Communicato stampa

Effettivi ed evoluzione della popolazione della Svizzera: risultati definitivi per il 2015 Uri è l'unico Cantone in cui la popolazione diminuisce

Neuchâtel, 26.08.2016 (UST) - Nel 2015 la popolazione della Svizzera è aumentata dell'1,1%, in modo meno marcato rispetto al 2013 e al 2014. Detta evoluzione è avvenuta tenendo in considerazione nascite, decessi, immigrazioni ed emigrazioni. Gli eventi demografici incidono in modo diverso sulla crescita demografica dei Cantoni: la popolazione è aumentata ovunque tranne che nel Canton Uri. La Svizzera conta ormai 2 milioni di stranieri. Sono questi i risultati definitivi della statistica della popolazione e delle economie domestiche dell'Ufficio federale di statistica (UST).

Alla fine del 2015 la popolazione residente permanente della Svizzera contava 8 327 100 persone, pari a un aumento di 89 500 persone (+1,1%) rispetto al 2014, aumento tuttavia meno consistente di quello registrato nel 2013 (+1,3%) e nel 2014 (+1,2%). La progressione della popolazione risulta prevalentemente dall'apporto del saldo migratorio. Occorre tuttavia notare che, contrariamente a numerosi Paesi dell'Unione europea (UE), all'aumento della popolazione in Svizzera contribuisce anche l'incremento naturale, ovvero la differenza tra nascite e decessi. In alcuni Paesi, come la Germania, la Grecia, l'Italia o il Portogallo, i decessi sono infatti stati superiori alle nascite. Nove Cantoni hanno registrato un'evoluzione demografica superiore o uguale a quella della Svizzera (+1,1%). Zugo, Vaud e Ginevra sono quelli con gli aumenti più consistenti, pari a rispettivamente +1,7%, +1,6% e +1,5%, mentre Neuchâtel e i Grigioni quelli con le progressioni più moderate (+0,4%). Uri è l'unico Cantone in cui la popolazione è diminuita.

L'incidenza dei movimenti migratori internazionali

La migrazione internazionale è il primo fattore di crescita demografica nel nostro Paese. Nel 2015 la Svizzera registrava 188 500 immigrazioni e 116 600 emigrazioni, pari a un saldo migratorio di 71 900 persone di nazionalità svizzera ed estera. Nel 2015 il saldo migratorio, in calo sin dal 2013, è retrocesso del 5,7% rispetto al 2014. I principali gruppi di persone che raggiungono o lasciano il nostro Paese sono italiani, francesi, tedeschi, portoghesi e spagnoli. Il maggior numero di immigrazioni e di emigrazioni rispetto alla popolazione residente nel rispettivo Cantone si riscontra in quelli di Ginevra, Basilea-Città e Vaud (51, 38 e 37 immigrazioni ogni 1000 abitanti; 34 e rispettivamente 23 emigrazioni ogni 1000 abitanti). Nei suddetti Cantoni il saldo migratorio in rapporto alla popolazione è quindi più elevato. Appenzello Interno, il fanalino di coda della classifica dei Cantoni, presenta i tassi più bassi, ovvero nove immigrazioni e sei emigrazioni ogni 1000 abitanti. Il suo incremento netto di popolazione dovuto alla migrazione internazionale, di conseguenza, è uno dei più esigui della Svizzera (4‰), al pari di quello dei Cantoni Svitto e Uri.

L'importanza relativa delle nascite

L'incremento naturale contribuisce in misura minima all'aumento della popolazione. Nel 2015 la Svizzera ha registrato 86 600 nati vivi e 67 600 decessi, ovvero una crescita naturale di 19 000 persone. Il numero di nascite e di decessi sono in crescita di, rispettivamente, +3,1 e +5,7% rispetto all'anno precedente. Zurigo, Appenzello Interno, Ginevra e Friburgo presentano i tassi di natalità più elevati, con oltre 11 nascite ogni 1000 abitanti. I tassi di natalità più contenuti si constatano nei Cantoni di Uri, Grigioni, Sciaffusa e Ticino, con meno di nove nascite ogni 1000 abitanti (CH: 10,5‰). Uri e Basilea-Città registrano i tassi di mortalità più elevati della Svizzera, con oltre 10 decessi ogni 1000 abitanti. Nei Cantoni di Friburgo e Zugo i tassi di mortalità ammontano a meno di sette decessi ogni 1000 abitanti (CH: 8,2‰). Nel 2015 Ticino, Sciaffusa, Basilea-Città e Uri hanno registrato più decessi che nascite. Di conseguenza, per questi Cantoni l'eccedenza di decessi è un fattore di decremento demografico.

In crescita la popolazione straniera

Il numero di cittadini stranieri residenti permanenti in Svizzera supera la soglia dei due milioni. Ammonta a 2 048 700 persone, pari al 24,6% della popolazione residente permanente, di cui 396 600 sono nate in Svizzera e 1 652 100 all'estero. Tra gli stranieri nati fuori dalla Svizzera, il 44% risiede in Svizzera in modo permanente da dieci anni o più. Le comunità straniere più grandi che risiedono nel nostro Paese sono quelle italiana, tedesca, portoghese, francese e kosovara, che insieme costituiscono oltre la metà dei residenti permanenti stranieri (54%). Le quote di stranieri più elevate sono state osservate nei Cantoni che presentano il saldo migratorio maggiore, ovvero Ginevra (41%), Basilea-Città (35%) e Vaud (34%). Obvaldo, Giura, Nidvaldo, Uri e Appenzello Interno presentano percentuali inferiori al 15%. Nel 2015, il 2,1% dei titolari di un permesso di domicilio o di dimora ha acquisito la nazionalità svizzera, ovvero 40 700 persone. Il numero di naturalizzazioni è salito del 23,9% rispetto al 2014. Sette Cantoni hanno presentato un tasso lordo di naturalizzazione superiore a quello della Svizzera: si tratta di Ginevra (3,6%), Zurigo (2,7%), Vallese (2,5%), Lucerna (2,3%), Appenzello Interno, Neuchâtel e Giura (rispettivamente 2,2%). All'ultimo posto della classifica si situa il Canton Glarona con un tasso lordo di naturalizzazione dello 0,9%.


 

Download comunicato stampa

Uri è l'unico Cantone in cui la popolazione diminuisce
(PDF, 8 pagine, 234 kB)


Altre lingue


Documenti analoghi

Stato e evoluzione della popolazione in Svizzera: risultati definitivi 2015


 

Nota

Le pagine in italiano offrono un contenuto ridotto. Per un'informazione più completa si prega di consultare le pagine in tedesco o francese (cfr. link qui sopra).

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/statistiche/popolazione/effettivo-evoluzione/distribuzione-geografica.assetdetail.560693.html