Aspetti metodologici 

Obiettivi

Il sistema di indicatori del Cercle Indicateurs (CI) ha lo scopo di misurare lo sviluppo sostenibile a livello dei Cantoni e delle città. Consente il monitoraggio nel tempo e il confronto tra Cantoni o città (benchmarking). L'Ufficio federale di statistica (UST) è responsabile della gestione del sistema di indicatori e del suo sviluppo concettuale e metodologico.

Ruolo degli indicatori

Nell'ambito del CI, un indicatore è definito come una variabile che illustra un aspetto di un fenomeno complesso (lo sviluppo sostenibile), collegato a un quadro di riferimento (la struttura del sistema) e a cui viene conferita un'evoluzione auspicata. L’evoluzione auspicata deriva dal legame tra l'indicatore e il quadro di riferimento, esplicitato nei testi "Significato dell'indicatore" all'inizio delle pagine web di ciascun indicatore.

Monitoraggio e Benchmarking
Gli indicatori del CI sono strumenti per il monitoraggio e il benchmarking tra Cantoni e città nel campo dello sviluppo sostenibile. In quanto tali, servono da un lato a identificare e misurare i progressi compiuti dai Cantoni e dalle città sulla strada dello sviluppo sostenibile. D'altro canto, consentono ai cantoni e alle città di confrontarsi e di evidenziare le aree in cui esiste un potenziale di miglioramento. A questo proposito, i Cantoni e le città possono beneficiare delle esperienze e delle conoscenze degli altri partecipanti.

Sterzo
Gli indicatori del CI aiutano a creare una panoramica della situazione in termini di sviluppo sostenibile, per identificare le difficoltà future e prendere decisioni basate sui fatti. In quanto tali, sono uno strumento per la gestione complessiva della politica di sviluppo sostenibile cantonale o comunale. Tuttavia, non sono stati concepiti per essere utilizzati direttamente per la valutazione o il controllo di programmi politici specifici. Spesso non esiste una relazione causale diretta tra le misure o gli obiettivi politici stabiliti a livello cantonale o comunale e lo sviluppo o lo stato degli indicatori. Inoltre, eventi esterni e incontrollabili possono influenzare il raggiungimento degli obiettivi politici. Gli indicatori del CI forniscono, invece, un quadro per un'analisi più dettagliata della situazione con l'aiuto di dati o informazioni aggiuntive.

Comunicazione
Gli indicatori sono, per loro stessa natura, strumenti di comunicazione. La scelta di un numero limitato di temi e indicatori consente una rapida panoramica. Tuttavia, questa semplicità non deve andare a scapito della trasparenza nella definizione dei temi e nella scelta degli indicatori. Ogni indicatore è quindi descritto in dettaglio nella propria pagina web.

Cluster
Sono stati inoltre definiti dei cluster di dati complementari agli indicatori, per completare le informazioni fornite dagli indicatori. Tali dati consentono un'analisi più approfondita della situazione, completando, contestualizzando e moderando il messaggio trasmesso dagli indicatori.
I cluster sono stati definiti in base alla precedente struttura del sistema di indicatori (vedi revisione 2022). È previsto un adattamento all'attuale struttura del sistema.  

Struttura del sistema

La struttura di un sistema di indicatori ha lo scopo di fornire un quadro sistematico e logico per la selezione e la comunicazione degli indicatori. Nel caso del CI, la struttura del sistema (il quadro di riferimento, il "cosa misurare") si basa su un'interpretazione dello sviluppo sostenibile comune ai Cantoni e alle città, articolata secondo dieci temi.
Questi dieci temi, elencati di seguito, costituiscono la struttura principale del sistema di indicatori. Ogni indicatore è collegato a un tema e misura un aspetto particolare di quel tema.

I 10 temi sono:

  • Basi naturali della vita
  • Energia e clima
  • Sviluppo territoriale e mobilità
  • Produzione e consumo
  • Formazione, ricerca e innovazione
  • Sistemi economici e finanziari
  • Salute
  • Coesione sociale
  • Condizioni di vita
  • Governance

È anche possibile accedere agli indicatori attraverso le tre dimensioni dello sviluppo sostenibile (ambiente, economia e società) o attraverso i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) dell'Agenda 2030. Queste due “porte d’entrata” non costituiscono il quadro di riferimento, ma solo un'ulteriore modalità di accesso agli indicatori.

