Recepimento del regolamento UE relativo alla guardia di frontiera e costiera europea (Sviluppo dell'acquis di Schengen)

Risultati per cantoni, distretti e communi sotto forma di mappa

Risultati per regione linguistica e tipo d'insediamento

Recepimento del regolamento UE relativo alla guardia di frontiera e costiera europea (Sviluppo dell'acquis di Schengen) (Sì in%)
Città-campagna Svizzera tedesca Svizzera francese Svizzera italiana Svizzera
Urbano
Città nucleo 65.6 63.5 67.0 65.3
Altro spazio urbano 75.1 72.7 67.0 74.3
Intermedio 73.4 76.0 65.0 73.6
Rurale 69.2 75.0 64.5 70.4
Totale 71.7 71.9 66.2 71.5
La ripartizione dei Comuni qui utilizzata si basa sulla tipologia città/campagna dell’UST del 2012, che ha sostituito la definizione città/campagna dal 2000. Inoltre, nelle zone urbane le città nucleo vengono considerate separatamente, in quanto per esperienza spesso il comportamento in materia di voto presenta un netto distacco rispetto ai Comuni (urbani) rimanenti. I Comuni nella categoria «intermedia» presentano caratteristiche peculiari sia della città che della campagna.

Anche se la tipologia città/campagna del 2012 è in parte orientata a quella precedente, non è possibile confrontarle direttamente, né allestire serie temporali senza soluzione di continuità. Nel limite del possibile, i risultati delle votazioni comparative precedenti sono stati rappresentati per mezzo della nuova tipologia, tranne che per le votazioni antecedenti al 2010. La contrapposizione città/campagna va perciò interpretata con cautela.

Fonte: UST/statistica delle votazioni

Oggetto

La Svizzera fa parte della rete di sicurezza Schengen. L’Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera (Frontex) assiste a livello operativo gli Stati Schengen nella protezione delle frontiere esterne. La Svizzera collabora con Frontex da oltre dieci anni.

Dalla fine del 2019 Frontex è in una fase di potenziamento nell’UE: il Consiglio federale e il Parlamento hanno deciso che la Svizzera parteciperà a tale ampliamento. Contro questa decisione è stato chiesto un referendum.

Con la riforma, Frontex disporrà di maggiori mezzi finanziari e di più personale. Avrà inoltre nuovi compiti nell’ambito dei rimpatri connessi con una decisione di allontanamento. Sarà inoltre aumentato il personale dell’Ufficio indipendente per i diritti fondamentali, che contribuisce a garantire il rispetto di questi diritti durante le operazioni alle frontiere esterne Schengen.

Gli oppositori sostengono che finanziando l’Agenzia la Svizzera si rende corresponsabile di sue presunte violazioni dei diritti dell’uomo.

Se la Svizzera rifiuta questo sviluppo di Schengen, finisce automaticamente la sua cooperazione con gli Stati Schengen e Dublino, a meno che gli altri Stati dell’UE e la Commissione UE non decidano altrimenti.

Oggetti di precedenti votazioni inerente al medesimo tema

  • Attuazione nel diritto svizzero della direttiva dell'UE sulle armi (2019)
  • Accordi di Schengen e Dublino (2005)

Informazioni supplementari

Tabelle

Tabelle in francese

Carte

Basi statistiche e rilevazioni

Contatto

Ufficio federale di statistica Sezione Politica, cultura e media
Espace de l'Europe 10
CH-2010 Neuchâtel
Svizzera
Tel.
+41 58 463 61 58

Dal lunedì al venerdì
09.00-12.00 e 14.00-16.00

Contatto

Questa immagine conduce alle informazioni più dettagliati su: Dashboard sulle votazioni

Dashboard sulle votazioni della Svizzera

Risultati dettagliati delle votazioni federali

Icon VoteInfo

L'app sulle votazioni della Confederazione e dei Cantoni:

Nota

Le pagine in italiano offrono un contenuto ridotto. Per un'informazione più completa si prega di consultare le pagine in tedesco o francese.

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/statistiken/politik/abstimmungen/jahr-2022/2022-05-15/frontex-referendum.html