Press release

Veicoli stradali nel 2021: nuove immatricolazioni e parco Alla crisi pandemica fa seguito quella dei microchip: nel 2021 il mercato delle automobili fatica a riprendersi

31.01.2022 - Nel 2021 le nuove immatricolazioni di veicoli a motore in Svizzera sono state 350 056, il 3,9% in più rispetto al 2020, ma ancora il 14,6% in meno rispetto al 2019, anno precedente alla pandemia di COVID-19. Questo valore, mantenutosi basso sul lungo termine, è dovuto alle difficoltà di fornitura legate alla «crisi dei chip». Rispetto all’intero parco automobili, nel 2021 quelle elettriche hanno di nuovo guadagnato terreno, con oltre una nuova immatricolazione su otto (13,2%). Stando alle cifre della statistica dei veicoli stradali pubblicata dall’Ufficio federale di statistica (UST), il parco veicoli a motore totale è cresciuto dell’1,1%, raggiungendo i 6,3 milioni di unità.

Nel 2021, il secondo anno pandemico in Svizzera, il mercato delle automobili era ancora in affanno. Contrariamente al 2020, però, la situazione era tesa soprattutto per quanto concerne l’offerta. La penuria mondiale di alcune componenti elettroniche e le difficoltà nei trasporti internazionali hanno impedito ai produttori di automobili di fornire tutti i veicoli ordinati. Queste le ragioni per cui nel 2021 il numero totale di nuove immatricolazioni si attestava a 350 056 veicoli a motore, pari al 14,6% in meno rispetto al 2019. In confronto al 2020, tuttavia, è stato constatato un lieve aumento, pari al 3,9%. 

Automobili elettriche e ibride sempre in aumento

Con 242 263 unità, nel 2021 le automobili hanno rappresentato oltre i due terzi delle nuove immatricolazioni. La diminuzione rispetto al 2019 è stata del 22,6%, mentre rispetto al 2020 è stato osservato un aumento dell’1,5%.

I vari sistemi di propulsione non hanno presentato gli stessi aumenti. Rispetto al 2020, i veicoli elettrici sono aumentati del 62,1% (32 033 nuove immatricolazioni nel 2021), quelli ibridi ricaricabili del 50,9% (21 789) e quelli ibridi normali del 66,4% (54 515). Le nuove immatricolazioni delle automobili a benzina e a diesel, invece, sono in calo rispettivamente del 15,3 e del 37,1%. Va osservato che molti produttori, dovendo fare i conti con la penuria di microchip elettronici, hanno dato la precedenza ai modelli a propulsione alternativa in modo da ridurre le emissioni di CO2 delle automobili vendute ed evitare quindi sanzioni per gli importatori.

In particolare, la quota di automobili elettriche rispetto alle nuove immatricolazioni totali è passata dall’8,3% del 2020 al 13,2% del 2021. Se vi si aggiungono le ibride ricaricabili (9,0%), si constata che la quota totale delle cosiddette automobili «a ricarica elettrica» (che si possono ricaricare collegandole alla rete elettrica) era del 22,2%. L’obiettivo del 15% di automobili ricaricabili previsto dalla «Roadmap mobilità elettrica 2022» (documento elaborato sotto l’egida del Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni nel 2018) è già stato superato.

Ondata di automobili elettriche in Svizzera orientale e a Zurigo

Nel 2021, il Cantone che, con il 18,7%, ha presentato il più alto tasso di nuove immatricolazioni di automobili puramente elettriche è stato quello di Turgovia, seguito da quello di Sciaffusa, con il 17,5%, e da quello di Zugo, con il 16,4%. Tra le città di oltre 100 000 abitanti, la prima classificata del 2021 per nuove immatricolazioni di automobili elettriche è Zurigo, con il 16,6%, tallonata da San Gallo (16,5%) e Winterthur (16,0%).

Anno da record per motociclette e mobilhome 

Oltre a quelle di automobili, nel 2021 si notano molte nuove immatricolazioni di veicoli che si usano parzialmente o interamente a fini ricreativi. I motoveicoli, infatti, in aumento del 12,8% rispetto al 2020, hanno registrato picchi mai visti, raggiungendo le 56 556 unità. Lo stesso dicasi per le mobilhome, che nel 2021 hanno anch’esse registrato un nuovo record, con 8457 nuove immatricolazioni (+26,4% rispetto al 2020). 

In un altro segmento di mercato, le immatricolazioni di veicoli per il trasporto merci (autofurgoni, autocarri, trattori a sella) sono aumentate del 3,0% rispetto al 2020, raggiungendo le 33 414 unità.

Il parco conta oltre 6,3 milioni di veicoli a motore 

Malgrado il livello basso di nuove immatricolazioni nel confronto a lungo termine, nel 2021 il parco veicoli a motore totale ha continuato ad espandersi, raggiungendo le oltre 6 312 055 unità (al giorno di riferimento del 30 settembre). La crescita rispetto al 2020 è stata dell’1,1%, ovvero di 70 914 veicoli.

Circa i tre quarti del parco è costituito da automobili. Nel 2021 erano 4 688 235, ovvero 29 000 (0,6%) in più rispetto al 2020. La quota di automobili elettriche è passata dallo 0,9% nel 2020 all’1,5% nel 2021, quella delle automobili ibride ricaricabili dallo 0,5% allo 0,9%. Benché sempre nettamente in maggioranza, i carburanti tradizionali perdono importanza: la quota di veicoli a benzina è diminuita dal 66,3% nel 2020 al 65,0% nel 2021, mentre quella dei veicoli a diesel dal 29,6 al 28,9%. 

Balzo in avanti dell’età media delle automobili

A causa soprattutto della pandemia e dei citati problemi di fornitura, negli ultimi due anni l’età media delle automobili ha fatto un vero e proprio balzo in avanti, passando da 8,7 anni nel 2019 a 9,3 nel 2021. Rispetto al 2020, nel 2021 il tasso di motorizzazione è invece rimasto stabile: in Svizzera si annoveravano in media 541 automobili ogni 1000 abitanti. 

Informazioni complementari si trovano nel PDF seguente.


 

Download press release

Alla crisi pandemica fa seguito quella dei microchip: nel 2021 il mercato delle automobili fatica a riprendersi
(PDF, 4 pages, 242 kB)


Other languages


Associated documents

Road vehicles in 2021: new registrations and stock


 

Remark

Our English pages offer only a limited range of information on our statistical production. For our full range please consult our pages in French and German (top right hand screen).

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/en/home/statistics/catalogues-databases/press-releases.assetdetail.20764210.html