Press release

Conti nazionali della Svizzera 1995-2013 Adeguamento al rialzo del livello del prodotto interno lordo in seguito alla revisione dei conti nazionali

The latest version of this document is also available. Please see the following link:
Forte calo del PIL nel 2020 dovuto alla pandemia di COVID-19

Neuchâtel, 30.09.2014 (UST) - I risultati annuali dei Conti nazionali pubblicati dall'Ufficio federale di statistica (UST) sono stati sottoposti a revisione e da oggi sono disponibili nuove serie di dati per il periodo dal 1995 al 2013. L'obiettivo principale della revisione, condotta congiuntamente al settore responsabile delle stime trimestrali della SECO, è l'applicazione del nuovo manuale di riferimento dei conti nazionali. La revisione è stata coordinata con i Paesi europei e porta ad un aumento del livello del prodotto interno lordo (PIL) compreso tra il 5 e il 6% nel periodo preso in considerazione. Nel 2013 il PIL a prezzi correnti ammonta perciò a 635 miliardi di franchi.

Importante revisione dei conti nazionali

L'obiettivo principale della revisione dei Conti nazionali è l'applicazione del nuovo Sistema europeo dei conti 2010 (SEC 2010) basato a sua volta sul Sistema dei conti nazionali delle Nazioni Unite (SCN 2008) e quindi perfettamente compatibile su scala internazionale. La revisione, coordinata con i Paesi europei, tiene conto dei più recenti risultati della bilancia dei pagamenti svizzera adattati in base alle nuove norme del Fondo monetario internazionale (FMI) nel giugno 2014 e della statistica finanziaria degli enti pubblici. La revisione dei conti nazionali svizzeri permette sia di conservare la comparabilità internazionale dei risultati che di garantire una maggiore coerenza fra le varie statistiche nazionali. In occasione della revisione sono stati modificati anche alcuni metodi di calcolo e sono state integrate nuove statistiche di base. Quest'ultime sono il risultato di lavori condotti sul sistema svizzero di statistiche economiche riguardanti la sua coerenza e consistenza. L'obiettivo di tali sforzi era in particolar modo quello di ridurre l'onere amministrativo che incombe alle imprese ricorrendo a dati tratti dai registri (si veda ad esempio la statistica strutturale delle imprese, STATENT, recentemente messa a disposizione dall'UST).

Aumento del livello del PIL

Le modifiche di concetto, dei metodi di calcolo e dei dati utilizzati hanno portato ad un aumento del livello del PIL compreso tra il 5 e il 6% a seconda degli anni considerati nel periodo 1995-2012. Nel 2011, anno usato come base per fissare i livelli, l'aumento è stato pari al 5,7% ed è riconducibile, nella misura del 62% circa (+3,5%), all'adozione delle disposizioni del SEC 2010. Il fatto di contabilizzare le spese per la ricerca e sviluppo come investimenti è stato determinante in questo adeguamento al rialzo (+3,2%). Per il rimanente 38% l'aumento è da ricondurre alle modifiche dei metodi di calcolo e all'impiego di nuove informazioni statistiche (revisione dei risultati della bilancia dei pagamenti, nuova statistica strutturale delle imprese, ecc.). Il PIL a prezzi correnti è spesso usato come misura di riferimento per il calcolo di coefficienti quali la quota dello Stato, il deficit pubblico/PIL, il debito pubblico/PIL, ecc. Di norma, questi rapporti dovrebbero essere leggermente corretti al ribasso, a condizione che la revisione non abbia modificato anche i numeratori.

Lieve impatto sulla crescita

L'evoluzione della crescita a prezzi costanti della serie risente poco dell'effetto del rialzo, registrando un aumento annuo medio di 0,15 punti percentuali fra il 1995 e il 2012. La correzione al rialzo riflette sostanzialmente il maggiore peso dei rami più dinamici dell'economia svizzera, che si evince dalla nuova STATENT. Il fatto che le spese per ricerca e sviluppo siano state considerate come investimenti ha un impatto solo marginale. Di conseguenza l'attuale revisione influisce solo debolmente sull'andamento a lungo termine dell'economia svizzera.

Prime stime per il 2013

Stando alle prime stime dei Conti nazionali annuali dell'UST, nel 2013 l'economia svizzera ha registrato un incremento del PIL dell'1,9% ai prezzi dell'anno precedente (+1,1% nel 2012). Tenuto conto di una leggera diminuzione del livello generale dei prezzi, il PIL a prezzi correnti è aumentato dell'1,7%. La domanda interna finale (consumo finale e investimenti) è stata il motore principale della crescita economica svizzera nel 2013. Il commercio estero, invece, non ha contribuito alla crescita a causa della diminuzione delle esportazioni di beni (-2,2% a prezzi costanti). Il reddito nazionale lordo (RNL) ha registrato un aumento del 4,4%.


 

Download press release

Adeguamento al rialzo del livello del prodotto interno lordo in seguito alla revisione dei conti nazionali
(PDF, 5 pages, 123 kB)


Other languages


Associated documents

Revised data of Swiss national accounts 1995-2013


 

Remark

Our English pages offer only a limited range of information on our statistical production. For our full range please consult our pages in French and German (top right hand screen).

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/en/home/statistics/catalogues-databases/press-releases.assetdetail.38596.html