Comunicato stampa

Evoluzione e movimento naturale della popolazione nel 2020: risultati provvisori Popolazione della Svizzera in crescita nonostante l'aumento dei decessi

Versione corretta del 10.05.2021

06.04.2021 - Secondo le cifre provvisorie della statistica della popolazione e delle economie domestiche riferita al 2020, realizzata dall’Ufficio federale di statistica (UST), la popolazione residente permanente della Svizzera è aumentata dello 0,7% rispetto al 2019, fino a raggiungere gli 8,7 milioni di abitanti alla fine del 2020. Il numero di decessi è salito fino a quota 76 000, mentre quello dei matrimoni, delle nascite e dei divorzi è calato.

Il 31 dicembre 2020 la popolazione residente permanente della Svizzera ammontava a 8 667 100 persone, contro le 8 606 000 della fine del 2019 (+61 100 persone, +0,7%). Questa crescita demografica è una delle più contenute degli scorsi dieci anni e si situa al livello di quelle registrate nel 2018 e nel 2019.

Emigrazioni in forte calo

All’evoluzione demografica di un Paese contribuiscono anche i flussi migratori internazionali. Nel 2020, contando sia le immigrazioni degli Svizzeri (25 600) che quelle degli stranieri (137 400), complessivamente ne sono state registrate 163 000, a fronte di 106 500 emigrazioni (Svizzeri: 25 800; stranieri: 80 700). Il saldo migratorio continua a essere positivo (+56 500), ma il numero di immigrazioni e di emigrazioni è diminuito rispettivamente del 3,9 e del 15,6% rispetto al 2019. 

Il 2020 è stato caratterizzato da un numero maggiore di cittadini svizzeri immigrati nel nostro Paese (+6,7%) e da un numero minore di quelli che l’hanno lasciato (–17,7%). Tra le persone di nazionalità straniera sono diminuite sia le immigrazioni che le emigrazioni (risp. –5,6 e –14,9%).

Più decessi e meno nascite

Nel 2020 sono decedute 76 000 persone, ovvero 8200 in più rispetto all’anno precedente (+12,1%). Questo aumento marcato è legato alla pandemia di COVID-19. Rispetto al 2019, i decessi sono aumentati più tra gli uomini (+14,6%) che tra le donne (+9,9%). Tra le persone di 65 anni o più il numero di decessi è cresciuto del 13,2%, passando da 59 400 casi nel 2019 a 67 300 nel 2020. A titolo di confronto, il numero di decessi nella fascia d’età da 0 a 64 anni ha segnato un aumento dell’4,2% soltanto, passando da 8400 casi nel 2019 a 8700 nel 2020. La tendenza all’aumento si osserva in quasi tutti i Cantoni. L’unica eccezione è costituita dal Cantone di Nidvaldo, che registra un leggero calo (–0,6%), corrispondente a due decessi in meno rispetto all’anno precedente.

L’eventuale impatto della crisi sanitaria sulle nascite potrà essere appurato soltanto a partire dalla fine del 2020 o dai primi mesi del 2021. La Svizzera ha registrato un leggero decremento delle nascite, passate da 86 200 nel 2019 a 85 500 nel 2020 (–0,8%). Il 72,4% delle nascite avviene all’interno del matrimonio, il 27,6% al di fuori. Nel 2020 il numero medio di figli per donna si attesta provvisoriamente a 1,46. Spiccano per il loro aumento delle nascite rispetto all’anno precedente i Cantoni seguenti: Grigioni (+0,2%), San Gallo (+1,0%) e Soletta, Nidvaldo, Sciaffusa, Vallese, Svitto e Obvaldo (tutti con una progressione di oltre il 2%).

Essenzialmente a causa dell’aumento del numero di decessi, nel 2020 l’incremento naturale (differenza tra il numero di nascite e di decessi) ammonta a 9500 persone, contro le 18 400 del 2019 (–48%). Si tratta del livello più basso dal 2004. I Cantoni Ticino, Berna, Basilea Campagna, Neuchâtel, Grigioni, Giura, Basilea Città, Sciaffusa e Glarona presentano un incremento naturale negativo: i decessi sono stati più numerosi delle nascite.

Speranza di vita in calo

Tra il 2019 e il 2020, la speranza di vita alla nascita è scesa da 81,9 a 81,1 anni per gli uomini (–0,8 anni) e da 85,6 a 85,2 anni per le donne (–0,4 anni). Questi decrementi sono dovuti in gran parte all’aumento dei tassi di mortalità per le persone in età molto avanzata. La speranza di vita a 65 anni è quindi diminuita di 0,7 anni per gli uomini, passando da 20,0 a 19,3 anni, e di 0,5 anni per le donne, passando da 22,7 a 22,2 anni. 

I cali più netti in termini di speranza di vita alla nascita si osservano nei Cantoni di Obvaldo, Ticino e Ginevra per gli uomini (risp. –2,5, –2,3 e –2,2 anni) e nei Cantoni del Giura, di Ginevra e Svitto per le donne (risp. –1,8, –1,5 e –1,4 anni).

In calo sia i matrimoni che i divorzi

La crisi sanitaria ha probabilmente avuto un ruolo nella flessione del numero di matrimoni e di divorzi osservata nel 2020.

Le unioni celebrate sono state 34 900, ovvero il 10,4% in meno rispetto al 2019. Il numero di matrimoni è diminuito rispetto all’anno precedente a prescindere dal tipo di matrimonio: tra due persone di nazionalità svizzera (17 800; –5,2%), tra due persone di nazionalità straniera (5200; –15,6%) e nelle coppie miste (11 900; –15,0%). L’età media al primo matrimonio si attesta provvisoriamente a 32,3 anni per gli uomini e a 30,2 anni per le donne. Rispetto al 2019 registrano un calo dei matrimoni quasi tutti i Cantoni, a eccezione di Nidvaldo (+1,6%) e Grigioni (+2,0%).

Nel 2020 sono stati pronunciati 16 100 divorzi, che corrispondono a una diminuzione del 4,7% rispetto all’anno precedente. Mentre i divorzi tra persone di nazionalità svizzera e nelle coppie miste sono meno numerosi rispetto al 2019 (risp. –6,7 e –7,4%), sono aumentati nelle coppie di persone straniere (+2,9%). La durata media del matrimonio al momento del divorzio è salita dai 15,4 anni del 2019 ai 15,6 anni del 2020, indice del numero maggiore di divorzi tra le coppie sposate da tanto tempo.

Se il comportamento della popolazione osservato nel 2020 dovesse confermarsi in futuro, secondo una stima provvisoria due matrimoni su cinque (39,2%) potrebbero concludersi con un divorzio. Il numero di divorzi non ha segnato un calo in tutti i Cantoni: in quelli di Svitto, Soletta, Uri, Berna, Giura, Lucerna, Glarona, Basilea Campagna, Obvaldo e Appenzello Interno si osserva un aumento rispetto al 2019.

Informazioni complementari si trovano nel PDF seguente.


 

Download comunicato stampa

Popolazione della Svizzera in crescita nonostante l'aumento dei decessi
(PDF, 8 pagine, 382 kB)


Altre lingue


Documenti analoghi

Evoluzione demografica e movimento naturale della popolazione nel 2020: risultati provvisori


 

Nota

Le pagine in italiano offrono un contenuto ridotto. Per un'informazione più completa si prega di consultare le pagine in tedesco o francese (cfr. link qui sopra).

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/statistiche/cataloghi-banche-dati/tabella.assetdetail.16626957.html