Communiqué de presse

Statistica delle città svizzere 2021 Statistica delle città svizzere 2021: vivere in città

20.04.2021 - I tre quarti della popolazione della Svizzera vivono in spazi urbani. Vivono in circa 2 milioni di abitazioni distribuite in poco meno di 540 000 edifici cittadini. Quasi i tre quarti delle abitazioni sono occupati da locatari, la maggior parte dei quali vive in trilocali. Ecco quanto riportano i risultati della «Statistica delle città svizzere 2021», incentrata sul tema «Vivere in città». L’Unione delle città svizzere pubblica l’annuario in collaborazione con l’Ufficio federale di statistica (UST).

Dopo gli Anni ‘80 e ‘90, caratterizzati da un esodo urbano, negli ultimi vent'anni le città svizzere hanno vissuto una vera e propria rinascita: oggi i tre quarti della popolazione della Svizzera vivono in spazi urbani. Il 19% degli abitanti delle 171 città oggetto di rilevazione ha 19 anni o meno, il 63% ha dai 20 ai 64 anni e il 18% appartiene alla fascia di età che va dai 65 anni in su. Rispetto al resto della Svizzera la struttura dell’età differisce solo in minima misura. Il 47% della popolazione urbana è celibe/nubile (contro il 42% nel resto della Svizzera) e il 31% degli abitanti delle città proviene dall’estero, mentre gli stranieri fuori dagli spazi urbani costituiscono solo il 20% della popolazione.

Che un tale ‘mix di popolazione’ sia e rimanga possibile dipende molto dalla configurazione del mercato immobiliare. Nel 2018, nelle 171 città svizzere in esame era disponibile un totale di 2,2 milioni di abitazioni in 539 767 edifici urbani ad uso abitativo. Di questi, il 46,8% erano case unifamiliari, mentre il 35,6 erano plurifamiliari. Se si osserva la distribuzione per classe di dimensione dei Comuni, si nota che la proporzione di case unifamiliari aumenta al diminuire delle dimensioni del Comune. Il contrario vale invece per le case plurifamiliari: se le dieci città più grandi ne hanno una quota media di oltre il 43%, questa è inferiore al 33% nelle restanti 161 città.

Dominano i trilocali

Per quanto riguarda la dimensione delle abitazioni, i trilocali rappresentano la grandezza più comune nella maggior parte delle classi di dimensione dei Comuni. Nelle città con meno di 20 000 abitanti, tuttavia, le abitazioni con quattro locali sono leggermente in maggioranza. Le grandi abitazioni con cinque o più locali sono più rare nelle grandi città, dove rappresentano il 9,8% del totale, mentre la loro quota nelle altre classi di dimensione è pari al 19%.

Il 69% delle persone che abitano in affitto in città vive in un’abitazione costituita da tre o quattro locali. Al contrario, la maggioranza dei proprietari residenti nelle città svizzere (86,5%) ha un’abitazione con quattro o più locali.

Più grande è la città, più sono i locatari

Tra il 2015 e il 2017 (dati cumulati), il 74% delle abitazioni occupate nelle città svizzere era occupato da locatari e membri di cooperative abitative, mentre il 25% era occupato dai proprietari. A Brig-Glis, Möhlin, Spiez e Uzwil, più della metà delle abitazioni occupate ospitano proprietari privati. A Ginevra, Losanna, Zurigo e Carouge, invece, più del 90% delle abitazioni sono in affitto o di proprietà di cooperative.

Edilizia di utilità pubblica: una leva per la fornitura di alloggi equi

Le città investono sempre più spesso sull’edilizia di utilità pubblica per alloggiare le persone socialmente ed economicamente svantaggiate. Mentre gli edifici che ospitano abitazioni di utilità pubblica rappresentano l’1,3% del parco immobiliare svizzero, le grandi città sono ben al di sopra della media elvetica, attestandosi all’11,4%. Nella città di Zurigo, il 22,4% di tutti i trilocali e il 24,4% di tutti i quadrilocali sono abitazioni di utilità pubblica. Tuttavia, anche alcune città più piccole, come Urdorf e Birsfelden, hanno una proporzione considerevole di abitazioni di questo tipo, con circa il 15% ciascuna.

PLR e PS sono i partiti più fortemente rappresentati

Come di consueto, la «Statistica delle città svizzere» comprende anche dati sulla politica cittadina. La relativa rilevazione è stata ottimizzata nel 2020 in collaborazione con la sezione Politica, cultura e media dell’UST. Ora i dati presentano lo stato delle più recenti elezioni di rinnovo integrale.

I partiti leader della politica cittadina sono il PLR e il PS. Nel 2020, il PLR ha ottenuto il 27,2% dei seggi negli esecutivi comunali. Segue il PS con il 20,6%. Il PPD ha perso lo 0,2% rispetto all’anno precedente e detiene quindi ancora il 15,1% dei seggi. L’UDC mantiene il quarto posto, sebbene abbia perso lo 0,2% passando così all’11,4%. I Verdi hanno guadagnato lo 0,8% di seggi in più rispetto all’anno precedente e ora detengono il 7,7% dei seggi degli esecutivi comunali. Nei legislativi, il PLR detiene il 22,3%, seguito dal PS con il 20,9% e dall’UDC con il 15,3%. Al quarto posto si classificano i Verdi, con il 11,6% dei seggi, mentre il PPD ha raggiunto la quota del 9,3%.

Come al solito disponibile in formato digitale e come OGD

L'82a edizione della «Statistica delle città svizzere» è pubblicata in collaborazione con l’UST. Oltre ai dati sull’abitare in città, contiene come di consueto numerosi fatti e informazioni su temi quali popolazione, lavoro e reddito, finanze, mobilità e formazione. I contenuti sono disponibili anche in formato digitale corredato da grafici interattivi, da visualizzare in un’app, e come pubblicazione online. Inoltre, l’UST mette a disposizione di un vasto pubblico i dati serviti per realizzare la pubblicazione anche nei propri cataloghi e sulla piattaforma opendata.swiss, affinché gli interessati possano farne uso ulteriormente.

Informazioni complementari, come grafici, si trovano nel PDF seguente.


 

Télécharger communiqué de presse

Statistica delle città svizzere 2021: vivere in città
(PDF, 3 pages, 414 kB)


Autres langues


Documents associés

Statistiques des villes suisses 2021


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/fr/home/actualites/quoi-de-neuf.assetdetail.16504130.html