Communiqué de presse

Parco veicoli stradali nel 2015 Il parco veicoli a motore si avvicina alla soglia dei sei milioni

Ce document existe également dans une version plus récente. Veuillez suivre le lien suivant:
Nuove immatricolazioni di automobili: quasi un quarto in meno nel 2020

Neuchâtel, 04.02.2016 (UST) - Nel 2015 in Svizzera sono state registrate 427'000 nuove immatricolazioni di veicoli stradali motorizzati, quasi altrettanti rispetto al 2012, che finora è stato l'anno record. Di conseguenza è cresciuto sensibilmente anche il parco veicoli complessivo (+102'000 unità), raggiungendo i 5,9 milioni di veicoli (+1,8%). I tre quarti di questi veicoli sono automobili. Per quanto riguarda i veicoli agricoli, si osserva la netta tendenza a usare trattori sempre più pesanti. Questi sono i risultati della statistica dei veicoli stradali pubblicati dall'Ufficio federale di statistica (UST).

In totale nel 2015 sono state registrate 427'168 nuove immatricolazioni di veicoli stradali a motore, cifra che ha superato del 7,7% il valore dell'anno precedente e ha quasi scalzato il record risalente al 2012 (430'973 veicoli). Un nuovo record lo hanno segnato i motoveicoli, con 51'787 nuove unità in circolazione. Il gruppo di veicoli più importante, le automobili, ha fatto registrare 327'143 nuove immatricolazioni, pari al 7,6% in più rispetto al 2014. Quelle aumentate in maniera più marcata sono le automobili di piccola cilindrata, al di sotto dei 1000 centimetri cubi (+44,6% rispetto al 2014). Nel 2015 le vetture a diesel hanno comportato circa il 39,1% delle nuove immatricolazioni, leggermente di più rispetto all'anno precedente (37,3%).

Sulle strade svizzere circolano oltre 100'000 veicoli a motore supplementari

Le numerose immatricolazioni hanno di nuovo fatto lievitare sensibilmente le cifre del parco veicoli. In data 30 settembre, da anni giorno di riferimento per la statistica, in Svizzera figuravano immatricolati 5'885'642 veicoli stradali a motore il che, rispetto all'anno precedente, corrisponde a un aumento di 101'558 unità, ovvero dell'1,8%. Negli ultimi 25 anni, ossia dal 1990, il parco veicoli a motore è aumentato di oltre la metà (+55,8%).

Le automobili elettriche prendono piede

I tre quarti abbondanti di tutti i veicoli stradali a motore sono automobili, che nel 2015 sono aumentate dell'1,7% fino a raggiungere 4'458'069, tanto che, in Svizzera, si annoverano 541 automobili ogni 1000 abitanti. Nel 2015, come negli anni precedenti, si registra un forte aumento di automobili diesel (+8,0%), che ormai rappresentano il 27,2% dell'intero parco auto, dieci volte tanto rispetto a quanto registrato nel 1990 (2,7%). Da alcuni anni si assiste a una rimarchevole evoluzione percentuale dei veicoli puramente elettrici: dopo aumenti del 52,6% nel 2013 e del 65,4% nel 2014, l'anno scorso il loro numero è aumentato addirittura del 69,7%. Nondimeno la flotta di auto elettriche in Svizzera resta trascurabile: le 7531 vetture ammesse nel 2015 corrispondevano appena allo 0,2% dell'intero parco veicoli.

Cresce la quota di automobili meno inquinanti

Le automobili sono ripartite a seconda delle emissioni di gas nocivi in classi di emissioni (classi euro) da 1 a 6, laddove la classe euro 1 presenta i valori limite più generosi e la classe euro 6 i limiti più severi. Tra il 2005 e il 2015 rispetto al parco veicoli complessivo la quota di veicoli delle classi da 1 a 3, con emissioni di agenti nocivi relativamente intense, è scesa dall'80,3% al 24,4%, mentre i veicoli più puliti sono aumentati in modo corrispondente. Nel 2015 la quota di veicoli che rispettano già i valori soglia della più recente e severa classe 6 era pari al 5,7%. Dallo scorso settembre il rispetto di questa norma è vincolante per tutte le automobili nuove messe in circolazione.

Trattori agricoli sempre più pesanti

Nel 2015 nel parco veicoli stradali rientravano tra l'altro anche 710'022 motoveicoli, 393'598 veicoli per il trasporto di cose nonché 191'132 veicoli agricoli. Quest'ultima categoria comprende soprattutto i trattori (quota del 72,5%), ma anche vari carri di lavoro e monoassi agricoli a motore. Dal 1990 il numero di veicoli agricoli ammessi in Svizzera è cresciuto del 17,3%. Esistono in merito notevoli differenze regionali: mentre i tipici «Cantoni dell'economia pastorizia» delle Alpi e Prealpi presentano tassi di crescita fino all'81,2% (Glarona), nei Cantoni della Svizzera occidentale tale valore si attestava, senza eccezioni, sotto il 7%. In tutta la Svizzera si individua una marcata tendenza all'impiego di trattori sempre più pesanti: tra il 1990 e il 2015 la quota dei trattori agricoli di peso complessivo superiore a cinque tonnellate è aumentata di oltre 60 volte (dallo 0,6% al 34,8%).


 

Télécharger communiqué de presse

Il parco veicoli a motore si avvicina alla soglia dei sei milioni
(PDF, 6 pages, 896 kB)


Autres langues


Documents associés

Parc des véhicules routiers en 2015


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/fr/home/statistiques/catalogues-banques-donnees/communiques-presse.assetdetail.40707.html