Comunicato stampa

Elezioni del Consiglio nazionale 2023: analisi delle liste e delle candidature Nuovo record di proposte elettorali: l'UST fornisce informazioni approfondite sulle elezioni federali del 2023

25.09.2023 - Il numero delle liste e delle candidature presentate nel 2023 segna un nuovo record: 5909 persone (donne: 41%) suddivise in 618 liste sono in lizza nei Cantoni con sistema proporzionale per un seggio nel Consiglio nazionale. Circa il 30% di tutte le persone candidate ha meno di 30 anni. Molte appartengono a liste specifiche per fasce di età, che rappresentano quasi la metà di tutte le liste parziali dei partiti. Questi sono alcuni dati chiave della statistica aggiornata delle liste e delle candidature realizzata dall'Ufficio federale di statistica (UST).

Nei 20 Cantoni con sistema proporzionale sono state presentate 618 liste, ovvero un numero di proposte elettorali decisamente maggiore rispetto a quello presentato quattro anni fa (+107). Si tratta effettivamente di un incremento del 21% che segna un nuovo record. Nel contempo, mai prima d'ora così tante persone avevano espresso il desiderio di entrare a far parte del Consiglio nazionale: 5909 nei Cantoni con sistema proporzionale, ovvero 1264 (+ 27%) in più rispetto a quattro anni fa. A queste poi si aggiungono le persone che si sono candidate nei Cantoni con sistema maggioritario. Il 41% delle persone candidate sono donne (2408 contro 3501 uomini). Le persone candidate più giovani appartengono alle liste del PS e dei Verdi e hanno in media meno di 40 anni. L'età media più elevata è registrata nei piccoli partiti di destra DS, Lega e MCR, dove l'età media delle persone candidate supera i 50 anni.

Alleanza del Centro e PVL in testa per numero di liste

L'Alleanza del Centro e il PVL sono in testa sia per numero di liste presentate che per quello di candidature: il primo partito con 108 proposte elettorali e 1099 candidature, mentre il secondo, con 86 liste, ha raddoppiato il numero di liste proposte rispetto alle precedenti elezioni, per un totale di 839 candidature. Solo questi due partiti, assieme, rappresentano un terzo di tutte le candidature. Per quanto riguarda gli altri partiti si osserva, anche in questo caso, un incremento delle candidature (PLR: +22%; PS: +16%; UDC: +10%).

La congiunzione rimane uno strumento molto popolare

Rispetto al 2019, per le elezioni federali del 2023, è stato concluso praticamente lo stesso numero di congiunzioni di liste (80 contro le 81 di quattro anni fa). Il numero di congiunzioni a livello di sottoliste, invece, è salito, passando da 108 a 118. In questo frangente, delle 618 liste solo 25 non hanno operato una congiunzione. Se 30 anni fa si registrava ancora circa un 16% di liste non congiunte, questo valore si è contratto sempre di più fino ad arrivare al di sotto del 5% nel 2023. Questo valore riflette la forte ascesa delle liste parziali dei partiti, congiunte fra di loro.

Quasi la metà delle liste parziali sono liste di giovani o senior

Come già accaduto quattro anni fa, i partiti scelgono di preferenza liste parziali specifiche per fasce di età; queste ultime costituiscono, infatti, quasi la metà di tutte le liste parziali dei partiti. Anche le liste regionali continuano a godere di una grande eco (quasi il 20%). Perdono invece terreno le liste parziali specifiche per sesso. In passato impiegate da alcuni partiti come strumento di sostegno alle donne, nel 2023 esistono solo 15 liste parziali di questo tipo (il 4% di tutte le liste parziali).

Informazioni complementari si trovano nel PDF seguente.


 

Download comunicato stampa

Nuovo record di proposte elettorali: l'UST fornisce informazioni approfondite sulle elezioni federali del 2023
(PDF, 2 pagine, 172 kB)


Altre lingue


Documenti analoghi

Elezioni del Consiglio nazionale 2023: liste e candidature


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/statistiche/cataloghi-banche-dati.assetdetail.27605684.html