Mortalità, cause di morte

La statistica della mortalità rileva il numero di decessi, la statistica delle cause di morte le cause di tali decessi (cfr. «Cause di morte specifiche»). Dopo una lunga fase di stabilità, il numero dei decessi ha ricominciato a salire dalla metà degli anni 2000. Il tasso di mortalità standardizzato, invece, ha continuato a scendere, ed è più che dimezzato dal 1970 in poi.

Mortalità

Anno

Numero di decessi

tasso di mortalità standardizzato1

 

Uomini

Donne

Uomini

Donne

2018

32 398

34 690

492

344

2017

32 406

34 565

513 349
2016

31 283

 33 681

  508   352

2015

32 646

34 960

  547

  367

2014

30 950

32 988

534

356

2013

31 257

33 704

555

371

1 Tasso di mortalità standardizzato per 100 000 abitanti Fonte: BEVNAT, CoD

Rilevazione corrente delle cause di morte

Dalla 17a settimana del 2021, ovvero dal 2 maggio scorso, le cifre settimanali dei decessi della popolazione di 65 anni e più corrispondono alle proiezioni. Va tuttavia considerato che le cifre delle ultime cinque settimane risultano più basse di quelle reali, perché il Cantone di Vaud comunica le proprie in ritardo.  

Nel periodo successivo alla seconda ondata di decessi dovuti alla COVID-19, dalla 7a settimana del 2021, ovvero dal 15 febbraio 2021, alla 13a è stato comunicato un numero di decessi che di norma si riscontra solo d’estate, ovvero il periodo con la mortalità stagionale più bassa. Rispetto alla cifra attesa, in queste sette settimane sono decedute circa 1010 persone in meno. Ciò potrebbe essere ricondotto al fatto che alcune delle circa 10 300 persone decedute nel quadro della sovramortalità provocata dalla prima e seconda ondata della COVID-19 sarebbero state in fin di vita a prescindere dalla COVID-19 e presumibilmente hanno perso solo poche settimane o pochi mesi di vita. Solo al termine della pandemia in Svizzera si potrà stilare un bilancio complessivo dei decessi dovuti alla COVID-19.

Nella prima ondata della pandemia di SARS-CoV-2, una sovramortalità era stata riscontrata fra il 16 marzo 2020 (12a settimana) e il 19 aprile 2020 (16a settimana). Durante queste settimane sono decedute 1510 persone di età uguale o superiore a 65 annie 100 persone nella fascia di età al di sotto dei 65 anni in più del previsto (risp. 26 e 12% in più). La settimana che durante la prima ondata è stata caratterizzata dalla maggiore sovramortalità è stata la 14a: fra il 30 marzo e il 5 aprile 2020 è deceduto il 46% di persone di età uguale o superiore a 65 anni in più rispetto a quanto previsto.

Nella seconda ondata dell’epidemia di SARS-CoV-2, un altro periodo di eccesso di mortalità è stato osservato dal 19 ottobre 2020 (43a settimana) al 31 gennaio 2021 (4a settimana). Durante queste settimane, circa 8440 persone in più del previsto (47%) sono morte nella fascia di età uguale o superiore ai 65 anni e circa 240 persone in più (10%) del previsto sono morte nella fascia di età inferiore ai 65 anni. Nelle settimane dalla 46a alla 51a (9.11–20.12), tra il 165% e il 170% dei decessi previsti è stato osservato nella fascia di età a partire dai 65 anni.

Lo sviluppo della sovramortalità non è stato lo stesso in tutte le regioni della Svizzera, come si evince a questo link. Vogliate tenere conto delle note metodologiche di cui sotto. Poiché il numero di decessi nel 2020 è stato straordinariamente elevato, il calcolo della sovramortalità per il 2021 continua a basarsi sulle cifre attese per il 2020.

Metodologia: I decessi vengono segnalati all'ufficio dello stato civile competente e registrati in una banca dati centrale. Ipotizzando un flusso di notifiche costante, l'UST stima il numero di casi. Il numero di decessi normalmente prevista è calcolato sulla base dell'evoluzione del numero di casi in ogni gruppo di età nei cinque anni precedenti. La distribuzione stagionale dei decessi nelle 52 settimane dell'anno è calcolata sulla base della mediana di ogni settimana di calendario degli ultimi dieci anni. Infine, per ogni valore atteso viene calcolato un intervallo entro il quale le fluttuazioni devono essere considerate casuali. Il calcolo del numero di decessi previsti non corrisponde quindi semplicemente a un valore medio, ma tiene conto della variazione della popolazione da un anno all'altro e delle fluttuazioni casuali.

Nel monitoraggio della mortalità, le cifre "osservate" possono quindi essere confrontate con quelle "attese". L'UST pubblica questi dati con cadenza settimanale dall'11 maggio 2015. Il monitoraggio riguarda tutte le persone residenti in Svizzera decedute in Svizzera.

I numeri annuali dei casi di influenza riportati nelle statistiche sulle cause di morte degli anni precedenti non sono adatti e non sono comparabili per il monitoraggio delle malattie infettive acute. Nella statistica delle cause di morte, per ogni decesso deve essere selezionata un'unica diagnosi della malattia che ha portato alla morte. Secondo le regole dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, questa è la malattia di fondo che era all'inizio del decorso della malattia e non l'ultimo evento che alla fine ha portato alla morte. Anche in caso di malattie multiple, le tabelle pubblicate in tutto il mondo sulle cause di morte includono una sola malattia di base.

Maggiori informazioni

Mortalità e numero di decessi

Per tre decenni il numero di decessi ruotava intorno a 60 000. Negli ultimi anni è aumentato, situandosi nel 2012 per la prima volta al di sopra dei 64 000 casi. Il numero di decessi di persone di meno di 80 anni, invece, diminuisce, mentre muoiono sempre più persone di 80 anni e più. Questo andamento è causato dall’aumento delle persone anziane in Svizzera. I tassi di mortalità standardizzati secondo l'età mostrano una costante diminuzione, con delle eccezioni nel 1990 e nel 2015.

Informazioni supplementari

Grafici

Pubblicazioni

Comunicati stampa

Basi statistiche e rilevazioni

A questo proposito

Cause di morte specifiche

Principali cause di morte per età e sesso, mortalità prematura e anni potenziali di vita persi

Mortalità infantile, natimortalità

Andamento della mortalità infantile e del tasso di nati morti

Contatto

Ufficio federale di statistica Sezioni Sistema sanitario, Salute della popolazione
Espace de l'Europe 10
CH-2010 Neuchâtel
Svizzera
Tel.
+41 58 463 67 00

Dal lunedì al venerdì
10.00–12.00 e 14.00–17.00

Contatto

Nota

Le pagine in italiano offrono un contenuto ridotto. Per un'informazione più completa si prega di consultare le pagine in tedesco o francese (cfr. link qui sopra).

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/statistiche/salute/stato-salute/mortalita-cause-morte.html