Communicato stampa

Analisi longitudinali nel campo della formazione 90,9% dei giovani con un titolo del grado secondario II entro i 25 anni

Neuchâtel, 23 gennaio 2018 (UST) - Nel 2015 il 90,9% dei giovani ha conseguito un titolo del grado secondario II entro i 25 anni. Per i cittadini svizzeri nati in Svizzera questa quota ammonta al 94,0%. Esistono differenze importanti per quanto riguarda il genere, lo statuto migratorio, il tipo di Comune, la regione linguistica e il Cantone. Indipendentemente dalla regione considerata, le quote di certificazione sono proporzionalmente basse nelle città. È quanto emerge dai risultati ottenuti dall'Ufficio federale di statistica (UST), che per la prima volta ha utilizzato a tal fine i dati del censimento e delle rilevazioni aggiornate del sistema di formazione.

La quota di prima certificazione del grado secondario II determina la proporzione di giovani che, dopo la scuola dell'obbligo, ottiene in Svizzera un primo titolo del grado secondario II entro i 25 anni. Si tratta di un indicatore centrale del sistema di formazione che funge da riferimento per valutare in che misura è realizzato uno degli obiettivi politici comuni definiti dalla Confederazione, dai Cantoni e dalle organizzazione del mondo del lavoro, ovvero agire affinché il 95% dei giovani consegua un titolo del grado secondario II entro i 25 anni. Un titolo di questo tipo rappresenta infatti un fattore fondamentale per un inserimento positivo e duraturo nella vita sociale ed economica del Paese, poiché consente di accedere alle formazioni del grado terziario e al mercato del lavoro.

Grazie alla recente introduzione di un identificatore unico nel registro delle persone su scala nazionale, cantonale e comunale, nonché all'aggiornamento delle statistiche relative alla formazione, è ormai possibile calcolare questa quota in maniera attendibile e dettagliata basandosi su dati individuali.

Certificazioni conseguite: più donne che uomini

Nel 2015 la quota di prima certificazione del grado secondario II ottenuta entro i 25 anni ammontava al 90,9%, ovvero a circa 77 000 giovani aventi una certificazione. Più precisamente, il 65,2% corrisponde a titoli relativi alla formazione professionale di base (attestati federali di capacità AFC e certificati federali di formazione pratica CFP), mentre il 25,7% rappresenta quelli inerenti alla formazione generale (maturità liceale, certificati delle scuole di cultura generale e titoli delle scuole internazionali).

Nel complesso, la quota di donne (92,9%) supera di quattro punti percentuali quella di uomini (88,9%). Più precisamente, è inferiore di otto punti percentuali per quanto riguarda la formazione professionale di base mentre è maggiore di dodici punti percentuali nell'ambito della formazione generale.

Differenze significative tra gli Svizzeri e gli stranieri

La quota di prima certificazione del grado secondario II presenta divergenze importanti secondo lo statuto migratorio. Per gli Svizzeri nati in Svizzera, la quota è del 94,0% e si avvicina all'obiettivo politico perseguito, mentre per gli stranieri nati in Svizzera è inferiore di otto punti percentuali (86,2%) e per gli stranieri nati all'estero ammonta al 72,5%.

Forti variazioni tra i distretti

La quota di prima certificazione del grado secondario II varia sensibilmente secondo il tipo di Comune di domicilio. Nelle città nucleo questa quota ammonta all'86,7%, negli altri Comuni che fanno parte di un'agglomerazione al 90,8% e nei Comuni rurali e nelle città isolate al 94,1%.

La cartina delle quote per distretto mostra la complessità geografica dell'indicatore. Indipendentemente dalla regione considerata, i distretti comprendenti centri urbani (Losanna, Ginevra, Basilea, Lucerna, Lugano, Zurigo e Bienne) nel contesto regionale presentano spesso quote comparativamente basse (valori dall'80% all'87%).

Differenze sostanziali tra regioni linguistiche e tra Cantoni

Nella Svizzera tedesca e romancia la quota di prima certificazione del grado secondario II è del 92,7%, ovvero rispettivamente cinque e sei punti percentuali in più di quella della Svizzera italiana (87,9%) e della Svizzera romanda (86,4%). Nella Svizzera tedesca e romancia la formazione professionale di base è largamente predominante, mentre nella Svizzera romanda la sua incidenza è molto più debole. La Svizzera italiana si posiziona tra queste due regioni.

Le quote per Cantone oscillano tra l'83,1% e il 95% e oltre. Nei Cantoni più piccoli i valori ottenuti possono variare sensibilmente da un anno all'altro a causa del numero limitato di persone interessate.

Necessità di ulteriori ricerche per spiegare queste differenze

Le cause delle differenze constatate nelle quote di prima certificazione del grado secondario II sono molteplici e a questo stadio una semplice spiegazione non è sufficiente per comprenderle. Sebbene sia già possibile menzionare diversi fattori, ad esempio distinte composizioni sociodemografiche, sistemi di formazione eterogenei, contesti, opportunità e strutture economiche contrastanti o spazi geografici differenti, per spiegarli meglio saranno necessarie ricerche più vaste.

Informazioni complementari, come tabelle e grafici, si trovano nel PDF seguente.


 

Download comunicato stampa

90,9% dei giovani con un titolo del grado secondario II entro i 25 anni
(PDF, 6 pagine, 740 kB)


Altre lingue


Documenti analoghi

Quota di prima certificazione del grado secondario II 2015


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/attualita/novita-sul-portale.assetdetail.4282072.html