Press release

Veicoli stradali nel 2016 Ulteriore progressione del parco veicoli nel 2016

The latest version of this document is also available. Please see the following link:
Alla crisi pandemica fa seguito quella dei microchip: nel 2021 il mercato delle automobili fatica a riprendersi

Neuchâtel, 02.02.2017 (UST) - Nel 2016 sono stati immatricolati un po' meno di 415'000 veicoli stradali a motore, pari a una diminuzione di quasi il 3% rispetto all'anno precedente. Il parco veicoli a motore, invece, è aumentato di circa 94'900 unità rispetto al 2015 (+1,6%), attestandosi appena al di sotto della soglia dei 6 milioni. Quasi i tre quarti del parco è costituito da automobili. Sono questi alcuni risultati tratti dalla statistica dei veicoli stradali realizzata dall'Ufficio federale di statistica (UST).

Nel 2016 sono state registrate 414'986 nuove immatricolazioni di veicoli stradali a motore, in calo del 2,9% rispetto a quelle registrate nel 2015 (427'168 di veicoli). Le maggiori diminuzioni di nuove immatricolazioni sono state registrate nelle categorie dei veicoli agricoli (-11,4%) e dei motocicli (-7,0%). Tra il 2015 e il 2016 solo le immatricolazioni di veicoli per il trasporto di persone, ovvero le automobili leggere o pesanti, gli autocarri, i minibus e gli autobus articolati, sono aumentati del 3,6%.

Forte progressione delle immatricolazioni di veicoli ibridi

La categoria principale di automobili (319'331 unità nel 2016) ha conosciuto a sua volta una diminuzione di immatricolazioni del 2,4%. Quelle dei veicoli diesel e a benzina sono in leggero calo rispetto al 2015, rispettivamente del -1,8% e del -3,7%. Nel 2016 le immatricolazioni di autoveicoli del tipo break sono state per la prima volta superiori a quelli del tipo limousine (156'642 contro 155'175).

Anche le immatricolazioni di veicoli elettrici hanno subito una diminuzione del 9,2% rispetto all'anno precedente, per un totale di 3525 unità. Nel 2016, per contro, le immatricolazioni di veicoli ibridi, ovvero di veicoli che combinano carburante diesel o benzina con l'elettricità, sono progredite del 20,5% sebbene il loro numero rimanga relativamente contenuto (10'587 in totale) rispetto ai veicoli a benzina o diesel.

Aumento del parco di quasi 94'900 veicoli a motor

Benché in diminuzione rispetto al 2015, nel 2016 le nuove immatricolazioni hanno determinato un'ulteriore estensione del parco veicoli stradali a motore della Svizzera. Il 30 settembre, giorno di riferimento, i veicoli immatricolati in Svizzera erano 5'980'512. La cifra è in aumento di 94'870 veicoli, ovvero dell'1,6% rispetto al 2015.

Come nel 2015, il numero totale di veicoli ibridi è in aumento. Nel 2016, si annoveravano 57'439 veicoli ibridi, ovvero 8931 in più (+18,4%) dell'anno precedente. La progressione è ancora più marcata per i veicoli totalmente elettrici, il cui numero nel 2016 è aumentato del 42,4%, raggiungendo le 10'724 unità. Il numero di veicoli di questi due tipi, tuttavia, rimane relativamente basso rispetto a quello dei veicoli a benzina (3'149'902) e dei veicoli diesel (1'291'500).

Tasso di motorizzazione: una situazione contrastata

Tra il 1970 e il 2016 il tasso di motorizzazione, ovvero il numero di automobili per 1000 abitanti, è passato da 221 a 543 unità. Nel raffronto europeo la Svizzera si situa nella media rispetto ai Paesi limitrofi. In Germania si registrano 550 veicoli ogni 1000 abitanti, in Francia 483 e in Italia 610 (dati Eurostat del 2014).

Se si osserva il tasso di motorizzazione 2016 su scala cantonale, i due Cantoni urbani di Basilea-Città e Ginevra si distinguono per i tassi più bassi della Svizzera, rispettivamente di 344 e 457 veicoli ogni 1000 abitanti. I tassi più elevati sono invece stati rilevati nei Cantoni di Zugo (648), Svitto (639), Ticino (638) e Vallese (636). Il parco veicoli a noleggio o delle imprese può incidere al rialzo sul tasso di motorizzazione di alcuni Cantoni.

Tra il 1970 e il 2016 il tasso di motorizzazione è in aumento per la maggior parte dei Cantoni nella misura in cui il numero di veicoli generalmente aumenta più velocemente della popolazione. Ginevra si distingue, tuttavia, per un tasso in aumento fino ai primi anni 2000, che poi diminuisce negli anni seguenti. Il tasso di Basilea-Città, in crescita fino al 2012, da allora si è stabilizzato. L'aumento o la diminuzione del tasso di motorizzazione è riconducibile a più di una spiegazione. Può essere legato, ad esempio, allo sviluppo della rete di trasporti pubblici, delle infrastrutture stradali o alla disponibilità di un parcheggio nel luogo di residenza.

Informazioni complementari, come tabelle e grafici, si trovano nel PDF seguente.


 

Download press release

Ulteriore progressione del parco veicoli nel 2016
(PDF, 5 pages, 189 kB)


Other languages


Associated documents

Stock of road motor vehicles 2016


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/en/home/statistics/mobility-transport.assetdetail.1901509.html