Communiqué de presse

Evoluzione della popolazione 2017: risultati provvisori Netto calo della crescita demografica nel 2017

Neuchâtel, 6 aprile 2018 (UST) - Alla fine del 2017 la popolazione della Svizzera ha raggiunto gli 8 482 200 abitanti, ovvero 62 600 persone (+0,7%) in più rispetto al 2016. La crescita, tornata al di sotto della soglia dell'1%, è nettamente meno consistente di quella registrata dal 2007 al 2016. È paragonabile piuttosto a quella dell'inizio degli anni Duemila. La popolazione straniera cresce meno rapidamente degli anni precedenti. Anche il saldo migratorio continua a diminuire. Sono alcuni dei risultati provvisori della statistica della popolazione e delle economie domestiche dell'Ufficio federale di statistica (UST).

In tutti i Cantoni la popolazione aumenta, tranne che in quello di Neuchâtel e in Ticino, dove si registra un'eccedenza di decessi e di partenze verso altri Cantoni. La diminuzione della popolazione nel Cantone di Neuchâtel deriva invece unicamente da un'eccedenza di partenze verso altri Cantoni. Zugo registra la crescita di popolazione maggiore, pari all'1,2% in più di quella dell'anno precedente.

Fattori della crescita demografica

A livello svizzero sono due i fattori che determinano la crescita demografica: il saldo migratorio internazionale e l'incremento naturale. A livello cantonale, nella crescita o decrescita della popolazione ricoprono un ruolo preponderante anche le migrazioni intercantonali.

Il flusso migratorio internazionale comporta sia gli arrivi e le partenze degli Svizzeri sia quelli degli stranieri. Nel 2017 la Svizzera ha registrato 172 500 immigrazioni, ovvero una diminuzione del 10% rispetto al 2016, delle quali 23 900 di Svizzeri e 148 600 di cittadini stranieri. Il numero delle emigrazioni ammonta a 121 200, pari a una progressione dello 0,4% rispetto al 2016. La cifra si suddivide in 31 900 partenze di Svizzeri e 89 300 di cittadini stranieri. Il saldo migratorio che ne risulta è in netta diminuzione (-28%). Si attesta a 51 400, cioè la cifra più bassa dal 2006. Argovia e Ginevra sono i Cantoni che presentano i saldi migratori - internazionale e interno - maggiori rispetto alla loro popolazione. In Ticino e a Neuchâtel si osservano delle eccedenze di partenze.

Anche l'incremento naturale della popolazione, ovvero la differenza tra le nascite e i decessi, è caratterizzato da una diminuzione considerevole. Risultante da un numero di decessi maggiore e dalla diminuzione delle nascite, l'incremento naturale diminuisce, stabilendosi provvisoriamente a 18 400, ovvero al 19,7% in meno rispetto al 2016. Di fatto contribuisce alla crescita demografica solo in minima parte. Friburgo è il Cantone che presenta l'incremento naturale più marcato, il Ticino l'eccedenza di decessi più consistente.

Popolazione svizzera e straniera

La popolazione svizzera e quella di nazionalità straniera continuano a crescere, la prima meno rapidamente della seconda. Si contano infatti 38 600 Svizzeri in più rispetto al 2016, pari ad una crescita dello 0,6%. Alla fine del 2017 il loro numero si attestava a 6 357 000. La popolazione residente permanente straniera aumenta di 24 000 persone, pari all'1,1% in più del 2016, salendo a 2 125 100 persone. Questo tasso di crescita è nettamente più basso di quello degli anni precedenti; negli anni 2015-2016 superava il 2,5% e nel 2012-2014 addirittura il 3%.

In generale, la popolazione svizzera è composta da un numero maggiore di donne che di uomini. A livello nazionale, si contano 100 donne per 94 uomini. Solo i Cantoni di Appenzello Interno, Nidvaldo, Svitto e Uri annoverano più uomini che donne (rispettivamente 104, 102, 102 e 101 uomini per 100 donne). La popolazione straniera è a dominanza maschile, a prescindere dal Cantone osservato. Uri presenta il maggior rapporto di mascolinità e Ginevra quello minore (rispettivamente 130 e 105).

La struttura della popolazione misurata secondo l'età mostra che gli Svizzeri sono più anziani degli stranieri. Infatti la proporzione di persone di 65 anni o più è maggiore di quella dei giovani (0-19 anni) nella popolazione svizzera, cioè il 21,7% contro il 19,9%. Nella popolazione straniera la proporzione di over 65 si attesta all'8%, mentre quella dei giovani al 20,4%. Queste quote di persone più o meno anziane influiscono sul calcolo dell'età media, che per gli Svizzeri è di circa 44 anni e per gli stranieri di 37. Basilea-Città registra gli Svizzeri dall'età media più alta e Friburgo quelli dall'età media più bassa. Gli stranieri di età media massima si trovano in Ticino, quelli di età media minima a Friburgo.

Informazioni complementari, come tabelle e grafici, si trovano nel PDF seguente.


 

Télécharger communiqué de presse

Netto calo della crescita demografica nel 2017
(PDF, 9 pages, 196 kB)


Autres langues


Documents associés

Evolution de la population 2017: résultats provisoires


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/fr/home.assetdetail.4782549.html