Comunicato stampa

Statistica degli edifici e delle abitazioni 2021 Nel 2021 il 58% degli edifici erano riscaldati con energia fossile

Esiste anche una versione più recente del presente documento, disponibile al link seguente:
Due terzi delle economie domestiche nel 2022 si riscaldavano con energia fossile

06.10.2022 - Nel 2021 in Svizzera c'erano 1,77 milioni di edifici a uso abitativo e 4,69 milioni di abitazioni. Il 58% degli edifici era riscaldato con combustibili fossili (olio da riscaldamento e gas) e il 17% era dotato di pompe di calore. Dal 2000 la quota di queste ultime è quadruplicata. Considerando la fonte di energia sotto l'ottica della popolazione, una persona su quattro utilizzava il gas per il riscaldamento. Questi sono alcuni dei risultati della statistica degli edifici e delle abitazioni realizzata dall’Ufficio federale di statistica (UST).

Alla fine del 2021, in Svizzera si contavano 1,77 milioni di edifici a uso abitativo e 4,69 milioni di abitazioni. Oltre un milione di tutti gli edifici sono case unifamiliari; oltre la metà di quelle abitate (55%) era occupata solo da una o due persone. La superficie media delle abitazioni occupate in Svizzera era di 102,4 metri quadri. I trilocali e i quadrilocali rappresentavano il 55% di tutti gli appartamenti in Svizzera. 

La superficie abitativa media pro capite era pari a 46,6 metri quadri. Sul piano regionale, una maggiore densità insediativa si denotava soprattutto nella Regione del Lemano, dove con 42,5 metri quadri la superficie abitativa media pro capite era nettamente inferiore che nel resto del Paese. La Svizzera orientale (49,7 m2) e il Ticino (49,1 m2) presentano le superfici abitative medie pro capite più elevate.

Diminuzione del riscaldamento a olio; aumento delle pompe di calore e del riscaldamento a gas

Nel 2021 il 58% degli edifici a uso abitativo in Svizzera era riscaldato con energia fossile (olio da riscaldamento e gas), con notevoli differenze tra le case unifamiliari (55%) e quelle plurifamiliari (66%). L’olio da riscaldamento, utilizzato nel 41% degli edifici, rimaneva la principale fonte di energia per il riscaldamento. Tuttavia, negli ultimi quarant’anni questa quota è diminuita costantemente. Nel 18% degli edifici, quota raddoppiata nel giro di 30 anni, era installato un riscaldamento a gas. Era riscaldato a gas il 16% delle case unifamiliari contro il 28% degli edifici con oltre dieci abitazioni. 

Dal 2000 la percentuale di edifici collegati a una pompa di calore (17%) è quadruplicata e corrisponde addirittura ai tre quarti degli immobili costruiti nell’ultimo decennio. Era riscaldato con una pompa di calore il 21% delle case unifamiliari e solo il 13% degli edifici con oltre dieci abitazioni. Il legno e l’elettricità riscaldano rispettivamente il 12 e l’8% degli edifici, ma il loro utilizzo tende a diminuire.

La quota di gas varia fortemente secondo una ripartizione urbano-rurale. Nei Comuni urbani il 30% degli edifici era riscaldato a gas, contro solo il 4% in quelli rurali. La percentuale di pompe di calore maggiore era quella del Cantone di Friburgo (32%), che ha anche il parco immobiliare più recente, mentre la percentuale minore è stata riscontrata nel Cantone di Basilea Città (3%), che ha gli edifici più vetusti. 

Se si considera la situazione sotto l’ottica della popolazione, nel 2021 quasi il 40% delle persone si riscaldavano con olio da riscaldamento. La quota della popolazione che si riscaldava con il gas o con una pompa di calore ammontava rispettivamente al 25 e al 16%. Le percentuali più elevate di persone che si riscaldavano con l’olio da riscaldamento erano quelle del Cantone del Ticino (54%) e di Glarona (50%). Con rispettivamente il 38 e il 37%, i Cantoni di Ginevra e di Vaud hanno registrato le percentuali più alte di persone che si riscaldavano con impianti a gas. La più elevata percentuale di popolazione che per il riscaldamento ricorreva a una pompa di calore era quella dei Cantoni di Appenzello Interno (30%), Friburgo e Uri (28% ciascuno). 

Due terzi degli edifici a uso abitativo di proprietà privata

Nel 2021 il 67% degli edifici a uso abitativo erano di proprietà privata. Uno su dieci circa (12%) apparteneva a persone giuridiche, il 41% delle quali erano società attive nel settore edilizio o immobiliare. Il 14% degli immobili era detenuto da comunità (società semplici, comunioni ereditarie, comunità di beni, proprietà indivise). 

Le case unifamiliari, che costituivano oltre la metà del parco immobiliare analizzato, erano di proprietà privata nella misura del 75%. I privati possedevano anche poco più della metà (56%) delle case plurifamiliari.

Informazioni complementari si trovano nel PDF seguente.


 

Download comunicato stampa

Nel 2021 il 58% degli edifici erano riscaldati con energia fossile
(PDF, 3 pagine, 221 kB)


Altre lingue


Documenti analoghi

Statistica degli edifici e delle abitazioni 2021


 

Nota

Le pagine in italiano offrono un contenuto ridotto. Per un'informazione più completa si prega di consultare le pagine in tedesco o francese (cfr. link qui sopra).

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/statistiche/costruzioni-abitazioni/edifici.assetdetail.23184665.html