Medienmitteilung

Redditi e condizioni di vita (SILC) 2015 I trasferimenti sociali riducono la povertà di oltre la metà

Neuchâtel, 17.10.2017 (UST) - In Svizzera i trasferimenti sociali contribuiscono ampiamente a ridurre la povertà: se non ci fossero il tasso di povertà sarebbe più del doppio. I trasferimenti sociali riducono in modo particolarmente marcato il tasso di povertà delle persone che vivono in economie domestiche con figli molto piccoli o numerosi. D'altro canto, i fattori di rischio di povertà cambiano appena. Le persone con un livello di formazione basso e un'integrazione insufficiente nel mercato del lavoro, nonché le economie domestiche d'un solo genitore sono colpite particolarmente spesso dalla povertà, sia prima che dopo i trasferimenti sociali. Questi sono alcuni dei risultati della nuova pubblicazione dell'Ufficio federale di statistica (UST) sul tema «Povertà prima dei trasferimenti sociali».

Il tasso di povertà prima dei trasferimenti sociali misura la quota della popolazione che verserebbe in condizioni di povertà se non percepisse altri trasferimenti sociali eccetto le prestazioni di vecchiaia e per i superstiti. Nel 2015, il 15,9% della popolazione (quasi 1,3 milioni di persone), si sarebbe trovato in questa ipotetica situazione e sarebbe risultato povero. Con il 7,0% (circa 570 000 persone) il tasso di povertà regolare, che è calcolato tenendo conto anche di tutti gli altri trasferimenti sociali - ad esempio, gli assegni familiari, le rendite di invalidità, la riduzione del premio della cassa malati, l'aiuto sociale oppure le indennità giornaliere dell'assicurazione disoccupazione - è stato inferiore alla metà. In più della metà dei casi i redditi domestici hanno potuto così oltrepassare la soglia di povertà grazie ai trasferimenti sociali.

Nelle economie domestiche con figli il tasso di povertà si riduce in maniera particolarmente marcata

Grazie ai trasferimenti sociali, il tasso di povertà diminuisce in maniera marcata soprattutto nelle economie domestiche composte da una coppia con figli di età inferiore ai tre anni oppure con tre bambini o più. Se non beneficiassero dei trasferimenti sociali, le persone che vivono in economie domestiche di questo tipo risulterebbero povere - con tassi di povertà del 18,7% risp. 18,3% - due volte più spesso delle persone che vivono in un'economia domestica composta da una coppia senza figli (7,7%). Tenuto conto di tutti i trasferimenti sociali, il tasso di povertà delle coppie con figli e il tasso di povertà delle coppie senza figli sono molto simili e si situano a meno del 4%. In molti casi, tuttavia, i redditi dopo i trasferimenti sociali superano solo di poco la soglia di povertà e la situazione finanziaria rimane spesso difficile.

Gli altri gruppi a rischio rimangono pressoché invariati

Anche per quanto concerne le economie domestiche di un solo genitore, i disoccupati e gli stranieri, il tasso di povertà registra una forte flessione dopo i trasferimenti sociali. Ciò nonostante questi gruppi restano soggetti alla povertà molto più spesso rispetto alla popolazione totale. Pertanto la struttura della popolazione povera cambia poco dopo i trasferimenti sociali. Un livello di formazione basso e un'integrazione insufficiente nel mercato del lavoro costituiscono i principali fattori di rischio di povertà in Svizzera, sia prima che dopo i trasferimenti sociali.

Un nuovo indicatore dell'UST

In Svizzera vi è una moltitudine di trasferimenti sociali volti a proteggere dai rischi finanziari e a prevenire la povertà. Un raffronto dei tassi di povertà prima e dopo i trasferimenti sociali consente di capire in che misura queste prestazioni possono contribuire alla prevenzione della povertà reddituale. Il tasso di povertà prima dei trasferimenti sociali è ora parte integrante dei contenuti standard del sito dell'UST e viene aggiornato annualmente.

Informazioni complementari, come tabelle e grafici, si trovano nel PDF seguente.


 

Download Medienmitteilung

I trasferimenti sociali riducono la povertà di oltre la metà
(PDF, 5 Seiten, 159 kB)


Weitere Sprachen


Verwandte Dokumente

Armut vor Sozialtransfers 2015


 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/de/home.assetdetail.3602565.html