Medienmitteilung

Prodotto interno lordo per Cantone nel 2018 Crescita economica in tutte le regioni nel 2018

Dieses Dokument ist auch in einer neueren Version verfügbar, siehe folgenden Link:
2019: crescita del PIL in quasi tutti i Cantoni

21.01.2021 - Nel 2018 quasi tutte le economie cantonali erano in crescita. I Cantoni di Neuchâtel (+5,1%), Vaud (+4,9%), Giura (+4,3%), Sciaffusa (+4,2%), Vallese (+4,2%) e Zurigo (+4,1%) si sono distinti per l’entità delle loro performance. Sono queste le cifre che emergono dalle ultime stime dell’Ufficio federale di statistica (UST). La serie storica del prodotto interno lordo (PIL) per Cantone è stata completamente sottoposta a revisione (2008–2017) in modo da essere conforme alla revisione dei conti nazionali (CN) avvenuta nel 2020.

La revisione dei CN attuata nel 2020 ha avuto come conseguenza un aumento del livello del PIL nazionale a prezzi correnti nel periodo 2008–2017 compreso tra il 3,0 e il 3,7%. La revisione ha anche generato la variazione della struttura delle attività economiche, senza però interferire in modo marcato con l’andamento della crescita economica nazionale ai prezzi dell’anno precedente. Tuttavia, questi cambiamenti influiscono in modo più o meno sensibile sulla dinamica della crescita per il periodo 2008–2017 a livello di tutte le configurazioni geografiche e a seconda della loro struttura (v. riquadro). In crescita, invece, il livello di tutti i PIL cantonali.

Risultati complessivamente in crescita per le economie cantonali nel 2018

Nel 2018 l’economia nazionale è cresciuta del 3,0% ai prezzi dell’anno precedente, segnando un’accelerazione rispetto al 2017 (+1,6%). Alcuni settori industriali sono stati di sostegno all’attività economica svizzera, in particolare l’industria farmaceutica (10,7%), la fabbricazione di computer, i prodotti di elettronica e ottica (11,6%), la produzione e distribuzione di energia (14,7%), nonché il settore sanitario (3,5%) e quello bancario (3,2%). Forte dell’organizzazione della Coppa del mondo di sci e dei Giochi olimpici invernali nel 2018, il settore delle attività sportive ha registrato una progressione molto marcata (+85,4%), contrariamente a quello del commercio all’ingrosso (–2,9%) e di quello del commercio al dettaglio (–1,5%), che hanno segnato una contrazione. Da notare infine lo sviluppo moderato del settore delle amministrazioni pubbliche (+0,5%).

Nel 2018 i motori economici regionali della Svizzera sono stati i Cantoni di Neuchâtel (+5,1%), Vaud (+4,9%), Giura (+4,3%), Sciaffusa (+4,2%), Vallese (+4,2%) e Zurigo (+4,1%). Neuchâtel e il Giura hanno beneficiato principalmente della ripresa del settore dell’industria dell’orologeria, punto di forza dell’economia regionale. Nell’ambito delle attività sportive, Zurigo e Vaud hanno beneficiato dell’organizzazione degli eventi sportivi internazionali, sebbene questi Cantoni abbiano anche visto i rispettivi settori industriali e manifatturieri realizzare solide performance. Il Vallese ha registrato un’evoluzione sensibile nei settori dell’energia e dell’industria (industria chimica e fabbricazione di macchinari e apparecchi). E per finire, Basilea Città (+3,1%) ha proseguito il suo slancio economico positivo, stimolato dalla congiuntura favorevole del ramo dell’industria farmaceutica. Il Cantone, alla stessa stregua di altri centri economici come Zurigo, Vaud o Ginevra, ha beneficiato altresì del buon risultato di alcuni rami di servizi, quali le attività delle sedi sociali o di sostegno alle imprese.

Il Cantone di Glarona ha invece segnato un calo del 2,7%. La sua crescita è stata rallentata dal settore non finanziario con una stagnazione delle attività industriali (+0,1%), che tradizionalmente sono il suo punto forte. Il Cantone ha inoltre subito sensibili cali delle attività concernenti il settore sanitario e quello finanziario. Quest’ultimo, dopo una forte progressione nel 2017, nel 2018 torna a presentare livelli di attività più nella norma.

Per quanto riguarda i contributi alla crescita, in testa figura il Cantone di Zurigo con lo 0,9%, seguito da Vaud (0,4%), Ginevra (0,3%), Berna e Basilea Città (0,2%). Il volume e il dinamismo della sua attività confermano di anno in anno il ruolo di locomotiva che il Cantone di Zurigo ricopre nell’economia nazionale, a fronte degli altri Cantoni svizzeri, i cui contributi sono più facilmente soggetti agli imprevisti congiunturali.

Informazioni complementari si trovano nel PDF seguente.


 

Download Medienmitteilung

Crescita economica in tutte le regioni nel 2018
(PDF, 4 Seiten, 242 kB)


Weitere Sprachen


Verwandte Dokumente

Bruttoinlandprodukt und Arbeitsproduktivität im Jahr 2018: Regionale Daten


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/de/home/statistiken/kataloge-datenbanken.assetdetail.14744899.html