Comunicato stampa

Ricettività turistica nel 2022 Nel 2022 il settore alberghiero svizzero ha registrato più di 38 milioni di pernottamenti

Esiste anche una versione più recente del presente documento, disponibile al link seguente:
Record per il settore alberghiero svizzero nel 2023: superati i 41 milioni di pernottamenti

23.02.2023 - Nel 2022 il settore alberghiero svizzero ha contabilizzato 38,2 milioni di pernottamenti, segnando un aumento del 29,4% (+8,7 mio.) rispetto al 2021. Dopo due anni fortemente segnati dalla COVID-19, la domanda è tornata a un livello prepandemico, con un risultato superiore a quello del 2017, pur rimanendo ancora leggermente al di sotto di quello del 2018 (–1,5%) e del 2019 (–3,3%). I pernottamenti indigeni, con 21,1 milioni di unità, raggiungono un nuovo livello storico, il che tuttavia rappresenta solo un aumento molto leggero (+0,5%) rispetto al 2021. Con 17,2 milioni di pernottamenti, la domanda estera è raddoppiata (+99,8%; +8,6 mio.), rimanendo comunque ancora a un livello inferiore al periodo precedente la crisi sanitaria. È quanto emerge dai risultati definitivi dell’Ufficio federale di statistica (UST).

In tutti i mesi del 2022 si registrano aumenti della domanda relativamente forti rispetto al 2021. Gli aumenti spaziano tra l’8,1% (agosto) e il 73,2% (gennaio). Sebbene i primi sette mesi siano rimasti ancora inferiori a quelli del 2019, negli ultimi cinque del 2022 si rileva un numero di pernottamenti mai visto negli ultimi trent’anni. Con 22,5 milioni di pernottamenti, la stagione estiva 2022 (da maggio a ottobre) è risultata una delle migliori degli ultimi trent’anni, seconda solo a quella del 2019 (22,6 mio.).

La domanda indigena raggiunge un livello molto alto

Dopo che già nel 2021 la domanda indigena aveva registrato un livello storicamente alto, nel 2022 si è consolidata. Per la prima volta ha superato la simbolica soglia dei 21 milioni di pernottamenti (21,1), il che tuttavia rappresenta solo un aumento molto leggero (+0,5%; +102 000) rispetto al 2021. I pernottamenti della clientela svizzera hanno tuttavia conosciuto sviluppi contrastanti nel corso del 2022. Nei primi tre mesi dell’anno il numero dei pernottamenti è aumentato, in gennaio (+42,9%) e marzo (+23,4%) in modo anche marcato rispetto al 2021. Poi, eccetto il mese di giugno (+5,9%), tutti i mesi tra aprile e ottobre hanno registrato un calo, in particolare in agosto (−13,3%). Gli ultimi due mesi del 2022 sono caratterizzati da una domanda indigena nuovamente in crescita (+7,5% in novembre e +2,9% in dicembre).

Forte ripresa della domanda estera

Con 17,2 milioni di pernottamenti nel 2022, la domanda estera è raddoppiata rispetto al 2021 (+8,6 mio.; +99,8%). La crescita della domanda è stata forte durante tutto l’anno, ma soprattutto nel primo semestre, con aumenti vicini o superiori al 200%, a seconda del mese. Tuttavia, nel 2022 la domanda estera era ancora di molto inferiore rispetto al periodo precedente la pandemia. A titolo di paragone, il livello dei pernottamenti era ancora inferiore del 20,6% rispetto a quello del 2019.

La clientela straniera che ha contributo maggiormente all’aumento registrato nel 2022 è stata quella europea (+4,2 mio. di pernottamenti; +61,6%). Nonostante questo risultato positivo, la domanda europea rimane ancora inferiore a quella del 2019 (−9,5%). I Paesi che con la loro clientela hanno contribuito maggiormente alla progressione sono il Regno Unito e la Germania (ciascuno con +1,0 mio.; risp. +308,9% e +39,4%). Seguono la Francia (+323 000; +32,7%) e i Paesi Bassi (+314 000; +79,1%). Questi due Paesi presentano un livello di pernottamenti persino superiore a quello del 2019.

Nonostante il contesto di instabilità in Europa, dovuto alla guerra in Ucraina, la domanda degli ospiti del continente americano è aumentata molto fortemente (+2,2 mio.; +260,7%). La progressione più marcata proviene dalla clientela degli Stati Uniti (+1,7 mio.; +276,8%). Anche la domanda del continente asiatico è chiaramente in forte crescita (+1,8 mio., +232,8%). I Paesi del Golfo presentano la crescita assoluta maggiore (+395 000; +92,9%), seguiti dall’India (+304 000; +399,9%). Con un totale di 119 000 pernottamenti gli ospiti cinesi, che prima del 2020 erano i più numerosi di questo continente, erano anch’essi in aumento, pur rimanendo ancora lungi dal livello del 2019 (–91,4%). Nonostante questi aumenti marcati, la domanda del continente americano era ancora inferiore dell’8,0% e quella del continente asiatico del 51,4% rispetto al 2019.

Pernottamenti in aumento nella maggior parte delle tredici regioni turistiche

Nel 2022 tutte le regioni turistiche della Svizzera tranne il Ticino (–12,9%) hanno registrato aumenti dei pernottamenti rispetto al 2021. Gli aumenti relativi maggiori sono stati osservati nelle regioni urbane. Ginevra presenta la progressione più forte (+94,5%), seguita da vicino dalla regione di Zurigo (+89,0%). Per quanto riguarda la regione di Basilea, si riscontra un incremento dei pernottamenti pari al 57,9%. Nel 2022 solo quattro regioni turistiche hanno presentato un livello della domanda superiore a quello del 2019, ovvero Ticino (+10,6%), Giura & Tre Laghi (+6,4%), Grigioni (+5,9%) e Svizzera orientale (+4,2%).

Per quanto riguarda la domanda indigena, nel 2022 sette regioni turistiche su tredici hanno presentato un risultato in calo. Per la domanda estera è invece stato osservato un aumento in tutte le regioni turistiche.

Progressione del tasso di occupazione delle camere

Nel corso del 2022 il tasso netto di occupazione delle camere si è attestato al 51,6%, determinando un aumento di 10,2 punti rispetto al 2021. Rimane tuttavia inferiore a quello del 2019 (55,2%). Delle tredici regioni turistiche, solo il Ticino (53,9%; –5,6 punti rispetto al 2021) ha registrato una diminuzione del tasso di occupazione. Ginevra ha registrato i tassi più alti (56,7%; +22,4), seguita dalla regione di Berna (55,7%; +12,2). Nel 2022 solo in tre regioni turistiche, cioè il Ticino, la Svizzera orientale e la Regione Friburgo, il tasso è risultato superiore a quello del 2019.

Informazioni complementari, come tabelle, si trovano nel PDF seguente.


 

Download comunicato stampa

Nel 2022 il settore alberghiero svizzero ha registrato più di 38 milioni di pernottamenti
(PDF, 6 pagine, 261 kB)


Altre lingue


Documenti analoghi

Conferenza stampa - Ricettività turistica nel 2022


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home/attualita/novita-sul-portale.assetdetail.24247466.html