Comunicato stampa

Statistica strutturale delle imprese 2021 Vigorosa crescita occupazionale nel 2021

24.08.2023 - Nel 2021, l'economia svizzera contava circa 626 000 imprese e poco più di 5,4 milioni di impieghi. Dopo la contrazione storica del numero di imprese e di impieghi nel 2020, si torna a respirare aria di crescita. Infatti, nonostante il perdurare della crisi sanitaria, nel 2021 si registra un aumento di circa 9400 unità e 128 000 posti di lavoro, pari rispettivamente all'1,5 e al 2,4% rispetto al 2020. Si tratta della maggiore espansione dell'occupazione da quando questa statistica è disponibile (dati a partire dal 2011). Questi sono gli ultimi risultati della statistica strutturale delle imprese (STATENT) realizzata dall'Ufficio federale di statistica (UST).

Il 2020 e il 2021 sono stati caratterizzati dalle ripercussioni della pandemia di COVID-19 sull'economia svizzera e sul relativo mercato del lavoro. Tuttavia, gli effetti della crisi si ripercuotono solo parzialmente sulla STATENT: molte imprese hanno infatti fatto ricorso alle misure di sostegno previste dalle autorità per mantenere i rapporti di lavoro. Molti impieghi sono così stati garantiti grazie alle indennità per lavoro ridotto (ILR). Poiché la STATENT si basa sui rapporti contrattuali che comportano il versamento di contributi AVS, non riflette del tutto i cali di attività dovuti alle restrizioni imposte al buon funzionamento dell'apparato produttivo (p. es. divieto di esercizio). Ai sensi della STATENT, una diminuzione del livello dell'occupazione è per forza legata a una rescissione del contratto.

Un'analisi approfondita delle piccole e medie imprese sarà pubblicata il 26 ottobre. Sarà basata sui dati della STATENT e offrirà informazioni supplementari. 

Aumento del numero di impieghi nei tre settori economici

Il 2021 è un anno record in termini di variazione del numero di impieghi (+2,4%). Questo compensa ampiamente il calo storico del 2020, che è stato pesantemente influenzato dalla pandemia di COVID-19. L'espansione degli impieghi nel 2021 è superiore alla contrazione registrata l'anno precedente in tutti i settori economici. Persino il settore primario, dove continua la flessione del numero di imprese (-0,8%), ha guadagnato impieghi (1440 impieghi; +0,9%). Nel settore secondario, l'aumento del numero di imprese (+587; +0,6%) e del numero di impieghi (+13 183; +1,2%) è relativamente alto. Tuttavia, è il settore terziario a registrare la crescita maggiore sia in termini di impieghi (113 782; +2,8%) sia di imprese (9267; +2%). Nel 2020, questo settore aveva registrato il primo calo dall'introduzione della STATENT. Si prosegue dunque lungo la via della terziarizzazione dell'economia. Infatti, sono state le attività dei servizi a contribuire maggiormente alla crescita complessiva.

Crescita sostenuta dalle attività connesse all'occupazione e alla salute umana

Sullo sfondo di un forte aumento dell'occupazione totale, si constata un'evoluzione contrastata a livello dei rami di attività economiche, anche nel settore terziario. In effetti, alcune attività economiche, in particolare quelle fortemente dipendenti dal turismo internazionale, hanno continuato a segnare una flessione dell'impiego nel 2021. I rami più colpiti da questa tendenza sono il «trasporto aereo», con un calo di 1287 impieghi (-9,7%), e le «attività delle agenzie di viaggio» (-652 impieghi; -4,5%). In totale, nel 2020 e 2021, i due anni di crisi sanitaria, questi due rami hanno perso un quinto (21,5%) degli effettivi. In misura minore, altri rami sono stati interessati da un calo degli impieghi nel 2021. È stato così per il ramo delle «telecomunicazioni» (-608; -2,3%).

Gli impieghi sono aumentati in molti rami. I maggiori incrementi in termini assoluti si sono registrati per le «attività di ricerca, selezione, fornitura di personale» e per le «attività dei servizi sanitari», con rispettivamente 21 731 e 11 776 impieghi in più. Nel complesso, questi due rami generano oltre un quarto dell'aumento degli impieghi della piazza economica svizzera. In un anno, alcuni rami hanno addirittura recuperato la perdita di impieghi del 2020, come il ramo «fabbricazione di coke, prodotti derivanti dalla raffinazione e industria chimica», con un aumento di 3830 impieghi nel 2021. Tale aumento è susseguente a un calo di 807 impieghi nel 2020. Una minoranza dei rami di attività economiche annoverava meno impieghi nel 2021 rispetto al 2019, l'anno precedente alla pandemia. È stato così in particolare per i rami «servizi di alloggio» e «ristorazione». Hanno guadagnato rispettivamente 3959 e 6600 impieghi nel 2021, ma dal 2019 avevano registrato un calo rispettivamente di 5564 e 9819 impieghi.

Questi andamenti contrastanti possono essere in parte spiegati dalle riaperture non uniformi dei settori d'attività colpiti dalle misure sanitarie e dalle restrizioni per i viaggi all'estero.

Aumento degli impieghi percettibile in tutte le regioni del Paese

Nel 2021, le imprese esercitavano le proprie attività in quasi 704 000 stabilimenti (+1,3%) distribuiti in tutta la Svizzera. Il numero di stabilimenti e di impieghi è aumentato in tutte le Grandi Regioni. Ad eccezione del Ticino, le Grandi Regioni hanno registrato la più forte crescita dell'occupazione dall'introduzione della STATENT a questa parte. L'aumento più marcato si è registrato nella regione del Lemano (+3,5% per gli impieghi e +2,6% per gli stabilimenti). Con quasi 1,04 milioni di impieghi, la regione del Lemano si avvicina quindi sempre più ai due maggiori bacini occupazionali della Svizzera: l'Espace Mittelland e la Grande Regione di Zurigo.

A livello cantonale, il numero di stabilimenti è in aumento ovunque, tranne che nei Cantoni di Berna e Appenzello Esterno. Zugo è il Cantone con il maggior incremento in termini di stabilimenti (+3,2%) e di impieghi (+4,4%). Al contrario, Appenzello Esterno presenta la crescita occupazionale più bassa (+0,5%) nel 2021. Insieme a Nidvaldo, è il Cantone in cui il numero di posti di lavoro nel 2021 era inferiore rispetto a prima della pandemia.

Informazioni complementari, come tabelle, si trovano nel PDF seguente.


 

Download comunicato stampa

Vigorosa crescita occupazionale nel 2021
(PDF, 6 pagine, 263 kB)


Altre lingue


Documenti analoghi

Statistica strutturale sulle imprese STATENT 2021


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/it/home.assetdetail.26665266.html