Indicatore di legislatura: Risultato di ripartizione dell’AVS


Estratto dall’obiettivo 9la trasformazione demografica, sociale, economica e culturale della società contemporanea suscita tuttavia molteplici esigenze di strutturazione e adeguamento della sicurezza sociale. Nelle proposte di riforma occorre tenere conto dei bisogni di tutti i gruppi di età e rispettare il patto intergenerazionale.

Significato dell’indicatore: un presupposto importante per garantire il finanziamento sostenibile a lungo termine dell’assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti (AVS) è il risultato positivo della sua ripartizione. Il risultato di ripartizione dell’AVS mostra se le entrate correnti permettono di coprire le uscite correnti. È sostanzialmente indipendente dall’andamento dei tassi d’interesse, dato che le entrate non comprendono né le variazioni del valore del capitale né i redditi da capitale correnti.

Obiettivo quantificabile: il risultato delle assicurazioni sociali e in particolare il risultato di ripartizione dell’AVS evolvono positivamente.

Commento

Tra il 1948 e l’inizio degli anni Settanta, il risultato di ripartizione dell’AVS, ossia la differenza tra le entrate e le uscite, è rimasto relativamente stabile per poi iniziare a fluttuare. Nella seconda metà degli anni Settanta nonché tra il 1993 e il 1999 l’AVS ha speso di più di quanto ha incassato. Nel 2014, per la prima volta dal 1999, l’AVS ha chiuso con un risultato di ripartizione negativo. Nel 2019, come nei cinque anni precedenti, ha registrato nuovamente un risultato di ripartizione negativo: le uscite hanno superato le entrate di 1170 milioni di franchi. Nel complesso, nel 2019 a una crescita delle entrate del 2,5% si è contrapposta una crescita delle uscite del 2,7%. Per la seconda volta consecutiva la riserva finanziaria dell’AVS, il fondo di compensazione, è risultata inferiore alle uscite di un anno.

Il risultato di ripartizione non comprende il risultato degli investimenti AVS, che è costituito dalle variazioni del valore del capitale e dai redditi da capitale correnti. Qualora queste voci siano incluse nelle entrate e vengano confrontate con le spese, ne deriva il risultato d’esercizio. Con un risultato positivo degli investimenti di 2,9 miliardi di franchi, nel 2019 il risultato d'esercizio è stato positivo (1682 milioni di franchi).

Le prospettive finanziarie dell'AVS dipendono anche dalla struttura demografica della popolazione svizzera: il rapporto di dipendenza dei pensionati esprime il rapporto tra i pensionati e la popolazione di età compresa tra i 20 anni e l'età pensionabile. Nel 2019 questo rapporto era del 31,6%. Ciò significa che in seno alla popolazione residente in Svizzera vi sono circa tre persone in età lavorativa per ogni pensionato. Il quoziente di anziani legati all’AVS è aumentato di oltre 8 punti percentuali dal 1970. Questo aumento si spiega tra l’altro con l’incremento della speranza di vita.


Tabelle

Metodologia

Il risultato di ripartizione è la differenza tra le entrate e le uscite dell’AVS. Le entrate considerate nel calcolo del risultato di ripartizione non comprendono né i redditi da capitale correnti né le variazioni del valore del capitale (guadagni e perdite in borsa) e non dipendono quindi dai mercati finanziari. Sono pertanto considerate unicamente le entrate dall’«attività assicurativa» dell’AVS, ossia essenzialmente i contributi degli assicurati e dei datori di lavoro nonché i contributi della Confederazione (quota sulle uscite dell’AVS, introiti della tassa sulle case da gioco e quota dell’IVA a favore dell’AVS). Le uscite comprendono le prestazioni sociali e le spese amministrative e di esecuzione.

L’AVS e l’AI costituiscono insieme il primo dei tre pilastri (cioè quello statale) su cui poggia il sistema svizzero di previdenza della vecchiaia. Le prestazioni concesse sotto forma di rendita da queste due assicurazioni devono garantire il fabbisogno vitale. Al primo pilastro si aggiunge la cassa pensioni, cioè la previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l’invalidità (LPP), che deve consentire di mantenere il livello di vita abituale (secondo pilastro). Il terzo pilastro, ovvero la previdenza personale volta a coprire altre esigenze, è facoltativo ma, a differenza dei comuni risparmi, beneficia di alcuni vantaggi fiscali.

Il risultato di ripartizione dell’AVS è riportato nel rapporto annuale del fondo di compensazione AVS/AI/IPG ed è pubblicato nella statistica delle assicurazioni sociali svizzere dell’Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS). L'indicatore viene rilevato a cadenza annuale.

Definizioni

Principio di ripartizione
Metodo di finanziamento utilizzato ad esempio nell’AVS o nell’AI. Le uscite dell’assicurazione sono coperte con le entrate correnti dello stesso anno. Siccome però nella pratica è impossibile realizzare la compensazione annua di entrate e uscite, è necessaria una certa riserva di liquidità. A differenza del sistema di capitalizzazione, il principio di ripartizione è sostanzialmente indipendente dall’andamento dei tassi d’interesse.

Contatto

Ufficio federale di statistica Sezione Ambiente, sviluppo sostenibile, territorio
Espace de l'Europe 10
CH-2010 Neuchâtel
Svizzera

Contatto

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/statistiche/temi-trasversali/monitoraggio-programma-legislatura/tutti-indicatori/indirizzo-politico-2-coesione/risultato-ripartizione-avs.html