Communiqué de presse

Costi del lavoro 2016 Il costo del lavoro varia nel 2016 a seconda dei rami economici e delle dimensioni delle imprese

Neuchâtel, 24 agosto 2018 (UST) - Nel 2016 i costi della manodopera in Svizzera ammontavano, nei settori secondario e terziario riuniti, a 60.05 franchi in media per ora lavorata. Secondo l'Ufficio federale di statistica (UST), i costi non variano solo tra i rami economici, ma spesso anche in funzione delle dimensioni delle imprese.

I costi della manodopera, che comprendono l'insieme delle spese sostenute dalle imprese per l'impiego del personale salariato, rappresentano una parte importante dei costi di produzione di beni e servizi. Composto dai salari e stipendi lordi (79,9% dei costi totali), dai contributi sociali a carico del datore di lavoro (16,9%) e da altri oneri legati segnatamente alla formazione professionale e all'assunzione (3,2%), il costo del lavoro per l'insieme delle imprese dei settori secondario e terziario ammontava nel 2016 a 60.05 franchi per ora lavorata.

Differenze importanti a seconda dei rami economici

Appartengono al terziario i rami che nel 2016 presentavano il costo del lavoro più elevato. Si tratta delle «Attività finanziarie e assicurative», con un costo orario medio di 92.10 franchi, del ramo «Informazione e comunicazione» (77.95 franchi) e delle «Attività professionali, scientifiche e tecniche» (73.50 franchi). Nel settore dei servizi figuravano anche i rami economici con il costo orario più basso, ovvero il ramo delle «Attività amministrative e servizi di supporto» (45.00 franchi) e quello dei «Servizi di alloggio e di ristorazione», che chiude la classifica con un costo orario medio di 36.70 franchi. Le differenze sono meno marcate nel settore secondario, dove nel 2016 il costo orario si situava tra i 51.70 franchi del ramo delle «Costruzioni» e i 72.35 franchi di quello della «Produzione e distribuzione di energia».

Il livello dei costi della mano d'opera, sebbene sia determinato in primo luogo da quello dei salari versati, risulta anche dai contributi sociali a carico dei datori di lavoro. La loro quota nel costo orario medio del lavoro si collocava nel 2016 tra il 14,5% del ramo «Servizi di alloggio e di ristorazione» e il 19,0% riscontrato nell'«Insegnamento».

Costi più elevati nelle medie e grandi imprese

Il costo del lavoro varia anche in funzione delle dimensioni dell'impresa. Nel 2016 infatti, considerando i settori secondario e terziario nel complesso, il costo orario medio del lavoro sostenuto dalle imprese con 50 o più dipendenti (63.35 franchi) era del 25,8% maggiore rispetto a quello registrato nelle imprese piccole con meno di 10 dipendenti (50.35 franchi). Questa marcata differenza è principalmente riconducibile al divario tra livelli di remunerazione. Infatti i salari e stipendi versati dalle imprese con 50 o più dipendenti erano in media del 22,8% più elevati rispetto a quelli percepiti dai dipendenti delle piccole imprese.

Tuttavia questa situazione non è comune a tutti i rami economici e non è legata al loro proprio livello del costo del lavoro: per esempio, sono stati osservati costi orari medi poco influenzati dalle dimensioni delle imprese nel ramo «Attività finanziarie e assicurative», dove il costo del lavoro era del 4,6% più elevato per le grandi imprese, e in quello delle «Attività amministrative e servizi di supporto», dove il costo del lavoro era del 2,4% più elevato per le imprese con meno di 10 salariati rispetto a quelle con 50 o più dipendenti.

Informazioni complementari, come tabelle e grafici, si trovano nel PDF seguente.


 

Télécharger communiqué de presse

Il costo del lavoro varia nel 2016 a seconda dei rami economici e delle dimensioni delle imprese
(PDF, 7 pages, 473 kB)


Autres langues


Documents associés

Coûts du travail 2016


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/fr/home/statistiques/catalogues-banques-donnees/tableaux.assetdetail.5727775.html