Spesa per la protezione dell’ambiente

Il conto per la spesa della protezione dell’ambiente (EPEA – Environmental Protection Expenditure Accounts) misura lo sforzo finanziario delle economie domestiche, delle imprese e delle amministrazioni pubbliche (comprese le istituzioni senza scopo di lucro al servizio delle economie domestiche – ISLED) destinate alla prevenzione, alla riduzione e all’eliminazione dell’inquinamento o di tutte le altre degradazioni dell'ambiente.

  2000 2010 2017
Spesa nazionale per la protezione dell’ambiente      
  totale, in miliardi di franchi 8,5 10,8 12,5
    di cui delle economie domestiche
1,6 2,3 2,6
    di cui delle imprese 3,8 4,7
6,1
    di cui dell’amministrazione pubblica e ISLED
3,1 3,8 3,8
  totale, in % del PIB 1,8% 1,8% 1,9%
2017: provvisorio Fonte: UST – Contabilità ambientale, Conti nazionali

Informazioni supplementari

Tabelle

Dati

Pubblicazioni

Comunicati stampa

Metodologie

I dati relativi alla spesa nazionale per la protezione dell’ambiente provengono dai conti dell’ambiente realizzati dall’Ufficio federale di statistica (UST). Il metodo per la realizzazione del conto della spesa per la protezione dell’ambiente (Environmental protection expenditure accounts EPEA) sono stati sviluppati da Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione europea sulla base del System of Environmental and Economic Accounting (SEEA) dell’ONU.

La spesa nazionale per la protezione dell'ambiente misura lo sforzo finanziario delle economie domestiche, delle imprese e delle amministrazioni pubbliche (comprese le istituzioni senza scopo di lucro al servizio delle economie domestiche – ISLED) per la prevenzione, la riduzione o l’eliminazione dell’inquinamento o di qualsiasi altro degrado ambientale.

La sua definizione è data dalla somma:

  • degli utilizzi dei servizi di protezione ambientale da parte delle unità residenti, ovvero:
    - consumo finale delle amministrazioni pubbliche (quota dei servizi di protezione ambientale non commerciali, di cui nessun attore in particolare si assume le spese, che è presa a carico dalle amministrazioni pubbliche stesse);
    - consumo finale delle economie domestiche (p.es. tasse comunali di gestione dei rifiuti e delle acque reflue; sovraccosto legato all’acquisto di prodotti alimentari biologici);
    - consumo intermedio delle imprese (p.es. tasse comunali e altri pagamenti di gestione dei rifiuti e delle acque reflue; spese di esercizio, di manutenzione, di riparazione degli impianti destinati alla protezione ambientale; spese di studio, di formazione o di certificazione ambientale);
  • della formazione lorda di capitale fisso di protezione dell’ambiente (p. es. investimenti in beni d'equipaggiamento quali filtri per il fumo, contenitori, tritarifiuti e impianti di incenerimento dei rifiuti, impianti di trattamento delle acque reflue, sistemi di combustione perfezionati, materiale rotabile poco rumoroso ecc.)
  • dei transfer per la protezione ambientale versati al resto del mondo, al netto dei transfer ricevuti dal resto del mondo;

Le attività che, pur avendo un impatto favorevole sull’ambiente, servono in primo luogo a scopi diversi dalla tutela ambientale (p.es. garantire o potenziare la sicurezza e la salute del personale sul posto di lavoro, proteggere le infrastrutture da rischi naturali e tecnologici, purificare per ragioni tecniche l’acqua o l’aria all’interno delle industrie) sono escluse.

La misura della spesa nazionale per la protezione ambientale è calcolata in maniera coerente con i conti nazionali. Essa si basa solo su dati già disponibili. Se non erano disponibili informazioni, in particolare sulla ripartizione per settore ambientale, sono state effettuate stime.

La misurazione del grado di copertura dei costi pubblici di gestione delle acque reflue, a livello di Comuni, Cantoni e Confederazione si basa su una valutazione della statistica finanziaria dell'Amministrazione federale delle finanze (AFF). Tali costi includono le spese correnti così come una stima delle spese di ammortamento (media delle spese d’investimenti su tutti gli anni disponibili) e delle spese d’interesse. I gettiti corrispondono alle spese per gli atti amministrativi, alle compensazioni per uso e prestazione di servizi e alle tasse di allacciamento (stima della media di contributi per investimenti su tutti gli anni disponibili). Questo metodo si basa su quello sviluppato dall’Amministrazione federale delle finanze (AFF) per calcolare l’indice finanziamento mediante tasse o emolumenti nei Cantoni e nei Comuni.

Definizioni

Link

Basi statistiche e rilevazioni

Contatto

Ufficio federale di statistica Sezione Ambiente, sviluppo sostenibile, territorio
Espace de l'Europe 10
CH-2010 Neuchâtel
Svizzera

Contatto

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/statistiche/territorio-ambiente/contabilita-ambientale/spesa-protezione-ambiente.html