Comunicato stampa

Costi e finanziamento dei trasporti nel 2015 Costi dei trasporti: aumento del 4% nell'arco di cinque anni

08.04.2019 - Nel 2015 i trasporti in Svizzera hanno generato costi economici pari a circa 90 miliardi di franchi, ovvero il 4% in più rispetto al 2010. Gli incrementi più marcati sono quelli registrati dall’aviazione (+14%) e dal trasporto su rotaia (+12%). Sono invece rimasti relativamente stabili i costi del trasporto motorizzato su strada (+2%), responsabile dei quattro quinti dei costi globali dei trasporti. Nessuno dei gruppi di utenti dei trasporti ha assunto integralmente i costi generati. È quanto emerge dalle ultime cifre relative ai costi e al finanziamento dei trasporti dell’Ufficio federale di statistica (UST).

In Svizzera, nel 2015 il trasporto motorizzato via terra, aria e acqua ha generato costi economici globali pari a 89,7 miliardi di franchi, pari a circa 11 000 franchi per abitante. Tre quarti dei costi sono riconducibili al trasporto di persone, un quarto a quello di merci.

Il vettore di trasporto più caro, con una quota dell’80%, è risultata la strada, che però è anche stata quella che ha registrato più traffico in assoluto. Le percentuali relative al trasporto ferroviario (12%), al trasporto aereo (7%) e alla navigazione (0,4%) si situavano nettamente al di sotto.

I costi dei trasporti hanno segnato un incremento globale del 4% rispetto al 2010. I costi dell’aviazione (+14%) e del trasporto ferroviario (12%) hanno registrato aumenti consistenti, mentre quelli del trasporto motorizzato su strada sono cresciuti in modo più contenuto (+2%). Ad aver dato un impulso alla crescita all’aviazione è stato il numero dei passeggeri in rialzo (+27%), mentre in ambito ferroviario i cospicui investimenti.

Considerando i vettori di trasporto nel loro insieme, le spese per i mezzi di trasporto costituivano la voce di bilancio più grande in assoluto (59%). Nel 2015 alla manutenzione e allo sviluppo dell’infrastruttura dei trasporti era riconducibile il 17% dei costi globali, agli incidenti della circolazione il 12% e ai danni ad ambiente e salute correlati ai trasporti il 13%.

La collettività partecipa alle spese

I costi non vengono coperti soltanto dagli utenti stessi, ma anche dallo Stato e dalla collettività, ovvero da persone che pur non essendo coinvolte subiscono le ripercussioni negative del traffico. La quota maggiore di finanziamento da parte degli utenti è stata quella relativa alla strada (86%). Nondimeno, nel 2015 il trasporto su strada ha generato per la collettività costi pari a 8,6 miliardi di franchi, riconducibili agli incidenti stradali e ai danni ad ambiente e salute correlati ai trasporti. Ciò significa che gli oneri per la collettività causati dai trasporti su strada sono stati quasi quattro volte superiori a quelli degli altri vettori di trasporto riuniti.

Il traffico ferroviario beneficia di un sostegno statale volto a garantire una copertura di base capillare e a favorire il trasferimento dei flussi di traffico dalla strada alla rotaia. Nel 2015 per il trasporto ferroviario la Confederazione, i Cantoni e i Comuni hanno speso 4,7 miliardi di franchi, un costo quasi pari a quello assunto dai passeggeri stessi (5,0 mia. fr.). In un confronto quinquennale, lo Stato ha comunque ridotto la propria quota di finanziamento di due punti percentuali, scendendo al 43%, con un corrispettivo aumento del finanziamento da parte degli utenti al 46%. Nel traffico aereo i passeggeri, mediante l’acquisto dei biglietti, hanno fatto fronte all’81% dei costi globali. La collettività ha dovuto coprire i rimanenti 1,1 miliardi di franchi, perlopiù dovuti ai danni ambientali.

Spesi 26 miliardi di franchi per le automobili

Nel 2015, gli Svizzeri hanno speso ben 26,1 miliardi di franchi per l’acquisto, l’esercizio e la manutenzione di automobili. Questa cifra corrisponde in media a 46 centesimi per ogni veicolo-chilometro percorso in Svizzera. Conteggiando anche i costi per l’infrastruttura e gli incidenti causati dalle automobili e quelli per i danni ad ambiente e salute, risultano costi globali pari a 79 centesimi per chilometro percorso in automobile. Nel 2010 lo stesso valore si situava ancora a 85 centesimi. La riduzione è da ricondurre in particolare ai minori costi degli incidenti.

Marcato aumento dei costi per gli autofurgoni

Nel 2015 il traffico merci ha generato costi per un totale di 20,9 miliardi di franchi, di cui 18,6 per i trasporti su strada e 2,2 per quelli su rotaia. Dal 2010 il traffico di veicoli leggeri per il trasporto merci (in maggioranza autofurgoni) ha registrato un netto rincaro del 18%, mentre i costi legati ai veicoli pesanti per il trasporto merci (autocarri e trattori a sella) sono rimasti quasi invariati (+1%). Questo a causa del forte aumento del traffico degli autofurgoni.

Trasporti sul Reno meno cari

Nel 2015 sono stati per la prima volta considerati anche i costi della navigazione sul Reno, che ammontavano a 144 milioni di franchi. Alla luce dell’elevato tonnellaggio e dei limitati costi infrastrutturali, i costi per chilometro della navigazione sul Reno, pari a 7 centesimi per tonnellata di merci, erano ampiamente al di sotto di quelli dei trasporti su rotaia (17 ct.) o mediante veicoli stradali pesanti (55 ct.). Tuttavia, le imbarcazioni sono utilizzabili soltanto per trasporti di importazione o esportazione.

Danni climatici: i trasporti stradali superano l’aviazione

Su un totale di 11,8 miliardi di franchi di costi per l’ambiente e la salute correlati ai trasporti, l’89% (9,5 mia. fr.), ovvero la grande maggioranza, va attribuito ai trasporti motorizzati su strada. Di questi, 3,3 miliardi di franchi sono da ricondurre alle emissioni di inquinanti atmosferici del traffico stradale, altri 2,2 alle emissioni foniche e 1,6 alle ripercussioni sul clima a causa delle emissioni di gas serra. I costi dei trasporti su strada in ambito climatico si sono così attestati, in cifre assolute, a quasi il doppio di quelli dell’aviazione (0,8 mia.). I danni climatici causati dall’aviazione sono tuttavia maggiori di quelli del traffico stradale se considerati in percentuale (il 13% contro il 3%).

Informazioni complementari si trovano nel PDF seguente.


 

Download comunicato stampa

Costi dei trasporti: aumento del 4% nell'arco di cinque anni
(PDF, 5 pagine, 380 kB)


Altre lingue


Documenti analoghi

Conferenza stampa - Costi e finanziamento dei trasporti nel 2015


 

Nota

Le pagine in italiano offrono un contenuto ridotto. Per un'informazione più completa si prega di consultare le pagine in tedesco o francese (cfr. link qui sopra).

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/statistiche/mobilita-trasporti/costi-finanziamento.assetdetail.7926959.html