Medienmitteilung

Rilevazione della struttura delle aziende agricole 2017 Meno aziende agricole, sempre più agricoltura biologica

Neuchâtel, 8 maggio 2018 (UST) - Nel 2017 la Svizzera annoverava 51 620 aziende agricole, ovvero 643 in meno rispetto al 2016 (-1%). Nell'anno in esame, tali aziende hanno sfruttato una superficie agricola utile totale pari a 1,05 milioni di ettari e impiegato 153 900 persone, una cifra stabile rispetto all'anno precedente. Anche se la maggior parte di tali aziende (43 600) continua a tenere capi di bestiame, gli effettivi di vacche da latte continuano a scendere (-1%). Confermato il successo della produzione biologica, praticata da 6 638 aziende (+5%). Tali risultati si basano sulla rilevazione della struttura delle aziende agricole 2017 condotta dall'Ufficio federale di statistica (UST).

Nel 2017 l'agricoltura svizzera ha continuato ad evolversi dal punto di vista strutturale. Anche se il calo del numero di aziende agricole nel 2017 è stato meno significativo rispetto al 2016, il panorama agricolo svizzero ha perso comunque 643 aziende. Il raggruppamento di alcune superfici ha permesso l'ampliamento delle aziende esistenti. La superficie agricola media è aumentata, fino a raggiungere i 20,6 ha. Il numero di aziende di più di 30 ha è salito dell'1%.

L'agricoltura bio e l'orticultura guadagnano terreno

Il successo della produzione biologica osservato da anni continua il trend positivo. Nel 2017 la praticavano 6 638 aziende (+5%). Secondo la rilevazione, il 63% di esse si trovava in zone di montagna. Le superfici dedicate all'orticoltura (12 600 ha) sono ripartite tra 4 100 aziende, il che rappresenta una progressione ininterrotta da vari anni e un aumento del 24% tra il 2012 e il 2017.

Nel 2017 degli 1,05 milioni di ettari (ha) di superficie agricola utile (SAU) sfruttati dalle aziende agricole il 14% era riservato all'agricoltura biologica (151 400 ha). La maggior parte della SAU totale era costituita da prati naturali e pascoli (609 000 ha, 58%, senza gli alpeggi).

Sempre secondo la rilevazione, le superfici coltive occupavano 398 200 ha (38% della SAU), l'8% delle quali erano dedicate alla produzione bio. I cereali (143 300 ha) restano il principale tipo di cultura: 83 000 ha riguardano cerali destinati all'alimentazione umana, mentre i cereali da foraggio coprono 60 300 ha. Da notare che la superficie dedicata al farro (5 000 ha) è salita del 41% tra il 2014 e il 2017. Infine, tra le altre superfici coltive (38 900 ha, ovvero il 4% della SAU), la vigna occupa 13 400 ettari e i frutteti 7200 ettari.

L'allevamento estensivo bovino e il pollame hanno il vento in poppa

A causa della persistente bassa redditività della produzione lattiera, nel 2017 meno aziende agricole (-3%, 26 535) hanno allevato vacche da latte, i cui effettivi sono quindi in calo (-1%, 569 185 unità). Quale alternativa alla produzione lattiera, progredisce l'allevamento di bovini da carne, in particolare le vacche nutrici (+2%, 123 398 unità). La metà delle aziende che hanno optato per questo tipo di produzione estensiva si trova in zone di montagna (47%).

Anche la produzione svizzera di pollame presenta risultati soddisfacenti. Dopo aver stagnato nel 2016, le quantità di polli da ingrasso hanno ripreso a crescere nel 2017 (+4%, 7 151 000 unità). Quanto alle galline ovaiole, il loro numero è in aumento (+4%), confermando una tendenza osservata da dieci anni. Il 16% di queste galline si trovano in aziende bio.

Anche gli ovini erano in leggero aumento nel 2017 (+1%). Più della metà (54%) delle aziende produttrici di latte di pecora hanno adottato i metodi di produzione bio. In crescita anche il numero di caprini (+4%, 78 146 unità), essenzialmente localizzati nelle zone di montagna. Per quanto concerne la produzione suina, nel 2017 diminuiscono sia produttori (-3%) sia il patrimonio suinicolo (-1%). Il 7% degli allevatori di suini ha adottato i metodi della produzione biologica.

Cifre occupazionali stabili nel settore agricolo

Nel 2017 le aziende agricole hanno dato lavoro a 153 900 persone, un organico stabile rispetto al 2016. I due terzi dei capi azienda vi lavorano a tempo pieno, mentre gli altri impiegati collaborano soprattutto a tempo parziale (66%). Durante l'anno in esame, nell'agricoltura svizzera operavano 56 100 donne, tra le quali circa 3100 erano a capo delle aziende (+5%).

Informazioni complementari, come tabelle e grafici, si trovano nel PDF seguente.


 

Download Medienmitteilung

Meno aziende agricole, sempre più agricoltura biologica
(PDF, 6 Seiten, 113 kB)


Weitere Sprachen


Verwandte Dokumente

Landwirtschaftliche Strukturerhebung 2017


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/de/home/statistiken/land-forstwirtschaft/landwirtschaft.assetdetail.5127816.html