Press release

Statistica delle condanne penali degli adulti 2014 Pubblicati per la prima volta dati relativi alla nazionalità delle persone condannate

Neuchâtel, 20.09.2016 (UST) - L'Ufficio federale di statistica (UST) pubblica per la prima volta dati relativi alla nazionalità delle persone condannate. Viene fatta la distinzione tra le persone che soggiornano in Svizzera per lunghi periodi (svizzeri e stranieri con permesso B o C) e le rimanenti categorie di stranieri. Al contempo viene pubblicato un rapporto metodologico che illustra le possibilità e i limiti nel raffrontare la criminalità per nazionalità.

Per una tracciabilità ottimale, contemporaneamente ai risultati l'UST pubblica anche il rapporto metodologico, il quale descrive tra l'altro i controlli della qualità dei dati e le misure volte a garantire la qualità. Una di queste consisteva nel raggruppare Paesi come l'ex Jugoslavia oppure regioni come l'Africa occidentale, in quanto spesso le persone condannate più volte sono state registrate nel casellario giudiziale centrale con varie nazionalità facenti parte della stessa regione (cambiamento di nazionalità: v. riquadro con precisazioni metodologiche, pdf).

Comparabilità dei risultati per nazionalità

Un raffronto del numero di persone condannate per nazionalità è possibile soltanto a determinate condizioni. In cifre assolute, gli svizzeri e le persone provenienti dai Paesi europei rappresentano la quota principale delle persone condannate, poiché costituiscono anche la parte più numerosa delle persone che soggiornano in Svizzera. Le cifre relative alle persone condannate sono comparabili per nazionalità soltanto se si sa quanto rilevante è la presenza di ogni gruppo di connazionali in Svizzera. Per la popolazione residente questo dato è noto. Su questa base è possibile calcolare dei tassi di criminalità. Questi ultimi mostrano quante persone ogni 1000 abitanti con la stessa nazionalità sono state condannate e iscritte nel casellario giudiziale. Dopo aver calcolato i tassi di criminalità, la grandezza del gruppo di connazionali non ha più alcuna importanza (v. riquadro con precisazioni metodologiche, pdf). A livello internazionale è consuetudine calcolare tassi che consentano di raffrontare la criminalità.

Condanne di svizzeri e di persone straniere con permesso B o C

I dati relativi alle nazionalità sono presentati in due tabelle. La prima tabella contiene i dati relativi agli svizzeri e alle persone con premesso B o C, in cifre assolute e sotto forma di tassi di criminalità. Il calcolo dei tassi di criminalità è possibile soltanto per gli svizzeri e per le persone con permesso B o C. Per tutti gli altri gruppi della popolazione residente le fluttuazioni nel corso dell'anno sono troppo rilevanti per poter calcolare tassi di criminalità precisi (fluttuazioni: v. riquadro con precisazioni metodologiche, pdf). Occorre tenere presente che per le nazionalità che riguardano pochissime persone che soggiornano in Svizzera per lunghi periodi, ogni singola persona condannata influisce fortemente sui tassi di criminalità. Ad esempio, mentre ogni persona danese condannata fa aumentare il tasso di criminalità dello 0,3‰, nel caso di un monegasco residente in Svizzera l'aumento è pari al 50‰. Nella tabella questo influsso è visibile. La statistica delle condanne penali contiene indicazioni sull'età e sul sesso. Queste due variabili influenzano notevolmente la probabilità di avere problemi con le autorità di polizia. Dato che i gruppi di connazionali non sono eterogenei per quanto riguarda sesso ed età, i risultati per gli uomini e le donne vengono rappresentati separatamente e per fascia d'età. Dai risultati emerge che i tassi di criminalità sono diversi a seconda delle nazionalità. Non dimostrano tuttavia l'esistenza di un rapporto di causalità tra le nazionalità e i reati. Molti fattori che hanno un influsso sul comportamento delle persone, come il livello di benessere e di istruzione, non sono visibili nella statistica delle condanne penali e non vengono presi in considerazione nelle analisi.

Altre persone straniere condannate

Nella seconda tabella, nella categoria «altri stranieri» viene presentato un riassunto di tutte le persone straniere che non sono in possesso di un permesso B o C. Oltre ai richiedenti l'asilo e ai titolari di un permesso di dimora temporaneo, questo gruppo comprende anche persone che soggiornano in Svizzera illegalmente o in qualità di turisti. La tabella contiene soltanto cifre assolute, in quanto non è possibile calcolare tassi di criminalità. Per ogni nazionalità, le cifre assolute vengono differenziate in base al sesso e all'età.

Mancanza di dati sullo statuto di soggiorno

Per alcune nazionalità, la quota di dati mancanti per quanto concerne lo statuto di soggiorno era molto elevata. Poiché le persone in questione potevano essere in possesso di un permesso B o C oppure appartenere alla categoria degli altri stranieri, sono stati calcolati e pubblicati valori per entrambe le eventualità. Ciò significa che questi dati sono stati conteggiati una volta per gli stranieri titolari di un permesso B o C e una volta per gli altri stranieri. Si sono così ottenuti valori minimi e valori massimi sia per le cifre assolute sia per i tassi di criminalità relativi alle persone titolari di un permesso B o C (dati mancanti: v. riquadro con precisazioni metodologiche, pdf).


 

Download press release

Pubblicati per la prima volta dati relativi alla nazionalità delle persone condannate
(PDF, 4 pages, 148 kB)


Other languages


Associated documents

Convictions adults 2014


Tags

woman man gender

 

https://www.bfs.admin.ch/content/bfs/en/home/statistiken/kataloge-datenbanken.assetdetail.927277.html