Communicato stampa

Privazione della libertà ed esecuzione delle sanzioni contro minori 2017 Lieve aumento del numero dei giovani collocati presso terzi, alto tasso d'occupazione delle carceri della Svizzera occidentale

Esiste anche una versione più recente del presente documento, disponibile al link seguente:
In 30 anni il numero di detenuti è aumentato del 50%

Neuchâtel, 5 febbraio 2018 (UST) - Il 6 settembre 2017 si trovavano collocati al di fuori della famiglia per aver commesso un reato 477 minori, ovvero l'1,5% in più rispetto all'anno precedente. Lo stesso giorno di riferimento erano detenuti negli istituti di pena svizzeri 6863 adulti (l'1% in meno rispetto all'anno precedente). Con il 107% il tasso d'occupazione delle carceri della Svizzera latina è stato più elevato di 20 punti percentuali rispetto al concordato dei Cantoni della Svizzera interna e nord-occidentale e di 27 punti percentuali rispetto alla Svizzera orientale. Questo è quanto emerge dalla più recente statistica sulla privazione della libertà e sull'esecuzione delle sanzioni contro minori dell'Ufficio federale di statistica (UST).

Prima della stabilizzazione degli ultimi anni, dal 2010 (inizio della rilevazione basata su un giorno di riferimento) il numero dei giovani collocati presso terzi si era quasi dimezzato (-44%).

Nel giorno di riferimento del 2017, dei 477 minori collocati al di fuori della famiglia 249 lo erano in attesa della sentenza (cioè già durante la fase d'inchiesta), gli altri 228 dopo una condanna.

Principalmente collocamenti in istituti aperti

Dal 2010 il collocamento presso genitori affidatari è in continua diminuzione (soltanto cinque persone nel 2017 contro 21 nel 2016 e 77 nel 2010). La maggior parte dei minori è accolta in istituti specializzati. Le misure stazionarie di protezione vengono applicate in un istituto aperto nel 74% dei casi per quelle preventive e nell'83% dei casi per quelle a seguito di una condanna, mentre 11 giovani erano in regime di privazione della libertà.

La maggioranza dei minori collocati è di sesso maschile (91%) e ha un'età superiore ai 16 anni (86%). Il 63% dei giovani collocati è svizzero, il 27% è straniero con un permesso B, C o Ci.

Diversi tassi di detenzione tra gli adulti a livello regionale

Nel 2017, in Svizzera il tasso di detenzione è stato di 81 detenuti per 100 000 abitanti. In tre Concordati sull'esecuzione delle pene, la Svizzera latina ha registrato il tasso più elevato (109 detenuti per 100 000 abitanti), segue la Svizzera orientale (71 detenuti) e, infine, la Svizzera nordoccidentale e la Svizzera interna (68 detenuti). I tassi si differenziano sia tra i detenuti non condannati (26 nella Svizzera tedesca, 45 nella Svizzera latina) sia tra quelli condannati (37 nella Svizzera tedesca, 60 nella Svizzera latina).

Poco più della metà dei detenuti era un criminale condannato

Tra le 6863 persone detenute rilevate nel giorno di riferimento del 2017, il 54% era incarcerato in esecuzione di pene e misure, il 24% si trovava in detenzione preventiva e il 12% in esecuzione anticipata della pena. Il 4% (257 persone), ovvero il valore più basso dal 1999, era detenuto nel quadro di misure coercitive ai sensi della legge sugli stranieri.

Rispetto al picco del 2013, il tasso di occupazione è calato di 8 punti percentuali, scendendo al 92,5%, ma ciononostante la situazione in alcune carceri resta tesa. È particolarmente elevato il tasso di occupazione della Svizzera latina (107%). Con l'88% della Svizzera interna e nordoccidentale e l'80% della Svizzera orientale, nella Svizzera tedesca la situazione si è normalizzata.

Informazioni complementari, come tabelle e grafici, si trovano nel PDF seguente.


 

Download comunicato stampa

Lieve aumento del numero dei giovani collocati presso terzi, alto tasso d'occupazione delle carceri della Svizzera occidentale
(PDF, 3 pagine, 147 kB)


Altre lingue


Documenti analoghi

Privazione della libertà ed esecuzione delle sanzioni contro minori 2017


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home.assetdetail.4262362.html