Un'analisi dei legami tra i sotto-obiettivi internazionali e svizzeri dell'Agenda 2030 e la struttura del sistema è stata condotta prima della revisione del 2022 (cfr. documento seguente). Ciò ha dimostrato che la vecchia struttura poteva essere ampiamente collegata ad almeno un sotto-obiettivo internazionale o svizzero dell'Agenda 2030.

Documento disponibile solo in tedesco e francese:

Organizzazione

Il CI è un'attività congiunta dell'Ufficio per lo sviluppo territoriale (ARE) e dell'Ufficio federale di statistica (UST), alla quale partecipano attualmente 19 Cantoni e 30 città (si veda il capitolo "Partner"). Questa attività ha due aspetti: da un lato, un'attività statistica, cioè la manutenzione e lo sviluppo del sistema di indicatori, che viene presentato sul sito web dell'UST, e dall'altro, una rete nazionale che gestisce il sistema di indicatori e fornisce una piattaforma per lo scambio di esperienze tra Cantoni e città.

L'ARE ha la responsabilità generale. Gestisce la rete di Cantoni e città partner ed è responsabile dell'utilizzo dei risultati e della promozione del loro impiego nelle politiche di sviluppo sostenibile cantonali e comunali (maggiori informazioni alla voce "Links" in fondo alla pagina). L'UST è responsabile della parte statistica (gestione del sistema di indicatori e sviluppi metodologici, raccolta dei dati e pubblicazione degli indicatori, consulenza sull'uso del sistema di indicatori).

Il CI è gestito in modo partecipativo. La collaborazione e la distribuzione dei compiti e delle competenze tra i Cantoni e le città partner, l'ARE e l'UST sono specificate negli statuti. Le decisioni importanti vengono prese dall'organo responsabile, che comprende i Cantoni e le città partner, l'ARE e l'UST. In linea di principio, le decisioni vengono prese per consenso. Se ciò non è possibile, le decisioni vengono prese a maggioranza. Ogni ufficio federale, ogni Cantone e ogni città dispone di un voto. I principi della statistica pubblica sono osservati nel settore statistico. Il CI dispone anche di un comitato consultivo strategico, composto da membri dell'organo responsabile, che consiglia l'ARE e l'UST sugli sviluppi strategici dell'attività.

Partner

Poiché il CI è un'attività congiunta tra l'UST, l'ARE e le città e i Cantoni interessati, è richiesto un contributo finanziario da parte di ciascun partner, oltre a determinati servizi. I Cantoni e le città sono quindi tenuti a raccogliere dati, ad esempio. Si raccomanda tuttavia una dimensione minima di circa 5000 abitanti per le città, per motivi di disponibilità dei dati e di rilevanza degli indicatori.

Elenco dei Cantoni e delle città partner con la loro data di ingresso nel CI.

Pubblicazione dei risultati

Uniformità degli indicatori per il Profilo dei punti di forza e di debolezza

Per poter confrontare indicatori con unità diverse su un grafico del profilo punti di forza-debolezza, è necessario standardizzare tali indicatori. Questa standardizzazione si ottiene calcolando un valore utile per ciascun indicatore su una scala da 0 a 10.
I valori utili sono calcolati sulla base dello sviluppo auspicato dell'indicatore e del suo risultato in relazione ai limiti superiori e inferiori definiti. I dettagli del calcolo dei valori utili sono presentati nel documento seguente (documento disponibile solo in tedesco e francese).

2022 Recension

Contatto

Ufficio federale di statistica Sezione Ambiente, sviluppo sostenibile, territorio
Espace de l'Europe 10
CH-2010 Neuchâtel
Svizzera

Contatto

Nota

Le pagine in italiano offrono un contenuto ridotto. Per un'informazione più completa si prega di consultare le pagine in tedesco o francese (cfr. link qui sopra).

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/statistiken/nachhaltige-entwicklung/cercle-indicateurs/methodische-aspekte.html