Scenari per la Svizzera

Dal 1984, su incarico del Consiglio federale l'Ufficio federale di statistica elabora periodicamente scenari sull'evoluzione demografica in Svizzera. Le proiezioni sull’evoluzione demografica si basano su ipotesi riguardanti l’evoluzione della popolazione in Svizzera, l’attività professionale e il livello di formazione. Gli scenari 2020-2050 sono stati pubblicati nel maggio 2020.

La combinazione delle ipotesi di riferimento costituisce lo scenario di riferimento A-00-2020, la combinazione delle ipotesi alte lo scenario B-00-2020 «alto», e la combinazione delle ipotesi basse lo scenario C-00-2020 «basso».

Popolazione residente permanente secondo i tre scenari di base

La Svizzera contava circa 6,8 millioni di abitanti permanenti nel 1990.
La popolazione elvetica è fortemente aumentata da allora fino ad arrivare a 8,5 milioni di abitanti nel 2018. Gli scenari evidenziano un rafforzamento di questa tendenza:

  • Lo scenario di riferimento prevede un ulteriore incremento della popolazione residente sino al 2050 a circa 10,4 milioni.
  • Lo scenario «alto» prevede un rapido aumento della popolazione che a fine 2050 raggiungerebbe gli 11,4 milioni.
  • Lo scenario «basso» prevede invece un aumento più lento della popolazione, che a fine 2050 raggiungerebbe i 9,5 milioni.
Popolazione residente permanente, alla fine dell'anno
  Scenario di riferimento
Scenario basso
Scenario alto

2020

8 688.2

8 717.5

8 658.7

2025

9 058.3

9 178.3

8 937.9

2030

9 430.8

9 672.2

9 189.4

2035

9 758.5

10 146.9

9 371.7

2040

10 015.4

10 572.6

9 463.5

2045

10 235.3

10 979.7

9 502.5

2050

10 440.6

11 385.7

9 516.9

Fonte: UST - SCENARIO

Struttura in base al sesso e all'età

La struttura dell’età della popolazione svizzera subirà nei prossimi decenni notevoli cambiamenti. Nei prossimi 30 anni, l’invecchiamento della popolazione sarà da ricondurre agli elementi seguenti:

  • il calo delle nascite registrato negli ultimi decenni che non permette il rinnovo delle generazioni;
  • le generazioni a forte natalità nate tra il 1950 e il 1970 in Svizzera o immigrate in Svizzera in quel ventennio e sino a oggi raggiungono poco a poco l'età pensionabile;
  • l’invecchiamento della popolazione rafforzato dall’aumento della speranza di vita determina un incremento del numero di persone molto anziane.

La frequenza delle nascite rimane ferma a livelli bassi e la mortalità è in costante diminuzione anche dopo il 2050: questo fa si che la percentuale delle persone anziane continuerà a rimanere elevata anche quando la generazione del baby boom, tra oltre 50 anni, non sarà più in vita.

Lo scenario di riferimento parte dal presupposto che le persone tra 20 e 64 anni aumenteranno leggermente nei prossimi 30 anni, passando da 5,3 milioni nel 2018 a 5,5 milioni nel 2030, a 5,6 milioni nel 2040 e a 5,8 milioni nel 2050. Il loro numero crescerà tuttavia meno rapidamente di quello delle persone di più di 65 anni e la loro percentuale rispetto alla popolazione complessiva diminuirà dal 61,5% nel 2018 al 57,8% nel 2030, al 56,0% nel 2040 e al 55,1% nel 2050.

Informazioni supplementari

Comunicati stampa

Contatto

Ufficio federale di statistica Sezione Demografia e migrazione
Espace de l'Europe 10
CH-2010 Neuchâtel
Svizzera

Contatto

Nota

Le pagine in italiano offrono un contenuto ridotto. Per un'informazione più completa si prega di consultare le pagine in tedesco o francese (cfr. link qui sopra).

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/statistiche/popolazione/evoluzione-futura/scenari-svizzera.html