Indicatore di legislatura: Tasso di diplomati del livello secondario II


Estratto dall’obiettivo 5: la Svizzera si è affermata nel panorama internazionale quale polo intellettuale e industriale competitivo grazie alla sua leadership in materia di educazione, ricerca e innovazione (ERI). Lo scopo del nostro Consiglio è conservare tale posizione di spicco anche alla luce della pressione crescente della concorrenza globale e del ritmo vertiginoso degli sviluppi nel settore della digitalizzazione. […] Per preservare il vantaggio concorrenziale nel settore della formazione, riteniamo che provvedere allo sviluppo del sistema di formazione duale e costituisca un importante fattore di successo. Al fine di fronteggiare la penuria di personale qualificato, il sistema di formazione dovrebbe porre l’enfasi con più forza e maggiore dinamismo sulle esigenze del mercato.

Significato dell’indicatore: adopo la scuola dell’obbligo la maggior parte dei giovani frequenta una scuola di livello secondario II. Un diploma di livello secondario II permette non solo di accedere al livello di formazione successivo, ma prepara anche i giovani a inserirsi nel mercato del lavoro come personale qualificato. Il livello secondario II si suddivide in cicli di formazione professionale (formazione professionale di base) e cicli di formazione generale (scuole di maturità liceale e scuole specializzate).
L’indicatore mostra la quota dei giovani adulti che hanno abbandonato la scuola dell’obbligo prima dei 25 anni e conseguito un primo diploma di livello secondario II in Svizzera nell’anno di riferimento rispetto alla popolazione di riferimento coetanea.

Obiettivo quantificabile: nel sistema di formazione permeabile e di alta qualità vengono rafforzate la formazione professionale e la cultura generale, quali importanti capisaldi per la promozione di nuove leve qualificate. Il tasso di diplomati del livello secondario II aumenta, la disoccupazione giovanile resta bassa nel raffronto internazionale.

Commento

Nel 2018 il tasso di diplomati del livello secondario II ha raggiunto il 90,4% della popolazione nella fascia di età corrispondente (fino a 25 anni). Per le donne la quota era leggermente più elevata rispetto a quella degli uomini. Il livello secondario II comprende i diplomi della formazione professionale come pure della formazione generale. Mentre gli uomini conseguono più frequentemente un diploma nell’ambito della formazione professionale di base, le donne ne ottengono più spesso uno nell’ambito di una formazione generale.

Il conseguimento di un diploma di livello secondario II contribuisce in modo significativo a minimizzare i rischi sul mercato del lavoro. Le persone senza formazione postobbligatoria hanno prospettive limitate sul mercato del lavoro. Nel 2019, l’11% della popolazione di età compresa tra i 25 e i 64 anni aveva completato solo la scuola dell’obbligo quale massimo grado di formazione. Questa quota è diminuita negli ultimi 10 anni.

Un diploma di livello secondario II permette il passaggio al livello terziario. Di coloro che hanno ottenuto un diploma di livello secondario II nel 2013, il 49,2% ha iniziato nei cinque anni successivi una formazione di livello terziario. Quasi nel triplo dei casi, le persone in possesso di un diploma di formazione generale (maturità liceale, diploma di una scuola specializzata) hanno iniziato una formazione di livello terziario rispetto a quelle in possesso di un diploma di formazione professionale di base (attestato federale di capacità, certificato federale di formazione pratica, maturità professionale).


Tabelle

Metodologia

L'indicatore mostra la quota della popolazione che ha abbandonato la scuola dell’obbligo prima dei 25 anni e che nell’anno di riferimento ha conseguito in Svizzera quale primo diploma di livello secondario II un attestato federale di capacità (AFC), un certificato federale di formazione pratica (CFP), un diploma di maturità liceale o un diploma di una scuola specializzata. Vengono presi in considerazione anche i diplomi delle scuole internazionali in Svizzera secondo la statistica dei diplomi (SBA).

L’indicatore è calcolato come quota netta, cumulando le percentuali di persone certificate di una determinata età rispetto alla popolazione di riferimento della stessa età in tutte le coorti di età interessate. Per migliorare la stabilità dei risultati viene calcolata una media flessibile di durata triennale. La quota per l’anno X corrisponde quindi alla media dei valori ottenuti per gli anni X-1, X e X+1.

La popolazione di riferimento è costituita da tutte le persone che al momento in cui hanno terminato la scuola dell’obbligo vivevano in Svizzera. Sono esclusi i frontalieri e le persone che, a seguito della recente immigrazione, sono arrivate in Svizzera dopo la scuola dell’obbligo. Non sono nemmeno conteggiati i giovani che hanno lasciato il Paese prima di ottenere un diploma di livello secondario II.

Il tirocinio, il pretirocinio e le formazioni transitorie non sono considerate. Non sono prese in considerazione nemmeno la maturità professionale né quella specializzata, perché si tratta di un secondo diploma (ottenuto dopo l’attestato federale di capacità o in parallelo).

Il tasso dei primi diplomi di livello secondario II è pubblicato annualmente dall’Ufficio federale di statistica (UST) nell’ambito del progetto «Analisi longitudinali nel settore della formazione» (LABB). I dati sulla popolazione di riferimento provengono dalla statistica della popolazione e delle economie domestiche (STATPOP).

Definizioni

Fonti

Contatto

Ufficio federale di statistica Sezione Ambiente, sviluppo sostenibile, territorio
Espace de l'Europe 10
CH-2010 Neuchâtel
Svizzera

Contatto

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/statistiche/temi-trasversali/monitoraggio-programma-legislatura/tutti-indicatori/indirizzo-politico-1-prosperita/tasso-diplomati-secondario-ii.html