Communiqué de presse

Veicoli stradali nel 2017 Numero delle nuove immatricolazioni di automobili a diesel in calo di quasi un decimo

Ce document existe également dans une version plus récente. Veuillez suivre le lien suivant:
Nuovo calo delle immatricolazioni di veicoli nel 2018

Neuchâtel, 1 febbraio 2018 (UST) - Nel 2017 sono stati immatricolati per la prima volta oltre 6 milioni di veicoli stradali a motore che, con circa 6'053'000 unità, hanno superato dell'1,2% (+73'000 veicoli) il valore dell'anno precedente. Le nuove immatricolazioni di automobili a diesel hanno registrato un calo del 9% rispetto all'anno precedente. Questi sono i risultati della statistica dei veicoli stradali pubblicata dall'Ufficio federale di statistica (UST).

In totale, nel 2017 sono state registrate 412'827 nuove immatricolazioni di veicoli stradali a motore, ovvero lo 0,5% o 2159 veicoli in meno rispetto al 2016. Per i veicoli per il trasporto di merci la situazione è completamente diversa: con 37'499 nuove immatricolazioni, nel 2017 è stato registrato un nuovo record.

Per quanto concerne il principale gruppo di veicoli, le automobili, nel 2017 sono state immesse in circolazione esattamente 315'032 unità, vale a dire l'1,3% in meno rispetto all'anno precedente. In primis c'è stata una riduzione di quasi un decimo delle nuove immatricolazioni di automobili a diesel (-9,4%). D'altro canto, sono aumentati i veicoli a benzina (+2,8%) e i settori (di dimensioni relativamente ridotte) delle automobili ibride ed elettriche (rispettivamente +11,9% e +39,8%). Di conseguenza, c'è stato un netto calo della quota di mercato delle nuove immatricolazioni di automobili a diesel che, con il 36,1%, nel 2017 hanno registrato un valore basso che non era mai più stato constatato dopo il 2011.

Il parco veicoli è cresciuto di 1 milione in 12 anni

Nel 2017 il numero delle nuove immatricolazioni ha nettamente superato ancora una volta quello dei veicoli messi fuori circolazione: il parco dei veicoli stradali a motore immatricolati (eccetto i motoveicoli) è aumentato dell'1,2% su base annua, raggiungendo 6'053'258 unità e toccando quindi per la prima volta la barra dei 6 milioni. (Il giorno di riferimento ufficiale per il conteggio del parco veicoli è il 30 settembre). Nell'arco di 12 anni il parco veicoli a motore è aumentato di oltre 1 milione di veicoli. Tre quarti di tutti i veicoli a motore corrispondono alle automobili che, portandosi a 4'570'823, hanno registrato nel 2017 un incremento dell'1,0%. Se si riunissero tutte queste vetture in un solo luogo con posti di parcheggio gli uni vicini agli altri senza che ci siano spazi intermedi (parcheggi a pettine dalle dimensioni 5 x 2,5 m) la loro superficie, pari a 57 chilometri quadrati, sarebbe più grande di quella del lago di Thun (48 km2).

Boom continuo delle automobili ibride ed elettriche

Nonostante la riduzione menzionata, nel 2017 la quota di veicoli a diesel sulle nuove immatricolazioni di automobili ha continuato ad essere al di sopra della media pluriennale. Per ora, nel parco veicoli continua quindi la tendenza, osservata da ben due decenni, che vede le automobili a diesel guadagnare terreno a discapito di quelle a benzina. Mentre tra il 2016 e il 2017 la quota del parco automobili a benzina è diminuito dal 69,6% al 68,4%, le vetture a diesel hanno segnato un aumento dal 28,5% al 29,5%. Nel 2017 la parte di automobili ibride ed elettriche era rispettivamente dell'1,5% e dello 0,3%. Rispetto all'anno precedente, questi due sistemi di propulsione hanno nuovamente registrato una crescita considerevole: attestandosi a 67 661 veicoli, le automobili ibride hanno avuto un incremento del 17,8%, mentre i veicoli elettrici sono aumentati del 35,6%, raggiungendo 14'539 unità.

Le automobili a trazione integrale continuano a essere di tendenza: nel 2017 il numero complessivo è aumentato del 6,9%, mentre le vetture a trazione anteriore o posteriore hanno registrato flessioni dell'1,2% e dell'1,6%. Nel complesso, nel 2017 già il 30,1% di tutte le automobili in circolazione erano a trazione integrale. Nel 2000 questo valore non era neanche pari alla metà (14,3%).

Aumento per gli autofurgoni, stagnazione per gli autocarri

Il gruppo di veicoli più grande dopo le automobili è rappresentato dai motocicli, di cui nel 2017 sono state immatricolate esattamente 729'149 unità, ossia l'1,2% in più rispetto all'anno precedente. Rispetto al 2016, il numero dei veicoli per il trasporto di merci è cresciuto del 2,7%, portandosi a 416'501 unità. Ancora una volta il tasso di crescita degli autofurgoni si è attestato al di sopra della media segnando un aumento del 59,7% dal 2000, mentre l'incremento dei veicoli pesanti per il trasporto di merci (autocarri e trattori a sella) è stato soltanto del 5,6%.

Inoltre, nel 2017 il parco veicoli svizzero ha conteggiato 192'858 veicoli agricoli (+0,4% rispetto al 2016), 73'814 veicoli per il trasporto di persone (+5,9%) e 70'113 veicoli industriali (+2,0%). La categoria dei veicoli per il trasporto di persone comprende camper e diversi tipi di bus.

Informazioni complementari, come tabelle e grafici, si trovano nel PDF seguente.


 

Télécharger communiqué de presse

Numero delle nuove immatricolazioni di automobili a diesel in calo di quasi un decimo
(PDF, 5 pages, 327 kB)


Autres langues


Documents associés

Véhicules routiers en 2017


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/fr/home/statistiques/catalogues-banques-donnees/communiques-presse.assetdetail.4342714.html