero gli studi medici, gli studi medico-dentistici e altri fornitori di cure ambulatoriali e sussidiarie, generano complessivamente il 33% dei costi, il commercio al dettaglio (importazioni comprese) il 9,4%. Le spese per l’amministrazione e la prevenzione da parte dello Stato, degli assicuratori e di altre organizzazioni ammontavano al 6,1%.

Se si considerano i costi del sistema sanitario non secondo i fornitori di prestazioni ma secondo le prestazioni, si osserva che nel 2016 circa un quinto dei costi è confluito nei trattamenti curativi stazionari e altrettanto nelle cure di lunga durata, più di un quarto nei trattamenti curativi ambulatoriali e circa un sesto nella vendita di beni per la salute. Tra il 2015 e il 2016, i costi per i trattamenti curativi stazionari sono aumentati del 2,5%, quelli per le cure di lungodegenza del 3,4%, mentre per i trattamenti curativi ambulatoriali l’aumento è stato del 2,1%.

Nel 2016 la Svizzera, che nel confronto internazionale possiede un sistema sanitario caro rispetto al PIL, si situava al secondo posto in una classifica che vede gli USA in testa.


Tabelle

Metodologia

L’indicatore illustra il rapporto percentuale dei costi della salute rispetto al prodotto interno lordo (PIL). La statistica dell’UST sui costi e il finanziamento del sistema sanitario è una statistica di sintesi di tutti i dati utilizzabili per stimare i flussi finanziari legati alla produzione e al consumo di beni e servizi della sanità pubblica svizzera nel corso di un anno. Per la sua natura può essere stilata pertanto solo una volta disponibili tutti i dati statistici primari, in particolare quelli delle assicurazioni sociali e delle finanze pubbliche. L’UST pubblica i dati definitivi con cadenza annuale, ma con un ritardo di circa due anni.

La stesura della statistica poggia sul sistema di contabilità sanitaria (System of Health Accounts SHA) dell’OCSE e consente di confrontare tra loro i costi della salute nei vari Paesi dell’OCSE.

Definizioni

Prodotto interno lordo (PIL)
Il prodotto interno lordo (PIL) è l’aggregato di riferimento per misurare l’attività economica. Esso corrisponde alla somma dei valori aggiunti creati dai diversi agenti economici residenti, più le imposte e meno i contributi ai prodotti. Il PIL viene calcolato a prezzi correnti e ai prezzi dell’anno precedente. L’evoluzione ai prezzi dell’anno precedente corrisponde alla crescita economica.

Fonti

Contatto

Ufficio federale di statistica Sezione Ambiente, sviluppo sostenibile, territorio
Espace de l'Europe 10
CH-2010 Neuchâtel
Svizzera

Contatto

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/statistiche/temi-trasversali/monitoraggio-programma-legislatura/indicatori/costi-sistema-sanitario.html