22.11.2021 - Nuove informazioni statistiche

Indicatori dell'uguaglianza tra donna e uomo 4/2021

La situazione dell'uguaglianza tra donna e uomo in Svizzera può essere paragonata a quella dei paesi europei sulla base di cinque indicatori chiave. Uno di questi è la quota di donne nei parlamenti nazionali.

In Svizzera, la quota di donne nel Consiglio nazionale è del 42%. Anche se non ancora equamente distribuita, nel confronto europeo corrisponde a una proporzione piuttosto elevata. Spagna, Norvegia, Finlandia, Svezia e Islanda hanno una maggiore rappresentanza di donne in parlamento, con quote tra il 43% e il 48%. Negli altri paesi dell'UE e dell'AELS, la percentuale di donne è inferiore. La media europea è di poco meno di un terzo.

Con le elezioni del 2019, la proporzione di donne parlamentari in Svizzera è aumentata di 10 punti percentuali. Tra i paesi dell'UE e dell'AELS che hanno tenuto le elezioni nel 2021, la quota di donne in parlamento è aumentata di circa 10 punti percentuali attestandosi al 48% in Islanda, di 4 punti percentuali attestandosi al 45% in Norvegia, di 6 punti percentuali attestandosi al 39% nei Paesi Bassi, di 4 punti percentuali attestandosi al 35% in Germania e di 16 punti percentuali attestandosi al 28% nel Liechtenstein, vale a dire un aumento da 3 a 7 donne nel parlamento di 25 membri. In Bulgaria e a Cipro, invece, le elezioni di quest'anno hanno portato a una diminuzione della rappresentanza femminile. Nel parlamento bulgaro di 240 membri il numero di donne è sceso da 64 a 59, o dal 27% al 25%, e in quello cipriota di 56 membri da 11 a 8, cioè dal 20% al 14%.

Tema Situazione economica e sociale della popolazione

Documenti correlati



https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/attualita/novita-sul-portale.gnpdetail.2021-0187.html