Communicato stampa

Rapporto statistico 2018 La mobilità dalla A alla Z: una panoramica statistica dei trasporti in Svizzera

10.12.2018 - Quanti chilometri percorrono ogni giorno gli abitanti della Svizzera? A quanto ammonta la quota di veicoli elettrici sulle automobili immatricolate? Il trasporto merci sulle strade svizzere è dovuto al traffico interno o è soprattutto una conseguenza dello scambio di merci all’interno dell’UE? Quali utenti dei trasporti sono più spesso coinvolti in incidenti? La pubblicazione generale «Mobilità e trasporti 2018» dell’Ufficio federale di statistica (UST), appena uscita, fornisce le risposte a queste e ad altre domande.

Un sistema di trasporti efficiente è di grande importanza per il buon funzionamento dell’economia e per soddisfare le esigenze di mobilità individuali. I trasporti, tuttavia, comportano anche inquinamento ambientale, incidenti e costi. I temi relativi ai trasporti sono pertanto oggetto di discussioni molto controverse sia in politica sia nella società. Per poter incentrare tali discussioni su basi fattive, la Confederazione mette a disposizione della collettività un ampio ventaglio di dati statistici concernenti i trasporti, articolati in tabelle e specifiche pubblicazioni tematiche. Questi dati derivano in parte da rilevazioni mirate su temi particolari, ma in molti casi anche direttamente da attività amministrative (ad es. registro dei veicoli, dati dei passeggeri aerei).

Ogni paio d'anni l’UST pubblica inoltre il rapporto «Mobilità e trasporti», una ricca panoramica sulla statistica dei trasporti, in cui è possibile trovare facilmente e collegare tra loro i dati centrali su tutti i temi rilevanti per i trasporti. L’edizione 2018, aggiornata e rielaborata, può essere ordinata da subito in francese e in tedesco all’UST o scaricata gratuitamente in formato digitale (v. riquadro informativo in calce).

Il trasporto di persone aumenta più velocemente della popolazione

Il nuovo rapporto statistico mostra, tra l’altro, che negli ultimi anni in Svizzera a essersi fortemente incrementato è soprattutto il trasporto di persone. Dal 2000 le prestazioni di trasporto su strada e su rotaia sono aumentate di circa un terzo. Nel 2017 il trasporto aereo di linea e charter ha totalizzato addirittura il 60% di passeggeri in più rispetto al 2000. Questi incrementi superano di gran lunga quelli demografici (+18% tra il 2000 e il 2017). Più contenuta è risultata l’evoluzione del trasporto merci: nello stesso lasso di tempo i veicoli stradali hanno potenziato le prestazioni di trasporto del 26%, la ferrovia solo dell’1%. Dalla crisi finanziaria ed economica di circa dieci anni fa si osserva una certa stagnazione. 

I trasporti generano oltre un terzo delle emissioni di CO2

Tra gli aspetti negativi della mobilità figurano l’inquinamento ambientale e gli incidenti. A titolo di esempio, nel 2016 i trasporti (aviazione internazionale esclusa) sono stati responsabili del 38% delle emissioni di CO2 della Svizzera. Negli ultimi anni le emissioni di questo gas serra dovute al traffico sono rimaste relativamente stabili, mentre quelle di ossidi di azoto e diversi altri inquinanti atmosferici hanno potuto essere nettamente ridotti. Da anni è in calo anche il numero di incidenti della circolazione con esito mortale. Sulle strade svizzere, nondimeno, nel 2017 hanno perso la vita 230 persone. Nel 2015, le spese della Confederazione, dei Cantoni e dei Comuni per i trasporti sono ammontati complessivamente a 16,8 miliardi di franchi.

Informazioni complementari, come tabelle e grafici, si trovano nel PDF seguente.


 

Download comunicato stampa

La mobilità dalla A alla Z: una panoramica statistica dei trasporti in Svizzera
(PDF, 3 pagine, 128 kB)


Altre lingue


Documenti analoghi

Mobilità e trasporti: rapporto globale 2018


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home.assetdetail.6826197.html