Legge federale su un pacchetto di misure a favore dei media

Risultati per cantoni, distretti e communi sotto forma di mappa

Risultati per regione linguistica e tipo d'insediamento

Legge federale su un pacchetto di misure a favore dei media (Sì in%)
Città-campagna Svizzera tedesca Svizzera francese Svizzera italiana Svizzera
Urbano
Città nucleo 54.5 62.9 48.3 55.7
Altro spazio urbano 40.6 56.5 46.0 43.9
Intermedio 37.1 55.8 46.8 41.4
Rurale 34.7 52.6 48.9 39.4
Totale 42.0 57.1 47.4 45.4
La ripartizione dei Comuni qui utilizzata si basa sulla tipologia città/campagna dell’UST del 2012, che ha sostituito la definizione città/campagna dal 2000. Inoltre, nelle zone urbane le città nucleo vengono considerate separatamente, in quanto per esperienza spesso il comportamento in materia di voto presenta un netto distacco rispetto ai Comuni (urbani) rimanenti. I Comuni nella categoria «intermedia» presentano caratteristiche peculiari sia della città che della campagna.

Anche se la tipologia città/campagna del 2012 è in parte orientata a quella precedente, non è possibile confrontarle direttamente, né allestire serie temporali senza soluzione di continuità. Nel limite del possibile, i risultati delle votazioni comparative precedenti sono stati rappresentati per mezzo della nuova tipologia, tranne che per le votazioni antecedenti al 2010. La contrapposizione città/campagna va perciò interpretata con cautela.

Fonte: UST/statistica delle votazioni

Oggetto

Il 13 febbraio 2022 il popolo svizzero si esprime sulla Legge federale su un pacchetto di misure a favore dei media.

Giornali, emittenti radiofoniche e televisive private nonché i media in linea informano ogni giorno la popolazione su quello che accade nella loro regione e in Svizzera. In tal modo contribuiscono al processo di formazione dell’opinione politica e alla coesione sociale.

Nonostante la loro importanza, i media locali e regionali versano in difficoltà finanziarie: gli introiti della pubblicità confluiscono in misura sempre maggiore nelle casse di grandi piattaforme Internet internazionali. Molte testate sono scomparse e anche gli introiti pubblicitari delle emittenti radiofoniche e televisive private diminuiscono.

Il Consiglio federale e il Parlamento intendono rafforzare i media locali e regionali. Già da tempo la Confederazione riduce il costo di distribuzione di giornali in abbonamento. Ora si vuole estendere questa riduzione a giornali a tiratura più elevata e alla distribuzione mattutina, promuovere i media in linea e concedere alle emittenti radiofoniche locali e televisive regionali un sostegno più cospicuo a condizione che si rivolgano prevalentemente a un pubblico svizzero e trattino argomenti in svariati ambiti della politica, dell’economia e della società.

Si prevede di finanziare le misure di promozione con il canone radiotelevisivo e attingendo alle finanze federali.

Oggetti di precedenti votazioni inerente al medesimo tema

  • Modifica della legge federale sulla radiotelevisione (2015)
  • Decreto federale concernente un articolo sulla radiotelevisione (1984)

Informazioni supplementari

Tabelle

Carte

Basi statistiche e rilevazioni

Contatto

Ufficio federale di statistica Sezione Politica, cultura e media
Espace de l'Europe 10
CH-2010 Neuchâtel
Svizzera
Tel.
+41 58 463 61 58

Dal lunedì al venerdì
09.00-12.00 e 14.00-16.00

Contatto

Icon VoteInfo

L'app sulle votazioni della Confederazione e dei Cantoni:

Nota

Le pagine in italiano offrono un contenuto ridotto. Per un'informazione più completa si prega di consultare le pagine in tedesco o francese.

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/statistiken/politik/abstimmungen/jahr-2022/2022-02-13/massnahmenpaket-medien.html