Medienmitteilung

Statistica della ricettività turistica in novembre 2016 Lieve aumento dei pernottamenti in novembre

Dieses Dokument ist auch in einer neueren Version verfügbar, siehe folgenden Link:
Crollo storico dei pernottamenti nel primo semestre 2020

Neuchâtel, 16.01.2017 (UST) - Nel novembre 2016 il settore alberghiero della Svizzera ha registrato 1,9 milioni di pernottamenti, ovvero un leggero aumento pari allo 0,5% (+9300 pernottamenti) rispetto al novembre dell'anno precedente. Per gli ospiti indigeni sono stati rilevati 878'000 pernottamenti, con un aumento dello 0,9% (+7900). I visitatori stranieri hanno invece generato 999'000 pernottamenti, registrando una lievissima progressione dello 0,1% (+1400). È quanto emerge dai risultati provvisori dell'Ufficio federale di statistica (UST).

Nel periodo da gennaio a novembre 2016, il numero cumulato di pernottamenti ha raggiunto quota 33,0 milioni, registrando un calo dello 0,5% (-153'000 pernottamenti) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Gli ospiti stranieri, dal canto loro, presentano 17,9 milioni di pernottamenti, segnando una flessione dell'1,8% (-331'000). La domanda indigena ha registrato un incremento di 1,2% (+178'000), per un totale di 15,1 milioni di pernottamenti.

Progressione dei pernottamenti europei, regressione della domanda asiatica nel novembre 2016

Nel novembre 2016, i visitatori provenienti dal continente europeo (senza la Svizzera) hanno registrato un incremento di 11'000 pernottamenti (+1,7%) rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. La Germania ha registrato l'aumento assoluto più marcato di tutti i Paesi di provenienza estera in termini assoluti, con 4700 pernottamenti supplementari (+2,6%). Aumento di pernottamenti anche per la Francia (+4300 pernottamenti; +5,9%), il Belgio (+2200; +14,8%) e i Paesi Bassi (+1900; +9,6%). Il Regno Unito, invece, ha registrato un calo di 4700 unità (-6,1%) e l'Italia una diminuzione di 3700 (-5,9%). Il continente americano presenta anch'esso una progressione con 1200 pernottamenti supplementari (+1,0%).

Per quanto concerne il continente asiatico, il numero di pernottamenti è sceso di 2000 unità (-0,9%). La Cina (senza Hong Kong), con 6000 pernottamenti in meno (-9,3%), segna il maggior calo di tutti i Paesi di provenienza in termini assoluti. I Paesi del Golfo (-1900 pernottamenti; -5,9%) e il Giappone (-750; -5,8%) attestano a loro volta una regressione. L'India genera invece 4600 pernottamenti supplementari (+24,4%). La Repubblica di Corea presenta altresì una progressione (+880 pernottamenti; +5,0%). Nel continente africano e in quello oceanico si sono osservate flessioni rispettivamente di 8400 (-31,4%) e 190 (-1,6%) pernottamenti.

Aumento dei pernottamenti nella maggior parte delle regioni turistiche nel novembre 2016

Per quanto riguarda le regioni turistiche, nel novembre 2016 dieci su quattordici registrano una progressione rispetto al novembre 2015. La Regione Lago Lemano (Vaud) segna la più forte progressione dei pernottamenti in termini assoluti, con 12'000 unità supplementari (+6,8%). Seguono la Regione Lucerna / Lago dei Quattro Cantoni e i Grigioni, con 7600 (+4,3%) e 6200 unità in più (+7,7%). Anche nella Svizzera orientale (+4000; +3,3%) e nella Regione Zurigo (+3500; +0,9%) si osserva una progressione dei pernottamenti. Ginevra, invece, segna il calo più marcato in assoluto con 27'000 pernottamenti in meno (-11,0%). Seguono l'Oberland bernese con un calo di 3000 pernottamenti (-2,6%) e il Ticino, dove si osserva una diminuzione di 2900 unità (-3,4%).

Informazioni complementari, come tabelle e grafici, si trovano nel PDF seguente.


 

Download Medienmitteilung

Lieve aumento dei pernottamenti in novembre
(PDF, 8 Seiten, 259 kB)


Weitere Sprachen


Verwandte Dokumente

Beherbergungsstatistik im November 2016


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/de/home/statistiken/tourismus.assetdetail.1700044.html