Press release

Rilevazione sulle forze di lavoro in Svizzera e statistiche derivate: ore di lavoro Aumento del numero di ore di lavoro nel 2021 in Svizzera

13.06.2022 - Nel 2021, il numero totale di ore lavorate in ambito professionale in Svizzera ha raggiunto quota 7,798 miliardi di ore, con un incremento del 2,5% rispetto all’anno precedente. Tuttavia, non si è ancora tornati al livello pre-pandemico. Secondo gli ultimi risultati dell’Ufficio federale di statistica (UST) e dell’Ufficio statistico dell’Unione europea (Eurostat), il volume di lavoro nella fascia di età tra i 20 e i 64 anni ha segnato una progressione leggermente più marcata in Svizzera che nell’UE.

Secondo la statistica del volume di lavoro dell’UST (SVOL), tra il 2020 e il 2021 il numero totale di ore lavorate dall’insieme delle persone occupate in Svizzera è aumentato del 2,5%. Il volume di ore relativo al 2021 rimane comunque a un livello inferiore di quello precedente la pandemia di COVID-19 (2019–2021: –1,3%). Dato che tra il 2020 e il 2021 il numero di impieghi è rimasto pressoché stabile (–0,1%), l’aumento del volume di ore è dovuto all’incremento della durata annua effettiva del lavoro per impiego (+2,6%). Quest’ultima è riconducibile a forti cali della durata delle assenze a causa dell’orario ridotto (2020: 67 ore per impiego; 2021: 33 ore) e delle assenze per «altre ragioni» (ad es. quarantene o restrizioni delle attività dei lavoratori indipendenti durante la pandemia; 2020: 40 ore per impiego; 2021: 24 ore). 

Settore primario: più di 45 ore settimanali 

Nel 2021, la durata settimanale effettiva di lavoro dei dipendenti a tempo pieno era di 39 ore e 16 minuti. I dipendenti a tempo pieno del settore primario sono quelli che presentano il carico di lavoro settimanale più elevato (durata effettiva di 45 ore e 8 minuti). Seguono nell’ordine i rami «attività finanziarie e assicurative» (41 ore e 24 minuti), «attività professionali, scientifiche e tecniche» e «amministrazione pubblica» (40 ore e 20 minuti in entrambi i casi). La durata effettiva più corta è stata registrata nel settore «servizi di alloggio e ristorazione» (29 ore e 45 minuti), poiché l’orario ridotto era ancora molto frequente (2021: 278 ore di assenza per impiego).

Aumento nella maggior parte dei Paesi dell’UE/AELS

Per poter procedere a confronti internazionali, il metodo di calcolo delle ore di lavoro deve essere adattato e riferito soltanto alla popolazione tra i 20 e i 64 anni. Tra il 2020 e il 2021, nella maggior parte dei Paesi dell’UE/AELS è stato osservato un aumento del numero totale di ore lavorate. In Svizzera, l’aumento (+4,7%) è stato leggermente superiore alla media dell’UE (+4,1%). Il Paese che ha registrato l’incremento più marcato è il Belgio (+12,2%), seguito da Cipro (+10,4%) e dalla Spagna (+9,5%). All’altra estremità si trovano l’Islanda, l’Estonia e il Lussemburgo, dove ci sono state le diminuzioni più nette (risp. –5,5%, –4,9% e –3,2%). 

Informazioni complementari si trovano nel PDF seguente.


 

Download press release

Aumento del numero di ore di lavoro nel 2021 in Svizzera
(PDF, 5 pages, 329 kB)


Other languages


Associated documents

Swiss Labour Force Survey and its derivative statistics: hours worked in 2021


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/en/home/news/whats-new.assetdetail.22708238.html