Comunicato stampa

Movimento naturale della popolazione nel 2019: risultati provvisori Leggero aumento dei decessi e dei divorzi nel 2019

24.02.2020 - Il 2019 è stato caratterizzato da una lieve progressione del numero di decessi e di divorzi. I matrimoni, le unioni domestiche registrate e le nascite, comprese quelle al di fuori del matrimonio, sono attualmente in calo rispetto al 2018. Questi sono i risultati provvisori della statistica del movimento naturale della popolazione realizzata dall’Ufficio federale di statistica (UST).

I risultati annuali provvisori per il 2019 mostrano due tendenze ben definite. Da una parte, il numero di decessi è aumentato dello 0,3% rispetto al 2018, evoluzione dovuta essenzialmente all’invecchiamento della popolazione. Dall’altra, i divorzi aumentano dello 0,4% rispetto all’anno precedente.

Più decessi di donne che di uomini

Nel 2019 sono decedute 67 300 persone, ovvero 200 in più rispetto all’anno precedente (+0,3%). Tale aumento interessa sia gli Svizzeri (+1,2%) che gli uomini e le donne (risp. +0,2 e +0,5%) e riguarda in particolare le persone anziane. Tra quelle di 65 anni o più, il numero di casi passa da 58 300 nel 2018 a 59 100 nel 2019 (+1,4%).

Questa evoluzione al rialzo si osserva in metà dei Cantoni, ovvero nei Cantoni di Basilea Campagna, Zurigo, Friburgo, Berna, Ticino, San Gallo, Argovia, Sciaffusa, Appenzello Esterno, Vallese, Obvaldo, Nidvaldo e Glarona.

Più divorzi tra le persone straniere

Nel 2019 sono stati pronunciati 16 600 divorzi, che corrispondono a un incremento dello 0,4% rispetto all’anno precedente. Ad aumentare sono in particolare quelli tra coniugi stranieri; il loro numero è infatti passato da 3900 a 4300 (+10,4%). Per quanto riguarda i coniugi svizzeri, così come per le coppie composte da una persona di nazionalità svizzera e un’altra di nazionalità straniera, il numero di divorzi è attualmente in calo. Quindici Cantoni presentano un aumento superiore a quello della Svizzera (+0,4%), ovvero Zurigo, Appenzello Esterno, Zugo, Friburgo, Ticino, San Gallo, Vaud, Turgovia, Basilea Città, Argovia, Nidvaldo, Svitto, Uri, Sciaffusa e Obvaldo.

La durata media di un matrimonio al momento del divorzio continua a essere di 15 anni. Se il comportamento della popolazione osservato nel 2019 dovesse confermarsi in futuro, secondo una stima provvisoria due matrimoni su cinque (40,4%) potrebbero concludersi con un divorzio.

Aumento delle unioni domestiche registrate nei Cantoni romandi

I dati provvisori mostrano un calo dei matrimoni del 6,2% rispetto al 2018. Le celebrazioni registrate nel 2019 sono state in tutto 38 200. Questo calo riguarda sia i matrimoni fra coniugi svizzeri (–4,6%) che quelli fra cittadini stranieri (–13,1%), come pure i matrimoni misti (–5,1%).

Dalla metà degli anni '90 il numero di matrimoni si avvicina a 40 000 all’anno, mentre la popolazione continua ad aumentare, facendo così abbassare la nuzialità, ovvero la propensione a sposarsi. Il numero di matrimoni è diminuito in quasi tutti i Cantoni. Fanno eccezione i Cantoni di Appenzello Interno ed Esterno, Uri e Sciaffusa, dove aumenta, nonché quelli di Obvaldo e Basilea Campagna, dove resta stabile.

Quasi 650 coppie dello stesso sesso hanno optato per l’unione domestica registrata, il che rappresenta una flessione del 7,9% rispetto al 2018. Tale calo è più netto per le coppie di donne (–10,9%) che per quelle di uomini (–5,9%). Ciononostante si nota che il numero di unioni domestiche registrate è aumentato nei Cantoni di Svitto, Friburgo, Soletta, Basilea Città, Basilea Campagna, San Gallo, Ticino, Vallese, Neuchâtel, Ginevra e Giura.

Aumento delle nascite nel Cantone del Giura

Secondo i risultati provvisori, le nascite sono diminuite del 4,4%, passando dalle 87 900 del 2018 alle 84 000 del 2019. Il loro numero aumenta nel Cantone del Giura e rimane stabile nei Cantoni di Appenzello Interno e Neuchâtel. Diminuisce invece in tutti gli altri Cantoni. Sulla base dei dati provvisori, l’età media della madre alla nascita del primo figlio continua a crescere, raggiungendo i 31 anni.

Quasi un figlio su cinque nasce da genitori non sposati. Nel 2018 sono state registrate 22 600 nascite fuori dal matrimonio contro le 21 900 del 2019 (–3,2%). Al contempo, il numero di riconoscimenti di paternità è diminuito passando a 21 500 casi, ovvero l’1,8% in meno rispetto all’anno precedente.

Informazioni complementari, come tabelle, si trovano nel PDF seguente.


 

Download comunicato stampa

Leggero aumento dei decessi e dei divorzi nel 2019
(PDF, 9 pagine, 274 kB)


Altre lingue


Documenti analoghi

Movimento naturale della popolazione nel 2019: risultati provvisori


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/statistiche/popolazione.assetdetail.11887810.html