Medienmitteilung

Trasporto merci 2016 La ferrovia riguadagna nuovamente parti di mercato

Dieses Dokument ist auch in einer neueren Version verfügbar, siehe folgenden Link:
Maggior incremento del traffico pesante domestico degli ultimi 20 anni

Neuchâtel, 21.11.2017 (UST) - Nel 2016, per il quarto anno consecutivo il traffico merci ferroviario ha riguadagnato parti di mercato su quello stradale. Rispetto all'anno precedente, le prestazioni di trasporto della ferrovia sono aumentate dello 0,9%, mentre quelle della strada sono diminuite dell'1,5%. Sono questi alcuni risultati della statistica del trasporto merci realizzata dall'Ufficio federale di statistica (UST).

Nel 2016 le prestazioni di trasporto sulla rete stradale e ferroviaria svizzera hanno totalizzato 27,8 miliardi di tonnellate-chilometro (una tonnellata-chilometro corrisponde al trasporto di una tonnellata per un chilometro), lo 0,6% in meno rispetto all'anno precedente. Il calo è da ricondurre al trasporto merci su strada (-1,5%), mentre il trasporto merci su rotaia ha registrato un lieve aumento (+0,9%).

Nel 2016 la percentuale dei trasporti stradali sull'insieme delle prestazioni di trasporto era pari al 61,0%, quella dei trasporti ferroviari al 39,0%. La ferrovia ha quindi nuovamente riguadagnato alcune parti di mercato, fino a raggiungere di nuovo il livello del 2008. A seguito della crisi finanziaria ed economica, nel 2009 la quota del traffico merci ferroviario era crollata al 35,9%. Mai prima di allora aveva raggiunto un livello così basso.

La strada prediletta nel traffico interno, la ferrovia nel traffico di transito

Di principio, i due vettori di trasporto (strada e ferrovia) non sono in concorrenza, ma si completano a vicenda. Mentre a livello regionale l'infrastruttura esistente fa sì che la distribuzione capillare delle merci nella maggior parte dei casi possa avvenire soltanto su strada, la rotaia offre vantaggi in particolare sui lunghi percorsi. La ferrovia è prediletta in particolare per i trasporti internazionali (importazione, esportazione e transito), dove registra il 67% delle prestazioni di trasporto. Va tenuto conto che il 56% è rappresentato dal solo transito. Gli autocarri e i trattori a sella pesanti, invece, forniscono il 63% delle prestazioni di trasporto nel traffico interno, e soltanto il 37% nei trasporti internazionali.

Il volume maggiore nel traffico pesante su strada è stato osservato tra il 2011 e il 2015 tra i Cantoni di Argovia e Zurigo: in media 5,6 milioni di tonnellate all'anno . Al secondo posto seguono i flussi di merci tra i Cantoni di Berna e Soletta (5,0 mio. t). Nei Cantoni di Argovia e Soletta si trovano grandi centri logistici che hanno un traffico merci intenso con i Cantoni vicini, densamente popolati, di Zurigo e Berna.

Prestazioni chilometriche in aumento per i veicoli immatricolati in Europa dell'Est

Nel 2016, in Svizzera i veicoli pesanti per il trasporto di merci hanno percorso 2,2 miliardi di chilometri, di cui 1,7 (77%) da parte di veicoli svizzeri, e 0,5 (23%) da parte di quelli immatricolati all'estero. Vi si aggiungono 4,2 miliardi di chilometri percorsi dai veicoli leggeri per il trasporto di merci (in particolare autofurgoni). In totale, il trasporto merci ha rappresentato il 10% circa di tutte le prestazioni chilometriche del traffico su strada.

Nel 2016, tra i veicoli pesanti per il trasporto di merci immatricolati all'estero, quelli a percorrere più chilometri sulle strade svizzere sono stati quelli tedeschi (136 mio.), seguiti da quelli italiani (74 mio.), polacchi (53 mio.), romeni (35 mio.), francesi (33 mio.) e neerlandesi (25 mio.). Mentre tendenzialmente negli ultimi anni la prestazione chilometrica dei veicoli immatricolati negli Stati dell'Europa occidentale è diminuita, le aziende di trasporto est-europee hanno beneficiato dell'allargamento a est dell'UE e del conseguente libero accesso al mercato. I chilometri percorsi dai veicoli per il trasporto di merci polacchi in Svizzera sono oggi sette volte maggiori rispetto al periodo precedente l'entrata della Polonia nell'UE nel 2004; nel caso della Romania addirittura 29 volte maggiori rispetto al periodo precedente la sua entrata nell'UE nel 2007. Nel complesso, tuttavia, gli sviluppi dei diversi Paesi di immatricolazione si compensano: tra il 2001 e il 2016, sulle strade svizzere le prestazioni chilometriche annue dei veicoli pesanti per il trasporto di merci immatricolati all'estero sono rimaste stabili a circa 500 milioni di chilometri.

Informazioni complementari, come tabelle e grafici, si trovano nel PDF seguente.


 

Download Medienmitteilung

La ferrovia riguadagna nuovamente parti di mercato
(PDF, 4 Seiten, 205 kB)


Weitere Sprachen


Verwandte Dokumente

Güterverkehr 2016


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/de/home/statistiken/mobilitaet-verkehr.assetdetail.3802393.html