Razzismo e integrazione

Diversi attori si stanno impegnando per migliorare la convivenza. Come percepisce la popolazione le politiche svizzere nel campo della lotta contro il razzismo e dell'integrazione?

Lotta contro il razzismo

Nel 2020, il 58% della popolazione crede che il razzismo sia un serio problema sociale. Il 61% stima che le misure messe in opera siano adatte, il 5% che siano superiori ai bisogni e il 31% che siano insufficienti.

Integrazione

Il 64% indica che in Svizzera si procede bene per quanto riguarda l’integrazione. Il 61% stima che le misure messe in opera siano adatte, il 13% che siano troppe e il 25% che siano insufficienti.

Lotta contro il razzismo

Sul totale delle persone insoddisfatte della situazione in termini di lotta contro il razzismo, il 29% stima che sia lo Stato a dover adottare delle misure.  Il 22% ritiene che le misure andrebbero prese da ogni individuo, il 19% da donne e uomini in politica e il 13% dalle scuole.   

Integrazione

Sul totale delle persone insoddisfatte della situazione in termini di integrazione, il 45% stima che sia lo Stato a dover adottare delle misure. Il 20% considera che questo spetti alle associazioni e il 14% a ogni individuo. Il 6% pensa che sia compito delle straniere e degli stranieri stessi di fare uno sforzo.

Classifica 2020
  Classifica generale Integrazione Lotta contro il razzismo
Top 5
1 Stato Stato Stato
2 cittadini, cittadine associazioni cittadini, cittadine
3 associazioni cittadini, cittadine mondo politico
4 mondo politico  ambito del sociale scuole
5 scuole mondo politico associazioni
6 imprese scuole media
7 ambito del sociale imprese imprese
8 stranieri, straniere stranieri, straniere potere legislativo
9 media altri attori polizia
10 potere legislativo potere legislativo chiese

A prescindere dall'ambito, lo Stato rimane l'attore maggiormente citato. La responsabilità individuale e il ruolo degli individui sono al secondo posto. Il mondo politico è considerato un attore chiave nell'ambito della lotta contro il razzismo e meno in quello dell'integrazione, dove prende invece piede il ruolo delle associazioni.


Mentre il razzismo è visto come un importante problema sociale e la responsabilità individuale è spesso invocata nella lotta contro il razzismo, la popolazione è pronto a impegnarsi in azioni concrete?

Circa l’80% della popolazione si dichiara pronto a impegnarsi in prima persona nella lotta contro il razzismo mediante almeno un’azione concreta, come la firma di una petizione, la segnalazione di commenti razzisti online o la partecipazione a una dimostrazione. Tra le diverse azioni proposte nell’indagine, la firma è la più popolare.

  • Se si considerano delle situazioni concrete (controlli di polizia, atto razzista nei trasporti pubblici o al lavoro), la quota della popolazione che ha indicato di intervenire in tutti e tre i casi per aiutare la vittima è pari all’8%.
  • Rispetto alla disposizione a impegnarsi (80%), l’intervento di fronte a un atto razzista (8%) è di 10 volte inferiore.
  • La quota più alta di persone che dicono di intervenire di fronte ad atti razzisti è stata registrata sui mezzi pubblici (50%).

Informazioni supplementari

Tabelle

Fonti

  • Universo : Popolazione residente permanente di 15-88 anni
  • Effettivi non ponderati: n (2020) = 3258, n (2021) = 3266

Contatto

Ufficio federale di statistica Sezione Demografia e migrazione
Espace de l'Europe 10
CH-2010 Neuchâtel
Svizzera

Contatto

Nota

Le pagine in italiano offrono un contenuto ridotto. Per un'informazione più completa si prega di consultare le pagine in tedesco o francese (cfr. link qui sopra).

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/statistiche/popolazione/migrazione-integrazione/convivenza-svizzera/valutazione-politiche.html