Press release

Statistica dei gruppi di imprese (STAGRE) 2014-2022 I gruppi di imprese con le cifre d'affari più elevate sono in maggioranza a controllo estero

23.11.2023 - Alla fine del 2022, in Svizzera 61 870 imprese facevano parte di un gruppo di imprese. Impiegavano oltre due milioni di persone, ovvero più del 40% degli impieghi totali del settore dell'economia di mercato. Nella categoria dei gruppi di imprese con le cifre d'affari più elevate, le multinazionali a controllo estero occupano una posizione dominante. Questo è quanto emerge dai nuovi risultati della statistica dei gruppi di imprese, condotta dall'Ufficio federale di statistica (UST).

Oltre alle variabili strutturali come il numero di gruppi, imprese e impieghi, i risultati della statistica dei gruppi di imprese (STAGRE) appena pubblicati includono anche le cifre d'affari nonché le importazioni ed esportazioni di merci delle singole unità che compongono i gruppi di imprese.

Importanza dei gruppi di imprese in costante aumento

Negli otto anni di riferimento, per i quali si dispone di dati comparabili tratti dalla statistica strutturale delle imprese (STATENT), l'importanza relativa dei gruppi di imprese è leggermente aumentata. Con l'1,4% dal 2014 al 2021, il tasso di crescita annuo medio degli impieghi nei gruppi di imprese è più alto rispetto a quello degli impieghi totali nelle imprese del settore dell'economia di mercato (0,9%). I gruppi a controllo nazionale erano preponderanti per il mercato del lavoro rispetto ai gruppi a controllo estero, i quali, secondo le ultime cifre, contavano 18 312 imprese per un totale di 552 524 impieghi. Di conseguenza, gli impieghi dei gruppi di imprese a controllo svizzero sono più del doppio di quelli dei gruppi a controllo estero.

In tutti gli anni di riferimento della serie, sono aumentati sia il numero di imprese facenti parte di un gruppo di imprese che il numero di persone impiegate in queste unità. Mentre i tassi di crescita annuali del numero di imprese hanno raggiunto in alcuni casi valori notevoli (tra il 2,2 e il 6,7%), la crescita dell'occupazione è stata un po' più moderata e costante. L'aumento degli impieghi è oscillato tra lo 0,8% (nel 2020) e il 2,1% (nel 2018 e nel 2021).

Gruppi esteri: cifre d'affari particolarmente elevate

Vi sono notevoli differenze tra i diversi gruppi di imprese in termini di volume delle cifre d'affari ottenute. Nel 2021, i gruppi hanno generato cifre d'affari complessive pari a quasi 2500 miliardi di franchi. La parte del leone l'hanno fatta le multinazionali estere (1628 mia. fr.) e solo un terzo è stato generato dai gruppi di imprese svizzeri. Nel caso delle multinazionali estere, l'89% delle cifre d'affari totali era riconducibile a gruppi attribuibili alla categoria dei gruppi con le cifre d'affari più elevate (fatturato annuo di almeno 750 mio. fr.). Considerando che questi gruppi non sono molto numerosi, questo fatto è degno di nota: solo 224 gruppi, ovvero meno del 2% di tutte le multinazionali estere (12 326), hanno superato questa soglia di cifra d'affari. Una «polarizzazione» simile si constata anche per le multinazionali svizzere, anche se con un numero inferiore di gruppi e con cifre d'affari complessive minori.

Se per questa analisi non si prendono in considerazione le cifre d'affari realizzate dalle unità delle imprese nel commercio all'ingrosso, il quadro che si ottiene è del tutto diverso. In tal caso, al primo posto vi sono le multinazionali svizzere, con oltre il 50% delle cifre d'affari complessive. Sia per le multinazionali a controllo nazionale che per quelle a controllo estero, anche in questo caso la categoria più rappresentata è quella dei gruppi con cifre d'affari di almeno 750 milioni di franchi. Tuttavia, la predominanza di questi gruppi con cifre d'affari elevate è un po' meno schiacciante: escludendo le attività di vendita all'ingrosso, esse generano rispettivamente solo il 78 e il 69% delle cifre d'affari complessive di tutte le multinazionali svizzere ed estere.

Invariata la top tre dei Paesi in cui hanno sede i gruppi

Tra il 2014 e il 2022 la classifica dei tre principali Paesi in cui hanno sede i gruppi multinazionali esteri con filiali attive in Svizzera è rimasta invariata. Nel 2022, oltre la metà di tutti gli impieghi di gruppi di imprese a controllo estero faceva capo a un gruppo con sede in uno dei tre Paesi che occupano il podio: Germania (22,3%), Stati Uniti (19,5%) e Francia (15,1%). L'ordine in classifica è il medesimo anche in riferimento al numero di imprese.

Tuttavia, questa costanza al vertice non deve far dimenticare che tra il 2014 e il 2022 ci sono stati cambiamenti significativi per quanto concerne i Paesi in cui hanno sede le imprese a controllo estero. Il numero di posti di lavoro nelle imprese controllate dalla Cina è quasi quintuplicato, passando da 1848 a 8872. Il numero di impieghi delle aziende sotto controllo lussemburghese è più che triplicato (da 4990 a 15 507), mentre l'occupazione nelle unità delle multinazionali italiane è diminuita (da 15 519 a 13 173).

Informazioni complementari si trovano nel PDF seguente.


 

Download press release

I gruppi di imprese con le cifre d'affari più elevate sono in maggioranza a controllo estero
(PDF, 7 pages, 281 kB)


Other languages


Associated documents

Enterprise groups statistics STAGRE 2014-2022


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/en/home/news/press-releases.assetdetail.29025314.html